Lo squadrismo dei veti

I grillini si spaccano e scappano dal tavolo con Berlusconi. Ma Di Maio rischia di schiantarsi

Non sappiamo come andranno oggi e domani le votazioni per eleggere i nuovi presidenti del Senato e della Camera, tanto meno si possono fare ipotesi sul futuro governo. Ma questi primi giorni di post-voto una verità già ce la dicono, ed è la difficoltà - se non incapacità - del movimento Cinquestelle a muoversi dentro la comunità politica che è, ci piaccia o no, l'architrave della democrazia.

Un conto è stare all'opposizione a urlare slogan, mettere in scena teatrini parlamentari, insultare, promettere di possedere la bacchetta magica. Altro è dover stare nel gioco di chi governa con ambizioni di guida, cosa che comporta capacità altre di quella del comico o del capopopolo.

Comandare, almeno che non si tramuti in dittatura, significa condividere, dividere, dialogare e mediare secondo leggi - a volte scritte, altre no - che non sono quelle del tuo club di appartenenza, ma universali e vecchie quanto il mondo. Sui ponti di comando non ci sono purezza e verginità da preservare, ma obiettivi da raggiungere nel rispetto delle regole.

Per questo fa un po' sorridere e tanto inquieta sentire Di Maio sostenere che vuole sedersi a un tavolo con il centrodestra, ma a patto che non ci sia Berlusconi. Oppure che accetta un candidato del medesimo centrodestra alla presidenza del Senato ma non Paolo Romani perché sua figlia minorenne ha usato impropriamente un telefonino di servizio in dotazione al padre. Ognuno, ovviamente, è libero di pensarla come crede. M

a ognuno comanda solo in casa propria e non può imporre ai vicini usi e abitudini della sua ditta. Quando si tratta non ci sono nemici, ma controparti che non puoi scegliere, basterebbe ripassare la storia. Roosevelt accettò di incontrare Stalin per decidere un nuovo ordine mondiale, due papi hanno stretto la mano a Fidel Castro per il bene della Chiesa, Berlusconi stesso ha messo più volte insieme allo stesso tavolo diavolo e acquasanta per un bene superiore.

Il fatto che Di Maio pensi di essere ancora capo di un'opposizione squadrista, che pretende di imporre nomi agli avversari, che divide gli uomini - in base a una sua personale e discutibile etica - in buoni e cattivi invece che in utili o inutili, non promette nulla di buono in ogni caso. Perché se continua così i casi sono due: o si schianta lui o fa schiantare la democrazia, che è cosa ben diversa dalla Casaleggio Associati.

Commenti
Ritratto di franco_G.

franco_G.

Ven, 23/03/2018 - 20:35

Sallusti, non menare il can per l'aia. Non è che Di Maio non vuole Romani come dici tu perché la figlia ha giocato col telefonino (a spese NOSTRE, quando il cdx si è scandalizzato per ben meno dai 5S), ma perché un CONDANNATO A UN ANNO E QUATTRO MESI DI GALERA PER PECULATO sulla seconda più alta poltrona istituzionale della Repubblica NON CI PUO' STARE NE' ORA NE' MAI.

Ritratto di scaligero

scaligero

Ven, 23/03/2018 - 20:57

Semplicemente perfetto !

Ritratto di combirio

combirio

Ven, 23/03/2018 - 21:40

Potrebbe anche essere un ottima mossa! Si prendono due piccioni con una fava. Primo: vedi se il 5***** vogliono bleffare e se sono coerenti. Se non va in porto anche anche la Bernini allora gli indiani direbbero che i 5***** hanno lingua biforcuta ed allora si dovrà agire in altro modo. Secondo: Berlusconi dovrebbe anzi esserne contento, perchè si potrebbe averne un ulteriore conferma con chi si avrà a che fare. Poi Salvini in definitiva vuole sistemare una legge elettorale pessima fatta con grande responsabilità dai Pdioti e da FI. Poi se possibile attuare qualche altro punto saliente. Se non è possibile tutti al voto. Per cui rimane inutile menare il torrone con Romani. Il tutto ormai sarà un terno al lotto. In bocca al lupo.

salvatore40

Ven, 23/03/2018 - 22:56

Non direi che Di Maio farebbe schiantare le democrazia in Italia. La democrazia è qui da noi profondamente SVUOTATA, è parola vuota e ingannevole.

no_balls

Ven, 23/03/2018 - 23:14

Alla luce degli ultimi accadimenti questo articolo e' divertentissimo.... Spiega chiaramente l'acutezza di analisi del direttore...... ahahahahhah

Ritratto di drazen

drazen

Sab, 24/03/2018 - 00:14

Speriamo che si schianti!

