Circeo, taniche di benzina contro il comandante dei carabinieri forestali

Alcune taniche di benzina e una lettera minatoria diretta contro il comandante dei carabinieri forestali sono state lasciate davanti agli uffici del Parco del Circeo a Sabaudia. Di Maio: "Atto vigliacco"

Alcune taniche di liquido infiammabile lasciate assieme ad una lettera su un muretto davanti agli uffici del Parco nazionale del Circeo a Sabaudia. All’interno un elenco di minacce destinate al comandante dei carabinieri forestali che vigilano sul polmone verde del litorale pontino.

Sono ancora sconosciuti i motivi e gli autori del gesto. Per identificarli ora sono al lavoro i carabinieri del comando provinciale di Latina che hanno subito avviato le indagini mentre via Facebook è arrivata la solidarietà al comandante dal vicepremier Luigi Di Maio, che ha definito il tentativo di intimidire i militari “l'ennesimo atto vigliacco ai danni di chi ogni giorno difende la nostra sicurezza, la nostra terra e i cittadini che ci abitano”.

“Taniche di benzina e lettere varie non fermeranno chi ogni giorno fa il suo lavoro, al servizio dello Stato e della sicurezza delle persone”, ha scritto il leader del Movimento 5 Stelle, che si è detto “fiducioso che le indagini condurranno all'individuazione degli autori”. “Chi deve aver timore – ha ammonito Di Maio - sono gli individui che si mettono contro i cittadini per bene, contro i territori e contro il nostro Paese”.