Cina, condannato all'ergastolo ​l'ex capo della sicurezza

Le accuse mosse nei suoi confronti sono quelle di "abuso di potere, corruzione e diffusione volontaria di segreti di Stato", in un processo top secret, che si è concluso giovedì sera

È stato condannato all'ergastolo Zhou Yongkang, ex capo della sicurezza cinese e membro del Comitato Permanente del Partito Comunista Cinese. Le accuse mosse nei suoi confronti sono quelle di "abuso di potere, corruzione e diffusione volontaria di segreti di Stato", in un processo top secret, che si è concluso giovedì sera.

È uscito così definitivamente di scena un uomo fra i più feroci e temuti dell’intero apparato di sicurezza cinese. Zhou, precedentemente capo dell’azienda petrolifera più importante della Cina, era alla guida della "gang del petrolio" che è stata decimata da Xi Jinping, nel corso della sua campagna contro la corruzione.

Ora, Xi si è liberato di tutti i suoi nemici più importanti, con pene sempre esemplari.

Commenti

franco-a-trier-D

Gio, 11/06/2015 - 18:08

COME LE PENE ITALIANE AJAJAJAJAJA