Cocaina sempre più pura E 2,3 milioni di giovani ne fanno uso in Europa

È quanto emerge dal rapporto annuale pubblicato dall’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze

L’Europa sta subendo una nuova ondata di cocaina. Infatti, si stima che siano circa 2,3 milioni gli europei, compresi tra i 15 e i 34 anni, che ne facciano regolare uso.

Inoltre, oltre ad essere aumentata la quantità della droga – grazie a un incremento della sua produzione – si è affinata anche la sua qualità, "raggiungendo il su livello di purezza più alto del decennio", mantenendo allo stesso tempo prezzi stabili. È quanto scrive, nel suo rapporto annuale, l’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze.

Emergenza cocaina in Europa

Dimitris Avramopoulos - commissario europeo per le migrazioni, gli affari interni e la cittadinanza - precisa come nel vecchio continente sia aumentata, e non poco, la produzione e la disponibilità di sostanze stupefacenti: "Il mercato illegale di droghe è molto dinamico e flessibile e quindi più pericoloso".

La droga regina, più comprata e abusata, rimane la cannabis, con 17,2 milioni di consumatori tra i 15 e i 34 anni. Ma l’Oedt lancia l’allarme sul ritorno in pompa magna della cocaina. Nel 2016, per esempio, sono stati effettuati 98 mila sequestri, ben 8mila mila in più rispetto al 2015. Infine, l'Osservatorio rileva con preoccupazione"l'aumento della produzione di droga che si sta verificando in Europa dove oltre 92 milioni di persone di età compresa tra 15 e 64 anni hanno già sperimentato una droga illegale".

Commenti

manfredog

Gio, 07/06/2018 - 15:37

..2,3 milioni..!? mah..riguardate bene tutto, i calcoli, le statistiche, gli esperti, e, soprattutto, riguardatevi bene intorno, vedrete che ci sono delle enormi..approssimazioni..!! mg.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 07/06/2018 - 17:19

sono milioni di euro risparmiati di pensione dato che a 40 anni non arrivano..

manfredog

Gio, 07/06/2018 - 18:27

..ovviamente, per chi ancora non lo sapesse (DE..), questi 'tiratori scelti', o 'tiratori liberi', ci costeranno molto di più delle pensioni; infatti avranno bisogno di cure, pagate dallo stato, di assistenza supplementare, e, col passare degli anni, le loro menti, bruciate dalla cocaina, faranno gravi danni più o meno diretti ed indiretti a tutta la società. Non arriveranno a quarant'anni..!?..niente affatto; certa gente viziata, ed in genere figlia di papà, avendo avuto sempre tutto a disposizione e quindi meno problemi e preoccupazioni da affrontare nella vita, camperà molto di più di un povero cristo che ha sgobbato tutta la vita.Poi, se qualche problema li preoccupa un po', un bel tiro libero e..VAI..!! mg.

FaroAlogeno

Ven, 08/06/2018 - 11:03

in sessant'anni ho incontrato diversi cocainomani, uno mi ha anche tirato sotto con la macchina e poi voleva pestarmi; sono persone pericolose, sono colte da paranoie che durano settimane durante le quali sono pronte a tutto; per l'effetto della droga non dormono magari per tre notti di seguito e poi come se niente fosse si mettono alla guida o fanno lavori che richiederebbero concentrazione; sono spesso, ma non sempre, annoiati figli di papà e dunque riescono a non colare a picco, ma sono e restano uno spettacolo ignobile e un pericolo per la società; spesso associano alla droga l'alcol - un cocainomane lo riconosci dall'aspetto, il volto e il corpo gonfi, lo sguardo bolso, una apparente tranquillità pronta a trasformarsi in rabbia furiosa; gente turpe, purtroppo la cocaina non uccide;