Il cimitero a pagamento

Arriva adesso la notizia del Pantheon a pagamento, poi toccherà a San Pietro, già è così ai Frari a Venezia

E per forza che per i beni culturali è sempre sera, anzi notte fonda! Arriva adesso la notizia del Pantheon a pagamento, poi toccherà a San Pietro, già è così ai Frari a Venezia. Le chiese non sono più luoghi di culto e di preghiera, e anche luoghi di meditazione con gli occhi ai dipinti e alle sculture, ma esercizi commerciali nei quali conoscere e vedere non è una crescita spirituale, come pregare, ma un consumo. In taluni casi sono veri e propri musei, ma la loro funzione primaria è simbolica, spirituale e, nel caso del Pantheon, anche civile. Pagare al Pantheon, o in una chiesa, è come pagare al cimitero dove i morti ci parlano. Prevale la logica del danaro. E l'educazione dello spirito appare marginale.

Così anche la perversione di Catania dove, nella mostra «da Giotto a De Chirico», l'apparizione di una tavola di Antonello dipinta sui due lati, capolavoro dimenticato, acquistato dalla Regione per soli 315mila euro, passa sotto silenzio, in una regione in cui solo la mafia fa notizia. Nella giornata di ieri ho presentato l'Antonello a Catania, inaugurato una mostra a Caltagirone, fatto la regia della Vedova allegra al teatro Bellini, e il giornale La Sicilia ha messo in prima pagina la mia imperdibile adesione al sit in contro di me per il pm Di Matteo! La cultura non fa notizia se non porta danaro, e lo spirito degli uomini decade nell'ignoranza. Il pensiero è: siccome al Pantheon vanno tante persone, facciamole pagare.

Commenti

mariod6

Mar, 12/12/2017 - 17:47

Dott. Sgarbi, l'ammiro per la sua dialettica e cultura e l'invidio per la sua capacità e libertà di espressione. Noi poveri cristi non abbiamo mai voce in capitole, urli Lei anche per noi.

Ritratto di nestore55

nestore55

Mar, 12/12/2017 - 18:07

Socrate diceva: Esiste un solo bene, la conoscenza, ed un solo male, l'ignoranza. Ne abbiamo la conferma tutti i giorni!E.A.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mar, 12/12/2017 - 19:35

Non credo che pagare un ticket per accedere al Pantheon sia tanto sbagliato, purchè non sia eccessivo. Produce un maggior rispetto per le Grandi Opere Storiche, e, senza far soffrire molto, si produce una risorsa, da ben investire, di cui il Paese ne ha certamente bisogno. -19,35 - 12.12.2017

sparviero51

Mar, 12/12/2017 - 20:31

MAGGIULLI : ECCO UN ALTRO TIFOSO DELLE BELLE TASSE !!!

semelor

Mar, 12/12/2017 - 21:52

A Venezia non solo ai Frari si paga, ma in molte altre. Solo i residenti non pagano basta presentare un documento di identità.

soldellavvenire

Mer, 13/12/2017 - 12:50

il mio personale sgarbo quotidiano: per entrare al cimitero si paga, eccome, magari non di persona ma tramite balzelli ai parenti, senza contare quello che hai speso in anticipo per la tua, di tomba

soldellavvenire

Mer, 13/12/2017 - 12:52

però le tue mostre sono a pagamento, CAPRA! le opere d’arte a gratis, ma solo quelle degli altri