Clown si esibisce con il figlio di nove anni: a processo per sfruttamento

Padre a processo per lavoro minorile. Secondo il genitore però il figlio non stava esibendosi, lo stava solo accompagnando

Circa tre anni fa un clown era stato fermato dai carabinieri mentre si stava esibendo al circo. Secondo i militari l’uomo, un circense 45enne, si sarebbe esibito con il figlio, che all’epoca aveva solo 9 anni. Il fatto risale al pomeriggio del 21 gennaio del 2016, quando il circense si stava esibendo al Circo delle Stelle, a Uggiate Trevano. Come riporta il quotidiano Il Giorno, i militari del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Como e Varese durante un controllo hanno interrotto l’esibizione. Il padre è andato a processo a Como, accusato di sfruttamento di lavoro minorile, aggravato dal fatto che il ragazzino aveva solo 9 anni. Come affermato dalla Legge 17 ottobre 1967, n 977 “Tutela del lavoro dei bambini e degli adolescenti”.

I carabinieri, ascoltati dal giudice Andrea Giudici, hanno ribadito che il bambino era pronto a esibirsi, già vestito da clown, in procinto di fare il suo ingresso sulla pista accanto al genitore. E’ in quel momento che i militari hanno deciso di intervenire. Sempre come riportato da Il Giorno, il padre avrebbe invece dato una versione diversa rispetto a quella dei carabinieri, spiegando che il figlio lo stava solo accompagnando e che sarebbe rimasto dietro le quinte. Il motivo per cui il bambino era vestito da pagliaccio era solo dettato dal desiderio di imitare il padre e un giorno magari seguire le sue orme. Ma che assolutamente non si sarebbe esibito durante lo spettacolo. Il processo è stato rinviato ad aprile.