Coldiretti: "La pasta è il prodotto più consumato durante la crisi"

Dieci milioni di italiani la mangiano quotidianamente

È proprio il caso di dirlo, usando le parole di Rita Pavone, " Viva la pappa col pomodoro", che ci salva dalla crisi. I dati forniti dalla Coldiretti, presentati in occasione del World Pasta Day che si festeggia in concomitanza con l’apertura del Salone del Gusto di Torino, dimostrano una crescita esponenziale del consumo e della vendita di pasta in Italia. Cresce del 7% l'esportazione del prodotto: Cina e Germania sono i nostri maggiori clienti, nel paese asiatico, per esempio, le vendite sono più che raddoppiate (+110%) .

L'alimento nostrano per eccellenza è presente tutti i giorni sulla tavola di circa 10 milioni di italiani che ne consumano 1,5 milioni di tonnellate l'anno, per un valore complessivo di 2,8 miliardi di euro. La pasta è un prodotto economico e buono, un giusto compromesso che incontra i gusti di milioni di persone nel mondo.

La stessa Coldiretti stila una classifica mondiale dei "mangiatori di pasta" e l'Italia, ovviamente, si piazza al primo posto con circa 26 chili a testa all'anno.Dopo di noi Venezuela (13 chili) e Tunisia (12 kg).

Il nostro Paese è leader nella produzione, con 3,2 milioni di tonnellate ogni anno, seguito dagli Stati Uniti (2 milioni di tonnellate), dal Brasile (1,3 milioni) e dalla Russia (858mila tonnellate). A conti fatti un piatto di pasta su quattro consumato nel mondo è fatto in Italia.

Commenti
Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Gio, 25/10/2012 - 14:27

Qui in Germania Barilla e Buitoni tirano.

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Gio, 25/10/2012 - 18:44

oggi al supermarket ho comprato una scatola blu Barilla di spaghetti da un kilo prezzo 1,45 euro