La circolare choc della Rai per chiudere bocca ai dipendenti

Dopo lo scandalo degli mazi-stipendi, un comunicato interno firmato da Antonio Campo dall'Orto vieta a giornalisti e dipendenti Rai di rilasciare interviste

Un comunicato che sa di bavaglio per evitare ulteriori scandali dopo la pubblicazione deimaxi stipendi di giornalisti e dirigenti Rai. Una circolare firmata di suo pugno da Antonio Campo Dall'Orto, direttore generale del carrozzone di Stato, e che impone a tutti di non parlare dell'azienda senza autorizzaione. Pena, ovviamente, una sanzione disciplinare. ù

La circolare della Rai

"Ogni lavoratore - si legge nella missiva svelata da Libero - ogni lavoratoe (subordinato o autonomo, in coerenza con quanto previsto dagli specifici accordi contrattuali), deve astenersi scrupolosamente e con riferimento a qualsiasi contesto pubblico o aperto al pubblico" dal parlare della Rai. Bene o male non importa: qui conta il silenzio. I giornalisti, quindi, non possono "rilasciare interviste non autorizzate ad Organi di stampa, commesse al ruolo aziendale o su tematiche attinenti ai fatti aziendali". Poi, è assolutamente vietato "rilasciare commenti o assumere prese di posizione personali su notizie e/o fatti aziendali, ovvero attinenti colleghi o altri esponenti aziendali". Infine, si rischia grosso nel caso in cui vengano divulgate "informazioni aziendali riservate senza preventiva autorizzazione".

La repressione non deve aver funzionato, se la circolare è finita col diventare pubblica. Ma tant'è. Quello che è certo è che in Rai vige una sorta di dittatura: vietato aprir bocca senza che il capo lo permetta.

Commenti

beep

Gio, 28/07/2016 - 13:05

Non ve ne siete ancora accorti che questa e' gia' una dittatura ? Anche nella ASL dell'Emilia Romagna se i medici o qualsiasi dipendente fa arrivare all'esterno i guai della Azienda puo' essere cacciato. COMUNISTI MA DOVE CxxxO SIETE:

cgf

Gio, 28/07/2016 - 15:08

'Bene o male non importa: qui conta il silenzio' ..se una circolare l'avesse firmata di suo pugno l'uomo col pullover la FIOM avrebbe indetto uno sciopero immediato.

Antonio43

Gio, 28/07/2016 - 15:22

I dipendenti Rai di qualunque ordine e grado non possono aprire bocca, dall'orto si incazza, allora un sonoro pernacchione glielo mando io. Ma è proprio sicuro di meritare tutti quei soldi questo fenomeno? Come mai per poter bypassare la legislazione italiana in fatto di compensi di un certo livello, si è ricorsi all'escamotage irlandese? dell'orto, un bel vaffa ci sta tutto, è compreso in tutti quei soldi che mai e poi mai meriti. Vedremo i risultati Rai alla fine, speriamo presto, del tuo straricco contratto.

Ritratto di wciano

wciano

Gio, 28/07/2016 - 16:55

Succede in ogni azienda, ogni dipendente è tenuto a mantenere il riserbo sulle cose che succedono all'interno. Cosa c'è di strano? Invito tutti i commentatori a raccontare sul serio ogni magagna che vedono sul proprio posto di lavoro dunque.

giovauriem

Gio, 28/07/2016 - 17:00

quando si magna non si parla , ora si stanno pappando i soldi del canone , e nessuno deve disturbare con parole inutili che potrebbero mandare qualche boccone di traverso .

Una-mattina-mi-...

Gio, 28/07/2016 - 17:13

CASPITA, SIAMO ALL'ISTITUZIONALIZZAZIONE DELL'OMERTA'. Pe la sigla della fine trasmissioni, metterei un assolo di "scacciapensieri"