Ciotola d'acqua per il cane? Adesso il bar te la fa pagare

A Treviso una coppia ha dovuto pagare 30 centesimi per qualche sorso d'acqua bevuto dal cagnolino

Prima c'era stato il sovrapprezzo per scaldare la pappa di un neonato. Poi l'obolo per l'utilizzo del bagno, chiesto alla madre di una bimba di pochi anni. Ora c'è un bar che mette in conto ai clienti anche la ciotola d'acqua per il cane.

Accade a Treviso, nella centralissima piazza dei Signori, dove una coppia di locali in cerca di refrigerio si è seduta ai tavolini in una torrida domenica pomeriggio. Con loro anche il cane di famiglia, per cui hanno chiesto una ciotola d'acqua. Poche gocce, per cui si sono visti presentare un conto maggiorato di trenta centesimi.

Alla voce "Acqua cane", regolarmente battuto sullo scontrino.

Commenti
Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Lun, 20/07/2015 - 13:05

Speriamo solo che almeno l'acqua era minerale naturale e non quella del rubintetto

epc

Lun, 20/07/2015 - 13:07

E allora? Mi sembra giusto. I bar mica sono l'ENPA.... E poi su quell'acqua ci pagheranno pure le tasse. Dobbiamo disabituarci a chiedere sempre "qualcosa in più" ed aspettarci che sia gratis. Se lo è bene, dovremmo ringraziare ed essere grati dell'"in più". Se non lo è, amen....

Raoul Pontalti

Lun, 20/07/2015 - 13:09

Tre euro io avrei applicato non trenta centesimi. Il servizio si paga, l'esercente non lavora gratis perché poi deve pagare forniture, dipendenti, tasse etc. e con quel che gli resta deve vivere. La ciotola poi di chi era? Va anche lavata e se era dell'esercente ciò rappresenta un onere. Io viaggio spesso con il cane al seguito e pago supplemento pulizia e sanificazione camera d'albergo (per i peli del cane), al ristorante pago quello che il cane mangia e beve (anche birra talvolta!), etc. I servizi si pagano! E allora si scelgano gli esercizi che offrono i servizi migliori al prezzo più vantaggioso.

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 20/07/2015 - 13:10

Se non altro ci pagano le tasse....ma visti i tempi consideriamo che il titolare del bar rischia anche una multa dalla polizia locale per occupazione abusiva di suolo pubblico non rientrando la ciotola del cane fra gli arredi previsti (tavoli e sedie) ma questo solo nella testa priva di buon senso dei vigili.

Ritratto di Tristano

Tristano

Lun, 20/07/2015 - 13:15

Per completare il quadro ddei baristi italiani, aggiungo che l'altro giorno sono entrato in un bar "normale" ed ho chiesto 2 caffè (richiesti 2 euro, come al solito), poco dopo ho detto "ah, il caffé di mia moglie macchiato" (non mette lo zucchero) e la barista ha detto "deve tornare alla cassa per uno scontrino di 10 centesimi" !! E' ovvio che io in quel bar non metterò più piede; poi si lamentano se calano i clienti e si lamentano se vengono i cinesi a portargli via il lavoro.

Dordolio

Lun, 20/07/2015 - 13:20

La piccineria di voler far pagare un puro gesto di cortesia. E Leggendo in rete scopro che c'è chi lo giustifica pure (il cameriere ?!?! che l'ha portata... l'acquedotto che non la regala...). Nel "servizio" dovrebbero essere comprese tutte queste cose. Altrimenti tra poco ci sarà anche - giustificata pomposamente - l'usura sedia, la pulizia dell'ambiente e/o del plateatico, il lavaggio dei bicchieri ecc... Incidentalmente ho appreso che nel caso in questione della normale acqua fresca con un po' di menta è stata fatta pagare 3 Euro.

Ritratto di Luponero

Luponero

Lun, 20/07/2015 - 13:20

Cosa c'è di strano? Il gestore è forse tenuto a dar da bere l'acqua gratis ai cani. Esiste una legge che lo obbliga a farlo? E solo a suo buon cuore e puoi pretendere che uno rispetti la legge, non che sia amante dei cani e dia da bere ai cani assetati. Se amate i cani portatevi una bottiglietta d'acqua e una ciotolina, oppure portate una ciotolina e fermatevi ad una fontanella. Se non ci pensate voi padroni dei cani alle esigenze della vostra bestiola se ne deve preoccupare il gestore del bar?

vince50

Lun, 20/07/2015 - 13:33

Hanno fatto ben,in molti bar l'acqua la fanno pagare alle persone,e allora?

obiettore

Lun, 20/07/2015 - 13:50

Il cane, prima di andarsene, avrà sicuramente fatto una pisciatina sul muro per marcare il territorio. 30 cent ancora poco.

