Il Comune fa il furbo con le multe: giudice lo condanna. Ma l'autovelox resta

L'autovelox tarato sui 50 km/h quando il limite è 70. Fioccano le multe. Un automobilista fa ricorso e vince. Ma il Comune non lo toglie

Il limite di velocità è ben segnalato e indica 70 chilometri orari. Eppure G.L., un automobilista di Pieve di Sacco, si è visto arrivare a casa una multa anche se andava a 58 chilometri orari. Sentendosi nel giusto ha deciso di fare ricorso al giudice di pace e, come riporta il Gazzattino, ha vinto ottenendo sia che la sanzione venisse cancellata sia che il Comune pagasse tutte le spese processuali. Ma l'autovelox non è stato ancora rimosso.

Il 16 maggio 2018 G.L. stava percorrendo la Strada Regionale 516 Piovese da Pontelongo verso Adria quando, appena uscito dalla rotonda di Villa del Bosco in direzione Cavarzere, si è imbattuto in un autovelox. "Era tarato a 50 chilometri orari con cartello dei 70 chilometri a una ventina di metri", spiega al Gazzettino l'automobilista che ai giudici ha anche fatto notare che il dispositivo era stato "mascherato da cartello, guardrail e un albero", mentre l'auto della polizia locale di Correzzola si era appostata "sul lato opposto della carreggiata, nascosta da un altro albero". "La strada in uscita dalla rotonda è dritta, completamente provvista di guardrail e senza attraversamenti a raso - fa quindi, notare - he cosa giustificasse il limite dei 50 orari in quel breve tratto subito prima dei 70 davvero non mi era chiaro". La presenza di un autovelox non segnalato, che quindi subcava all'improvviso, spingeva molti automobilisti a frenare bruscamente, rischiando così di causare incidenti in un tratto che è sempre stato diritto e, quindi, sicuro.

Quando gli è arrivata a casa la multa da 28,70 euro, a cui si andavano ad aggiungere 18 euro di spese di notifica, G.L. ha deciso di fare ricorso. "Sono il primo a pretendere il rispetto delle regole e un controllo delle strade per aumentare la sicurezza della circolazione - spiega - ma non mi sembrava prevenzione questa, motivo per cui ho fatto ricorso al giudice di pace". Il giudice di Padova Renata Zaffanella gli ha dato ragione. Eppure, nonostante la sentenza sfavorevole, come fa notare il Gazzettino, i vigili di Correzzola continuano a usare l'autovelox in quel tratto della Statale Piovese.

Commenti

oracolodidelfo

Lun, 22/04/2019 - 11:11

Piove di Sacco, non Pieve di Sacco.

Ritratto di Flex

Flex

Lun, 22/04/2019 - 11:38

Una "vera e propria estorsione".

ROUTE66

Lun, 22/04/2019 - 11:43

ASPETTIAMO FIDUCIOSI LA REPLICA DI COTANTO SINDACO. è qui che si vede il RISPETTO DELLE AUTORITà,nei confronti dei cittadini. IL RISPETTO UNO SE LO DEVE MERITARE,quà puzza solo ESTORSIONE

audace

Lun, 22/04/2019 - 12:28

Perchè questi non vengono giudicati e arrestati? Da quanto mi risulta, a oggi, la legge deve essere rispettata da tutti, Stato ed Enti locali inclusi (chiaramente per gli uomini che li gestiscono)

jaguar

Lun, 22/04/2019 - 13:17

Ormai sta diventando un incubo circolare in auto, ma comunque hanno ragione, finche il popolo tace.

Mogambo

Lun, 22/04/2019 - 13:29

Possibile che le più immonde porcherie avvengono sempre dove imperversano le amministrazioni a guida PD???

sbrigati

Lun, 22/04/2019 - 14:22

Qualche giorno di galera al responsabile di questa palese violazione e sicuramente le cose torneranno a posto.

eolo121

Lun, 22/04/2019 - 15:02

Per NICK mogambo.. il comune respnsabile delle multe è governato da una lista civica di tendenza destra.. stavolta il PD non c entra..

fifaus

Lun, 22/04/2019 - 16:15

Eolo121: Si informi meglio: Un’amministrazione di centrosinistra, per certi versi non allineata su temi delicati come ad esempio quello dei rifiuti, e che ha saputo oggettivamente distinguersi nel panorama provinciale.(laPiazzaweb.it dell'aprile '18)

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Lun, 22/04/2019 - 16:21

quel comune è ben noto alle cronache per ben altro...e d il comune si perde con autovelox non in regola.l'italietta che non vuol cambiare

Mogambo

Lun, 22/04/2019 - 16:34

Per NICK eolo 121. Scusa avevo confuso la località! PD (provincia di Padova) come se fosse appartenente al PD (partito politico).Comunque confermo che si tratta comunque di una porcheria immonda e, sinistra o destra che siano, questi pseudovigili imbroglioni, farabutti e i loro mandanti vanno processati e condannati per corruzione, truffa, peculato e abuso d'atti d'ufficio.

Valevr

Lun, 22/04/2019 - 16:36

Per Eolo121. Il dott. Gianella ha vinto le amministrative nel 2018 con il 51,93% dei voti con PIOVE DEMOCRATICA (Partito Democratico), PIOVE CIVICA (SX) e lista per Corte pure di SX. Gentilissimo sig. Eolo121 e allora? Vuole per caso replicare?

Tranvato

Lun, 22/04/2019 - 16:53

Per Valevr: se un sindaco fa una porcheria, qualunque sia la sua fede politica, viene "naturalizzato" di destra. A tanto è giunta l'idiozia della sinistra!

Ernestinho

Lun, 22/04/2019 - 17:38

Quante porrcherie si fanno nei vari comuni!

Ernestinho

Lun, 22/04/2019 - 17:39

Quante porcherie si fanno nei vari comuni!

mozzafiato

Lun, 22/04/2019 - 18:13

Direi che sarebbe piu'rgionevole dire che se l'apparecchio e' stato tarato consapevolmente in maniera da fottere la gente, I COLPEVOLI (VV UU e/o azienda appaltatrice) DEVONO ESSERE PUNITI PENALMENTE se invece si tratta di un errore tecnico della macchina, AGLI AUTOMOBILISTI VITTIME OLTRE AL RIMBORSO DELLA MULTA SPETTEREBBE ANCHE UN RISARCIMENTO "PER IL DISTURBO"

carlottacharlie

Lun, 22/04/2019 - 20:11

Solo i Pd hanno la capacità di far assurgere la truffa a regola.

oracolodidelfo

Lun, 22/04/2019 - 20:35

eolo121 15,02 - illustrissimo! Piove di Sacco è governato, dal 2013, dal PD, nella persona del sig. Davide Gianella. Se non mi crede...telefoni al Comune di Piove di Sacco....