"Cibo e medici carenti": per protesta i profughi occupano la strada

In Veneto rivolta degli immigrati: "I pasti sono scarsi, manca il sapone e anche l'assistenza sanitaria è inadeguata"

Non è la prima volta che succede e con ogni probabilità non sarà l'ultima.

Ad Eraclea, in provincia di Venezia, i profughi alloggiati nel residence Magnolia, hanno bloccato il traffico occupando una strada per protestare contro una situazione igienico-sanitaria molto precaria e il cibo insufficiente, oltre a cure mediche giudicate inadeguate.

"La situazione a Eraclea Mare è insostenibile - dice al Gazzettino Mohamed, 26 anni, della Costa d'Avorio, che parla un francese fluente -: l'assistenza sanitaria non è certo delle migliori. Non ci sono malattie gravi ma molta gente tra noi ha la febbre e soffre di mal di testa. Abbiamo fatto intervenire l'ambulanza del primo soccorso che ha cercato di risolvere il problema con delle semplici somministrazioni di paracetamolo. Il mangiare poi non sempre è suffciente e inoltre è carente la fornitura di sapone. Anche per noi africani il non poterci lavare regolarmente costituisce un vero problema. C'è poi la questione del sovraffollamento, siamo arrivati a essere in 400, e nei singoli appartamenti sono alloggiate sei persone, a volte senza brande, oltre a non avere acqua ed energia elettrica."

In effetti, il sindaco Giorgio Talon conferma che anche i residenti della via in cui sorge la struttura che ospita gli immigrati avrebbero segnalato l'inadeguatezza della situazione igenico-sanitaria, promettendo vericihe tempestive. Al tempo stesso, però, il primo cittadino tiene a sottolineare anche che dell'ospitalità dovrebbe occuparsi una locale cooperativa.

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 13/07/2015 - 12:02

L'ha, forse, ordinato loro il medico di venire a mingere alle nostre latitudini?

franco-a-trier-D

Lun, 13/07/2015 - 12:02

rimandateli al loro paese la mangeranno megli se mangeranno, gli scorpioni e i serpenti sono ottimi cibi

giovanni PERINCIOLO

Lun, 13/07/2015 - 12:03

Rispedirli subito al mittente. Saranno sicuramente trattati meglio!

obiettore

Lun, 13/07/2015 - 12:04

Pretendere, pretendere, pretendere.

magnum357

Lun, 13/07/2015 - 12:04

Ma che cosa credevate di trovare in Italia ? Il paese dei balocchi forse ? Accontentatevi di quello che trovate, altrimenti tornatevene da dove siete arrivati !!!! Gli italiani indigenti non ricevono nemmeno il buon trattamento a voi riservato, vergognatevi !!!!!

Ritratto di frank60

frank60

Lun, 13/07/2015 - 12:09

Se stavano bene dove erano.....ci tornino.

acam

Lun, 13/07/2015 - 12:13

prima di partire dovrebbero capire che qui non ci sono i mezzi per quello che vogliono loro

DANIELA1

Lun, 13/07/2015 - 12:28

Se qui stanno male, possono sempre tornare al loro paese. nessuno li trattiene

paco51

Lun, 13/07/2015 - 12:32

se è così. tornate a casa vostra!

RobertRolla

Lun, 13/07/2015 - 12:39

Le coop, si sa, devono fare il loro businnes. E questi altri? Non paghi di mangiare tutti i giorni a sbafo, pretendono ... pretendono ... pretendono. Rimandiamoli da dover son venuiti. Al più presto.

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Lun, 13/07/2015 - 13:06

Ma a casa loro che ci avevano ogni comodità e servizio? E perchè allora non ci sono rimasti? Se invece, come ritengo mangiavano pane di sterco farcito di cimici, che imparino a dir "grazie", se la parola esiste nei loro idiomi tribali.

Luxmundi

Lun, 13/07/2015 - 14:02

in africa ci sono un miliardo di persone e dato che ha la più alta natalità del mondo tra 30 anni raddoppieranno; se non si da un segnale immediatamente, rimpatriandoli subito, verremo invasi da ben altri numeri e vorranno essere mantenuti a vita (se avessero voglia di lavorare avrebbero sviluppato l'africa!)...

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 13/07/2015 - 14:19

"l'assistenza sanitaria non è certo delle migliori." Da qualche tempo abbiamo infatti smesso di ricorrere(salvo qualche sporadica belina residua) agli stregoni ed ai riti voodoo preferiamo, quale antipiretico, il paracetamolo.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 13/07/2015 - 14:23

Spero comunque che, prima o poi, qualche centro(senza copertura wi-fi!)venga ridotto in briciole dai "disperati". Con danni per svariati milioni di euro. Così, almeno, qualcuno in Italia comincerà a rinfurbire.

killkoms

Lun, 13/07/2015 - 16:47

non ve l'ha detto il dottore di venire qui!per essere entrati illegalmente,vi danno anche troppo,poiché gli italiani la (loro)sanità pubblica la pagano a monte con le tasse,e a valle con i ticket!

Tikitaka

Lun, 13/07/2015 - 17:44

Forse conviene tornarsene nei Paesi d origine sicuramente li vi daranno più attenzioni...fate in fretta a fare le valigie!

Ritratto di 100-%-ITALIANA

100-%-ITALIANA

Lun, 13/07/2015 - 17:47

Volete spiegarmi, per cortesia, voi che siete venuti in Italia, magari anche illegalmente che "belino" pretendete? Io mangio nella mensa aziendale (E LA PAGO)il cibo non è abbondante ed è poco appetibile (x non dire di peggio) mio marito è diabetico ed è costretto a comperare microlance e reagenti x il glicometro ho la suocera in casa di riposo ma dobbiamo regolarmente integrare i presidi x l'incontinenza perché la fornitura dell'ASL non è sufficiente; se devo fare visite ed esami li pago - Non vi va bene quello che v'offriamo?? Ma guardate che se ve ne tornate ai vostri paesi d'origine fate solo 1 favore a tutti.....eccetto coop ed associazioni SIprofit NESSUNO V'HA NE CHIAMATI NE CERCATI