CIAONE EUROPA

Senza accordo, finisce Schengen: fuori chi non vuole i migranti. Conte: «No a compromessi». E mette il veto

Se l'esodo biblico dall'Africa verso l'Europa fosse stato progettato e organizzato da un grande vecchio per mettere in difficoltà l'Europa, oggi questo Mister X potrebbe festeggiare la vittoria. In queste ore, infatti, il mancato accordo sulla politica di contrasto all'immigrazione sta provocando la prima vera, profonda e forse irrimediabile rottura dell'Unione europea almeno così come l'abbiamo conosciuta fino ad ora - dai tempi della sua creazione. È una spaccatura che riguarda sì l'accoglienza e la gestione degli immigrati, ma che ha effetti clamorosi anche sui cittadini europei. In mancanza di unanimità sulla condivisione dei flussi sarà inevitabile ripristinare le frontiere, e quindi le dogane, tra alcuni dei Paesi membri. Addio quindi alla libera circolazione di uomini e merci, caposaldo dell'Unione e parziale contrappeso ai danni provocati dalla moneta unica.

Prepariamoci. Diranno che tutto ciò è colpa del populismo italiano che ha bloccato i suoi porti, o del fascismo di Orbán, il primo ministro ungherese che ha alzato i muri alle frontiere per bloccare i clandestini. Non è così. Se l'Europa salterà in aria, la colpa è di chi l'ha guidata con arroganza in questi anni, cioè il governo europeo, quello tedesco e quello francese. Se l'Italia ha una colpa, è quella di aver assecondato per anni (governi Monti, Letta, Renzi e Gentiloni) una politica dei forti (loro) contro i deboli (noi), trattati come sudditi ai quali concedere al massimo qualche deroga sui conti pubblici. Ricordate i nostri ultimi ex premier? In Italia facevano la voce grossa, lanciavano allarmi e ultimatum, ma ai summit, al cospetto della Merkel, si comportavano come timidi scolaretti («Con l'amica Anghela tutto bene», disse una volta Renzi).

L'Europa non l'hanno rovinata i populisti, ma le sinistre ossessionate da fascismi e nazionalismi, fantasmi da esibire per zittire chi più semplicemente chiedeva ordine, legalità, equità. E l'ha rovinata la Germania che ha nel suo dna l'istinto di egemonia sui popoli confinanti che si devono assoggettare ai suoi interessi e desideri.

Quello che potrebbe accadere nelle prossime ore (in politica fino all'ultimo secondo tutto è possibile) non è certo un bene. Ma è comunque meglio di una lenta, inesorabile agonia. Il fermo macchina per un bel tagliando non può fare paura, spesso è l'unico modo per ripartire.

Commenti

kallen1

Ven, 29/06/2018 - 17:17

Speriamo che la "schiena diritta" l'Italia la sappia mantenere ancora per molti anni....

Ritratto di antonio4747

antonio4747

Ven, 29/06/2018 - 17:19

Nessun veto, caro Sallusti. Conte ha firmato convinto di avere fatto il colpaccio del secolo, invece Macron, alle spalle l'ha fregato, facendo passare un testo che sarà pure formato da dodici punti, ma non dice assolutamente nulla di vincolante per gli Stati. Ergo tutto rimane come prima, anzi peggio perché ora siamo visti solo come rompi.......Altro che pugni sul tavolo, i pugni ce li hanno sferrati in faccia, facendoci credere che le nostre proposte erano state accolte. Salvini sveglia, la campagna elettorale è finita.

Ritratto di dlux

dlux

Ven, 29/06/2018 - 17:20

Vede Direttore quanto poco ci voleva a scoprire le carte false ed ipocrite di questa Europa? Gratta, gratta, nemmeno troppo in profondità, sono emerse tutte le bassezze, tutte le povertà d'animo dei componenti, di questi pseudo-attori che si atteggiano a statisti di alto rango ed alla prova dei fatti sono solo dei pessimi istrioni. E pensare che fino all'altro giorno i nostri rappresentanti (poveri noi!) erano lì, tutti tremebondi al cospetto di costoro, con il cappello in mano e la testa ciondolante in avanti in segno di assenso. Assenso a cosa? A qualunque cosa...

Ritratto di MaddyOk

MaddyOk

Ven, 29/06/2018 - 17:27

Per l'opposizione il risultato del vertice europeo è stato deludente...ululano alla luna ma se ci fossero stati Renzi o Gentiloni nessuno li avrebbe nemmeno considerati. Le rivoluzioni non si fanno in un giorno, in tema di migranti si è passati dal principio di obbligatorietà a quello della volontarietà, quindi l'Italia potrà continuare a tenere i porti chiusi e nessuno potrà dirci cosa dobbiamo fare, inoltre potrà non aprire alcun hotspot senza che nessuno possa protestare...come inizio niente male, poi si vedrà.

