Computer, smartphone e tablet non devono pagare il canone Rai

Confermato: sono esclusi. Prorogata la scadenza per presentare la dichiarazione sostitutiva

Sul canone Rai anche l’Agenzia delle Entrate– dopo il cartellino giallo del Consiglio di Stato al Governo Renzi – prende tempo. I contribuenti potranno presentare la dichiarazione sostitutiva relativa al canone di abbonamento alla tv non più entro fine aprile ma entro il 16 maggio. Novità anche dal Governo che, in una nota pubblicata sul sito del ministero dello Sviluppo Economico, precisa: sono esclusi dal pagamento del canone i computer, gli smartphone e i tablet.

Con un provvedimento, dunque, l’Agenzia delle Entrate ha spostato a metà maggio 2016 il termine unico entro cui presentare la dichiarazione, sia in forma cartacea che online. Presentando la dichiarazione, i contribuenti eviteranno l’addebito del canone da parte delle imprese elettriche, a partire dal mese di luglio 2016: condizione necessaria risultare in possesso dei requisiti previsti dalla legge. Il provvedimento pubblicato ieri aggiorna anche le istruzioni relative alla compilazione del modello di dichiarazione sostitutiva. Il modello di dichiarazione sostitutiva e le istruzioni per la compilazione del modello, approvati dal ministero dello Sviluppo Economico il 24 marzo, vengono quindi sostituiti da quelli approvati con il nuovo provvedimento. Restano valide le dichiarazioni di non detenzione già presentate. Dallo stesso ministero arriva una precisazione: computer, smartphone e tablet non sono apparecchi televisivi se sono privi di sintonizzatore per ricevere il segnale digitale terrestre o satellitare e, quindi, non devono pagare il canone Rai.

Commenti

Vigar

Ven, 22/04/2016 - 12:38

E vedi un po'!....

justic2015

Ven, 22/04/2016 - 12:55

Io no pago nessuno abbonamento per la rai ne tanto meno la voglio gratis e cosi dovrebbero fare tutti i cittadini mandare a casa tutti questi fanulloni buoni a nulla e peraltro con stipendi da pazzi con i soldi dei cittadini piu il latrinaggio che esiste in questa societa`rai.

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Ven, 22/04/2016 - 13:14

In compenso lo pagheranno le radio! 100 euro all'anno!

Ritratto di johnsmith

johnsmith

Ven, 22/04/2016 - 13:20

Emigrato all'estero ho lasciato della mobilia incluso un televisore a mia madre che non usa essendo questo imballato con la mobilia. Ovviamente la sua abitazione ha il contattore dell'elettricità intestato a se stessa, avendo tempo addietro rottamato il suo televisore regolarmente come prescritto dalla Rai, di cui ha ricevuta , mi domando se deve fare egualmente la dichiarazione sostitutiva relativa al canone di abbonamento alla tv, avendo già denunciato antecedentemente il non possesso. Poiché ha in magazzino nel garage imballato il mio televisore? Può essere considerata pur non essendo di sua proprietà la televisione come detentrice dell'apparecchio? E in questo caso passibile di multa?Grazie per la risposta.

Gabriele184

Ven, 22/04/2016 - 13:29

Non vengono citati gli smart-tv..

frapito

Ven, 22/04/2016 - 14:06

...e per chi ha una radio-sveglia sul comodino? Qualcuno mi sa dire se devo pagare?

timoty martin

Ven, 22/04/2016 - 17:56

Quale situazione per Italiani iscritti all'AIRE?