Cina, donne come auto usate: Audi ritira lo spot sessista

Fa discutere la pubblicità della casa automobilistica tedesca in cui si vede una donna cinese paragonata alle auto usate ed ispezionata dalla suocera come fosse un animale

Una donna cinese si avvicina all'altare preparato per il matrimonio. Raggiunge il futuro marito, gli sorride, si prepara per la cerimonia. Ad un tratto, però, la suocera si alza dai banchi del pubblico e inizia ad esaminarla come se fosse un animale: le controlla il viso, le orecchie, i denti. Come se fosse un cavallo al mercato del bestiame. Quindi, finalmente soddisfatta, rivolge un vigoroso gesto di approvazione al proprio figlio.

È questa la scena inclusa in una pubblicità dell'Audi diffusa in Cina, in cui viene proposto l'accostamento fra le donne e le auto usate. Lo spot, com'era prevedibile, ha sollevato un vespaio di polemiche ed è costato alla casa automobilistica tedesca una serie di accuse di sessismo.

Allo scoppio dello scandalo, Audi ha presentato le proprie scuse e ha ritirato lo spot, ribadendo che le immagini proposte non rappresentano i valori dell'azienda. Non si tratta, però, di un caso senza precedenti.

L'anno scorso aveva fatto discutere la pubblicità di una marca di detersivo che, sempre in Cina, aveva tentato di pubblicizzarsi mostrando un uomo di colore che dopo essere entrato in lavatrice, ne usciva con la pelle assai più chiara. Ma non solo. Ancora più clamoroso il caso del dentrificio cinese "Darkie" (scuro, in inglese) nella cui pubblicità compariva un uomo di colore che mostrava i propri denti bianchi. In quel caso il brand venne acquistato da Colgate-Palmolive e ribattezzato "Darlie".

Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 20/07/2017 - 13:10

Allora anche il Padreterno è "sessista" perché comandava agli uomini di non desiderare la donna degli altri, poiché comandava alle donne di non andare oltre, ad ultras, al loro uomo, ovvero di non commettere adulterio. E se invece fosse proprio il femminismo la filosofia balorda e satanica? Ora, se l'ardua sentenza spetta ai posteri, vince Dio Padre, perché le femministe non lascino figli o ne fanno troppo pochi. E quei pochi sono spesso complessati, costretti a crescere senza il riferimento della figura paterna. Cioè maschile, cioè sessista. Alla faccia della Boldrini.

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 20/07/2017 - 13:56

Bell'abitudine...persa in Italia,forse perché non si usano più i cavalli??

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 20/07/2017 - 15:16

La Boldrini che dice? NON PERVENUTA. Non riguarda le risorse nere,e nemmeno il suo ego femminista,quindi CHISSENEFREGA.