Il clima mette in crisi le fragole lucane

Repentino e inatteso aumento di produzione, la Regione convoca un tavolo tecnico

Le fragole crescono troppo in fretta e il mercato va in tilt. Una storia antica, quella dell'agricoltura in Basilicata e della coltivazione di fragole in particolare. Ma una storia antica anche quella della lotta col clima. Chiamata "California del Sud", la regione si contraddistingue per i suoi prodotti d'eccellenza esportati in tutta Italia e nel mondo.

Tra le colture, tipica, come dicevamo, è quella della fragola di Policoro, un paese in provincia di Matera, tanto che lo scorso anni si tenne un summit internazionale di fragolacoltura propio nel materano. Il settore, però, è repentinamente in profonda crisi. A darne notizia, il quotidiano regionale la Gazzetta del Mezzogiorno.

Il problema si è presentato nella sua gravità tanto da richiedere, quest'anno, al posto della riunione tra i più grandi paesi produttori di fragole, un tavolo tecnico voluto dall'assessore regionale alle politiche agricole per affrontare l'emergenza.
A creare la crisi è stato il clima. Si è andati oltre la produzione in un solo mese nel periodo pasquale, come ha dichiarato al quotidiano Carmela Suriano, general manager del Club Candonga (la società cooperativa della fragola definita top quality). Insomma il caldo ha fatto crescere troppo velocemente i frutti e questo aumento di produzione in così poco tempo, ha portato a un crollo dei prezzi.

Una crisi che deve fare i conti anche con il contraffatto, sì perché le fragole nella grande distribuzione vengono spesso vendute per originali lucane, ma tali non sono.