Ritratto di Cali85

Cali85

Ven, 29/06/2018 - 17:32

Purtroppo, in fondo in fondo l'ho sempre pensato ! Ho sempre creduto che fosse impossible che 23 popoli di storia e di lingue diverse potessero agire come un'unica nazione. Solo un Comunista visionario come Altiero Spinelli poteva credere che Inglesi o Francesi rinunciassero anche ad un solo " grammo" di sovranità nazionale a favore di altri . Hanno pensato che fosse facile dimenticare millenni di guerre, invasioni, massacri, culture nazionali diverse per fare come gli Stati Uniti o il Brasile. Però non hanno considerato che loro sono partiti con la stessa lingua e con la stessa cultura e storia. E' sempre così: E' 'ignoranza che ti frega!!!

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Ven, 29/06/2018 - 17:52

Finalmente un Sallusti che condivido appieno. Un reset profondo è obbligatorio, default compresi.

Maver

Ven, 29/06/2018 - 17:52

Se questa è la considerazione che a Buxelles hanno dell'Italia al diavolo questa UE, capolavoro di ipocrisia e coercizione burocratica. L'Italia non sopravviverebbe al futuro che ci vogliono imporre, pertanto non diciamo che il lavoro compiuto sino ad ora da questo Governo è ostentazione di una cieca politica muscolare. E' piuttosto l'ultimo sussulto di una Nazione soffocata da una pianificazione disumana e negatrice proprio di quell'Umanesimo che fece grande la nostra Civiltà, tanto che il risveglio di coscienza testé avvenuto nella base popolare (abbandonata e vilipesa) ha quasi del miracoloso. Prepariamoci alle ristrettezze se amiamo la Libertà, questo non è un gioco.

INGVDI

Ven, 29/06/2018 - 17:56

Il problema migranti l'abbiamo creato NOI, non l'Europa. "Abbiamo voluto accoglierli TUTTI NOI" ha affermato più volte candidamente la Bonino. Le altre nazioni hanno chiuso le frontiere, NOI con i governi Letta, Renzi e Gentiloni le abbiamo spalancate. Abbiamo fatto propaganda perché venissero TUTTI da NOI. La Marina Militare, le Capitanerie di Porto, le Ong, coordinate dal Centro di Roma, tutte a fare finti salvataggi e veri trasporti migranti TUTTI da NOI. E' finita la farsa ed i colpevoli sono stati smascherati. Salvini si trova ad affrontare un problema che non è risolvibile con i proclami, ma solo con la chiusura dei confini, i blocchi navali ed i respingimenti.

Altoviti

Ven, 29/06/2018 - 20:15

@INGVDI: e con i rimpatri dei 600 000 e rotti clandestini!

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Ven, 29/06/2018 - 20:53

Se Francia e Germania han guidato l'Europa secondo i loro interessi, verissimo, allora i populismi europei son dalla parte del giusto? Che modo di ragionare è? Se mafioso uno ha torto allora mafioso due ha ragione? No, sono entrambi mafiosi. Idem in Europa: Francia e Germania son quel che son sempre stati ma i populismi ..... Per favore, no!

Blueray

Ven, 29/06/2018 - 20:56

Concordo pienamente con lei Direttore quando dice: "Se l'Italia ha una colpa, è quella di aver assecondato per anni (governi Monti, Letta, Renzi e Gentiloni) una politica dei forti (loro) contro i deboli (noi), trattati come sudditi". E ancora prima, negli anni, ci sono inquietanti esempi di genuflessioni. L'Italia ad es fu l'UNICO Stato degli allora 27 che nel luglio del 2008 approvò il complesso e controverso trattato di Lisbona addirittura all'unanimità delle Camere, ingenerando A LIVELLO MONDIALE l'impressione che il nostro Paese fosse talmente entusiasta dell'Ue e di questo discutibilissimo e contrastato trattato da accettarlo così come un atto di fede purchè si realizzasse appieno il progetto europeo

Silvio B Parodi

Ven, 29/06/2018 - 21:23

INGVDI vero, tutto vero quello che scrivi, Salvini sta facendo proprio questo: chiusura ermetica dei confini italiani, pero', c'e' un pero' ci sono parecchi personaggi, col crik in mano, pronti a scardinare le porte d'entrata, speriamo bene!!!!

maria angela gobbi

Ven, 29/06/2018 - 21:24

chi ha un amico svizzero vada a vedere i telegiornali della RSI(tranquilli,non è la Repubblica Sociale,ma RadioTv Svizzera Italiana) Senta le interviste a Ventimiglia:migranti che non capiscono un tubo di quel che gli promettono...e pagano!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 29/06/2018 - 22:13

Fuori chi non vuole i migranti? Noi non l ivogliamo, che bello ,andiamo fuori da questo gruppo di negrieri.