mcm3

Sab, 24/03/2018 - 04:51

Caro Direttore, anziche' cercare a tutti i costi di giustificare ancora Berlusconi, il suo continuo tentativo di imporre le sue volonta', dovrebbe sottolineare l'assurdita' di ostinarsi su un nome, da parte di un partito che rappresenta una minoranza nel paese, che non conta piu' nulla, che per sete di poter mantiene in stallo un paese, questa e' la vera assurdita' che lei dovrebbe evidenziare

Profondamentedeluso

Sab, 24/03/2018 - 07:42

Caro direttore, Lei scrive che la figlia minorenne avrebbe impropriamente utilizzato il cellulare del padre. Ecco perchè ho smesso,dopo una vita,di votare cdx. Invito chiunque a leggere la sentenza integrale della Suprema Corte x capire come stanno veramente le cose. Romani diede volontariamente la scheda alla figlia tanto che, dopo la perdita della sim e la sostituzione con nuova scheda, Romani consegnò volontariamente la nuova scheda alla figlia. I 5stelle hanno ragione e comunque Romani è un condannato con sentenza passata in giudicato.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Sab, 24/03/2018 - 07:44

Granitico tradimento!!

Marco-Marini

Sab, 24/03/2018 - 07:54

Tutto giusto o quasi, è chiaro e pacifico che la posizione di Berlusconi e Forza Italia è molto strumentale/strategica, in nomi alternativi ci sono ma evidentemente risulta più conveniente creare un muro verso il M5 stelle per poi cercare suluzioni "diverse" in prospettiva al futuro governo che dovrà nascere. Berlusconi i Grillini non li sopporta, non per niente ha cercato di screditarli durante tutta la campagna elettorale.

neucrate

Sab, 24/03/2018 - 08:09

Su Romani sono assolutamente daccordo con lei, diciamo che ha rubato a sua insaputa

Ritratto di karmine56

karmine56

Sab, 24/03/2018 - 08:10

Di Maio? Un bambino. "Parigi val bene una messa"

pensionato.stufo

Sab, 24/03/2018 - 08:35

Direttore mi scusi, ma se un politico non e' attento nelle piccolezze (telefonino) dimostra scarso interesse per il bene pubblico. Che faccia dell'altro.

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Sab, 24/03/2018 - 08:42

Sallusti fuori tema.

Mborsa

Sab, 24/03/2018 - 09:07

Il comportamento di Di Maio è politicamente infantile, a meno avesse il proposito di far saltare il blocco del cdx. Analogamente B. con la candidatura di Romani. Il fine ultimo di questo gioco è di andare alle elezioni in autunno, ma attenzione una volta varato il governo ci sarà una spinta per farlo durare (vedi governo Dini del 1997).

mich123

Sab, 24/03/2018 - 09:18

In un altro paese Romani avrebbe dato le dimissioni. Ma bisogna tener conto del contesto italiano dove se ne sono già viste di cotte e di crude. Lo stesso Grillo si é fatto sbattere la porta in faccia in Europa quando voleva cambiare partito per una questione di rimborsi. Certo uno potrebbe chiedersi: ma era così difficile rifiutare un telefonino di cui non aveva bisogno?

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Sab, 24/03/2018 - 11:35

Berlusconi ha sbagliato a candidare Romani. Un condannato per peculato non può essere la seconda carica dello stato.

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Sab, 24/03/2018 - 12:06

Romani ha semplicemente avuto un comportamento leggero anche se i tanti soloni di questo forum si scandalizzano quando ci tengono a fare i moralisti a tempo perso. Intanto dobbiamo pagare tanti personaggetti al parlamento, gente di piccolo cabotaggio, beneficiati dal popolo, quello che li vota perché vuole i soldi della "cittadinanza". I degni rappresentanti della cooperativa pseudo-politica del Comico e dell'Informatico.

Ritratto di adl

adl

Sab, 24/03/2018 - 12:27

Trump si congratula con Putin, Putin con Assad libera dai criminali finanziati ed armati dall'Alleanza Occidentale migliaia di civili della Goutha, Lady Peskerini redarguisce severamente il Sultano, che intimorito massacra i curdi in quel di Afrin in Siria, Xi minaccia di buttare i Treasury Bond Usa sul mercato cosa che provocherebbe un impennata dei tassi d'interesse..............e Giggino Azzeccagarbugli, non vuole Romani alla presidenza del Senato. Direttore l'Italia è molto meno di un'insignificante espressione geografica del mondo. Facciamoli divertire coi veti, i vetanti devono pur dimostrare di contare qualcosa, ai loro elettori votanti. Il Centro Destra deve trovare la quadra altrimenti è TAM QUAM NON ESSET. Ed il Cav. questo lo sa bene.

rrobytopyy

Sab, 24/03/2018 - 12:40

ma come fanno i cittadini a riappacificarsi con la politica ? la prossima volta alle urne andrà il 40%.