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Lun, 20/07/2015 - 13:57

@Raoul Pontalti: pure la birra al cane?!?! Ma cribbio, dove vive lei? In Veneto?!?! Spero almeno che il suo cane non prenda il vizio e non inizi a chiederle spritz all'aperol o col Cynar

Dordolio

Lun, 20/07/2015 - 14:18

Leggo commenti demenziali. E allora se mi cade - che so - il cucchiaino del caffè per terra e ne chiedo un altro devo pagarlo a parte (movimento del cameriere magari e costo aggiuntivo per il successivo lavaggio di un secondo articolo non previsto nella dotazione del servizio). Si trattava di una banale richiesta di pura cortesia. NON DI UNA ORDINAZIONE. Altra cosa se chiedo Perrier con ghiaccio e fettina di limone per il mio Terranova. E a Pontalti che me la porta NON DO MANCIA, ovviamente.

Imbry

Lun, 20/07/2015 - 14:46

Non so se è più ridicolo il barista che ha fatto pagare una ciotola d'acuqa o i commenti di certe persone. Ci sono località dove sono i gestori stessi a lasciare SEMPRE una ciotola d'acqua fresca fuori dal locale. Fare la cresta su mezzo bicchiere d'acqua è da buffoni e poi magari bevi il caffè a 1.1 Euro e manco fanno lo scontrino!

Mizar00

Lun, 20/07/2015 - 15:01

Tutto questo casino per 30 centesimi ? Siamo proprio nella società del "tutto dovuto"..

Ritratto di Zione

Zione

Lun, 20/07/2015 - 15:18

Solo in un discutibile "bar" gestito da qualche Mona (pessimo individuo) dall'anima nera, si può avere una richiesta così stupida quanto interessata; a maggior ragione se il Cliente già viene Fregato con prezzi Eccessivi su quello che ha ordinato.

Dordolio

Lun, 20/07/2015 - 16:11

La cosa che mi lascia perplesso è la mancanza di spirito imprenditoriale e l'arroganza di certi esercenti. Ha ragione chi fa notare che il favore, la cortesia, l'offerta di benefit (dal costo irrisorio) ti danno poi delle ricadute commerciali certe ed evidenti. Hai il cane? Ti fermi in un bar e il gestore vedendolo ansimante SI OFFRE di dargli una ciotolina d'acqua? Ci tornerai. E lo farai anche se forse il locale accanto ha un prezzo leggermente migliore. Se poi è lo stesso di sicuro. Hai apprezzato il gesto. E lo ricordi.

MenteLibera65

Lun, 20/07/2015 - 16:29

Se per far quadrare il bilancio del Bar hai bisogno dei 30 centesimi del cane, stai messo davvero male. La trovo veramente una cosa da pezzenti, e chi a chi la giustifica spero che prima o poi facciano pagare pure lo zucchero del caffè e i respiri mentre sorseggia, un tanto a respiro.

dot-benito

Lun, 20/07/2015 - 16:34

personalmente mi sembra giusto.nessuno pero'parla delle supertasse che i gestori di bar devono pagare

rokko

Lun, 20/07/2015 - 17:06

Se i prezzi sono esposti e chiari, niente da dire. Se invece è un servizio offerto a pagamento "a sorpresa", non va bene. Ogni gestore deve essere libero di offrire quello che vuole ai prezzi che vuole, saranno poi i clienti (andandoci o non andandoci) a giudicare se va bene o meno; l'unica cosa importante, appunto, è che il listino prezzi sia trasparente.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Lun, 20/07/2015 - 17:39

Questi sono gli stessi trevigiani che non vogliono i profughi! Il gran cuore della Padania!

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Lun, 20/07/2015 - 17:41

A Napoli è tutta un'altra cosa: ci sono sempre dei caffé sospesi!

IFatti

Lun, 20/07/2015 - 18:19

Dai... 30 centesimi sono in fondo pochi,servono solo a ripagare il costo per pulire la bella pisciatina che avrà fatto il piccoletto all'ingresso.