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Ven, 29/06/2018 - 22:16

Tra tutti Monti si è dimostrato il più dannoso ed inadeguato pdc, almeno per gli italiani. Eppure quanti erano innamorati di questo personaggio, molto sobrio certamente ma altrettanto dannoso.

Ritratto di Buggiomar

Buggiomar

Ven, 29/06/2018 - 23:21

Progetti universalistici ogni tanto s'affacciano all'interno della storia europea (i Romani, Carlo Magno, Carlo V, ecc.), per infrangersi, tuttavia, miseramente contro le fortissime spinte sovraniste degli Stati-Nazione. Quello di Prodi, Monti, Renzi e compagnia bella rappresenta, allora, solo l'ultimo, in ordine di tempo, degli esperimenti europeisti, destinato, tuttavia, come gli altri, a dissolversi inesorabilmente.

GPTalamo

Sab, 30/06/2018 - 05:44

"La legge piu' importante dello stato e' la sicurezza del popolo". Marcus Tullius Cicero, magistrato romano, 106-43 B.C. [ricordo che una delle cause della caduta dell'impero romano d'occidente e' stata l'invasione incontrollata da parte di altri popoli meno civilizzati].

GPTalamo

Sab, 30/06/2018 - 05:59

Buggionar, da studioso di storia romana ti devo corregere un poco: non e' giusto dire che si e' infranto "miseramente" un impero glorioso come quello romano. E' durato circa mille anni (al paragone, lo stato italiano 150 anni), e il suo progetto europeistico non era un fallimento, perche' i cittadini potevano muoversi tra Britannia e Siria senza problemi. I problemi sono arrivati quando c'e' stata un'invasione incontrollata di migranti di cultura meno sofisticata (e magari questo e' un motivo per evitare l'invasione attuale dall'Africa).

forzanoi

Sab, 30/06/2018 - 06:16

io sono ancora un pò europeista anche se non ho nulla da spartire con francesi belgi e tedeschi! L'unica certezza è forse la moneta unica, anche se il primo dramma europeista è stato lo sciagurato concambio con l'amata lira (due euro per mille lire)! Ma adesso è arrivato il momento della parità : parità di doveri di diritti e quindi di dignità nazionale e Il merito di questa battaglia è esclusivo di Salvini che ha in Conte un ottimo portabandiera!

Popi46

Sab, 30/06/2018 - 06:30

Sarà anche entusiasmante sentirsi per una volta con “la schiena dritta”,è di certo vero che il dossier “immigrati” è stato gestito da incompetenti, altrettanto realtà il fatto che questa UE è nata storta, ma la situazione mi preoccupa assai.... fuori dall’UE? Non credo che possiamo permettercelo, non siamo gli USA di Trump, a cominciare dal macigno del debito pubblico.... e se la benzina dovesse arrivare a costare,che so, 10 €/l?

Domenicobisinella

Sab, 30/06/2018 - 06:44

Per sconfiggere il crimine dei rapimenti si impose il blocco dei beni della famiglia del rapito. Nel caso delle ONG si deve bloccare chi le finanzia e vietare qualsiasi transazione per acquisto di combustibile, attracchi, e/o salari all'equipaggio.

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 30/06/2018 - 07:06

Un detto antico insegna che "non tutti i mali vengono per nuocere". Fuori dall'Euro e fuori dalla UE. Per noi sarà l'occasione per risorgere.

VittorioMar

Sab, 30/06/2018 - 08:10

..la Vulgata di Giornali e Politici dice che questo accordo è una Fregatura :e se fosse il Contrario ??...se il Prof.Conte avesse rispettato la Sovranità dei Paesi di VISEGRAD,in parte quella Italiana ,e penalizzato quelli che ci hanno tenuto in SOGGEZIONE..SOTTOMISSIONE ...portandoci alla POVERTA' ??...almeno la gestione sovrana dei PORTI che rimangono chiusi ??....forse sbaglio ma i Populisti in UE crescono di giorno in giorno...e sino a Giugno 2019 non si può prevedere cosa accadrà !!!

