Colpo di coda dell'inverno,la Protezione civile avverte:"Ancora neve sul Nord Italia"

In arrivo un fronte di aria fredda sul Mediterraneo occidentale che porterà instabilità soprattutto sulle Regioni del Nord. Da domani previste nevicate al Nord

Domani arriva un colpo di coda dell’inverno. Le temperature miti degli ultimi giorni saranno "cancellate" da un fronte di aria fredda sul Mediterraneo occidentale che porterà instabilità soprattutto sulle Regioni del Nord. nei prossimi giorni aumenterà, dunque, la ventilazione e si registrerà un generale abbassamento delle temperature e della quota neve.

Oggi pomeriggio il dipartimento della Protezione civile ha emesso un avviso di avverse condizioni meteorologiche. Già a partire da domani mattina sono, infatti, previste nevicate sul Piemonte e sulla Lombardia al di sopra dei 500-600 metri. "La quota neve - ha spiegato la Protezione civile - scenderà localmente, a ridosso dei settori appenninici, fino ai 300-500 metri". Secondo il meteorologo Antonio Sanò del Meteo.it, nei prossimi giorni il maltempo interesserà diverse parti dell’Italia: venti forti di bora soffieranno a Trieste verso il Veneto e l’Emilia Romagna, maestrale violento in Sardegna e tramontana "scura" in Liguria. E ancora: forti precipitazioni dapprima al nord con neve sulle Alpi e su tratto dell'Appennino emiliano anche a quota 300/400 metri e in calo a 200 metri.

Secondo Sanò, martedì prossimo rovesci forti colpiranno le Marche con neve a quota 500 metri. Il tempo sarà piovoso e temporalesco sul resto delle regioni centrali, meridionali e sulla Sardegna. Mercoledì ancora instabile al sud, Sicilia e Adriatiche. Giovedì giungerà quindi nuova perturbazione, poi il maltempo continuerà sulla Sicilia e sulla Calabria fino al fine settimana, mentre altrove splenderà il sole, ma con temperature ridimensionate.

Commenti

Raoul Pontalti

Dom, 04/03/2012 - 23:49

Gli Alemanni delle varie località interessate dal maltempo ora sono avvisati. Non avranno alibi.