Ritratto di combirio

combirio

Sab, 30/06/2018 - 09:33

I PDioti l’ hanno studiata a tavolino, si sono inventati l’attività truffaldina dei migranti che rende più della droga ma che all’ occidente costerà come una guerra, ormai la loro mentalità governa il Parlamento Europeo. Nutro dubbi su c’è chi sostiene come Berlusconi che con l’ Europa bisogna avere un atteggiamento meno invasivo e più dialogante. Ricordiamo che Micron rimane un elemento della Open Society e che sostiene le sue idee, ridurci come la Grecia è una. Infatti in questo consiglio Europeo finora gentilmente ci è stato concesso poco o nulla e nei fatti dovremo arrangiarci da soli. In pratica tutti gli immigrati forzati che sbarcano c’è li dovremo tenere e gli altri non li vogliono,con le sanzioni alla Russia che sono state riconfermate. Mi sembra un dialogo con i sordi. Lascio a chi governa trarne le conclusioni. Auguri.

edo1969

Sab, 30/06/2018 - 10:15

mauriziogiuntoli e chi sono i “non populisti” da votare allora? renzi e gentiloni? berlusconi? casini? boldrini? bonino? No grazie.

Ritratto di manasse

manasse

Sab, 30/06/2018 - 10:24

e il motivo per cui hanno fatto fuori BERLUSCONI che a differenza delle calzette che lo hanno sostituito di certo non si presentava con il cappello in mano elemosinando come i monti e successori incapaci di TUTTO

INGVDI

Sab, 30/06/2018 - 11:43

Il problema migranti l'abbiamo creato NOI, non l'Europa. "Abbiamo voluto accoglierli TUTTI NOI" ha affermato più volte candidamente la Bonino. Le altre nazioni hanno chiuso le frontiere, NOI con i governi Letta, Renzi e Gentiloni le abbiamo spalancate. Abbiamo fatto propaganda perché venissero TUTTI da NOI. La Marina Militare, le Capitanerie di Porto, le Ong, coordinate dal Centro di Roma, tutte a fare finti salvataggi e veri trasporti migranti TUTTI da NOI. E' finita la farsa ed i colpevoli sono stati smascherati. Salvini si trova ad affrontare un problema che non è risolvibile con i proclami, ma solo con la chiusura dei confini, i blocchi navali, i respingimenti ed il rimpatrio dei 600.000 clandestini (come giustamente suggerisce Altoviti).

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 30/06/2018 - 11:53

---vorrei chiedere a sallusti se egli crede che in caso di chiusura dei battenti dell'unione europea --con un liberi tutti conclamato--e con schengen cancellato per i 28--il problema delle migrazioni sarebbe più o meno complicato per l'italia come stato singolo---ricordiamoci che l'italia ha un'handicap di partenza mica da ridere --condannato dalla sua posizione geografica-(io so come andrebbe a finire)--dal punto di vista economico invece--la disgregazione dell'unione farebbe fare i salti di gioia sia agli americani che ai russi-e renderebbe le economie dei singoli stati europei irrisorie nell'ottica planetaria---swag

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Sab, 30/06/2018 - 12:11

Non posso che plaudire al suo articolo, egregio Direttore. E di tutto ciò che è avvenuto il merito principale è del motore del governo, cioè Salvini. E' il trionfo della libertà di un popolo. Le furbizie di Macron e Merkel fanno ridere. Adesso limitiamo il raggio d'azione della nostra guardia costiera entro i limiti delle acque italiane e lasciamo che dei migranti se ne occupino libici, maltesi, ong e don Francesco, rigenerato dalla carezza del marito giovane della stagionata Brigitte.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Sab, 30/06/2018 - 12:21

Forse caro Dott. Sallusti manca la benzina; il fatto che sono state tolte dal principio le radici giudaico cristiane ha tolto tutto. Shalòm. P.S. Come il corpo senz'anima è allo stato bestiale così l'anima senza il corpo ci fa soltanto volare sulle nuvole.

Dordolio

Sab, 30/06/2018 - 12:29

Manasse... Berlusconi - al suo meglio - era politico di grande presenza scenica, affabulatore come pochi, piacione che si compiaceva del ruolo, anfitrione supremo di qualsiasi cosa ed evento... Ma il tutto era solo per lui. Con l'eccezione della faccenda gheddafiana (dove ottenne umiliandosi però di fronte all'osceno beduino) alla fine ci ha riportato un pugno di mosche. Sempre. Ma si è divertito certamente parecchio ed è stato in compagnia dei grandi della Terra. Siamo contenti... per lui. Solo per lui...

Anonimo (non verificato)

venco

Sab, 30/06/2018 - 12:56

Siamo uno Stato sovrano e la sovranità popolare è superiore a tutti gli accordi e imposizioni esterne

Anonimo (non verificato)

Ritratto di 02121940

Anonimo (non verificato)

Ritratto di filospinato

filospinato

Sab, 30/06/2018 - 13:43

Sallusti Deo Gratias !!!

Ritratto di manasse

manasse

Sab, 30/06/2018 - 19:46

se fosse come dici caro dordoglio perche lo hanno silurato i contratti come il raddoppio del canale di Panama il petrolio libico e il gas dalla russia lo ha fatto solo per lui o ne ha benefiaciato anche te