Concerto Ariana Grande a Manchester, la Pausini contro le tv: "Non aiutarono per L'Aquila"

L'affondo di Laura Pausini durante il concerto "One Love" a Manchester: "Nessuna tv ci aiutò" per il concerto per l'Abruzzo

Un duro attacco quello di Laura Pausini che arriva mentre a Manchester va in scena il concertone "One Love" organizzato da Ariana Grande per rispondere ai terroristi che colpirono il suo concerto del 22 maggio e strapparono la vita a tanti giovani fan della cantante americana. Già, perché pur apprezzando quanto fatto dagli artisti internazionali riuniti nella città inglese, la Pausini non dimentica quanto successo nel 2009 a margine del terremoto dell'Abruzzo. Quando lei organizzò un concerto eppure la Rai non spese né risorse né tempo per trasmettere il concerto per la ricostruzione.

Il tweet della Pausini

La critica della Pausini, come una ferita che si riapre, arriva su Twitter: "Bravissimi tutti gli artisti di #onelovemancester ❤️ L'emozione mi ha ricordato #AxA Peccato che allora nessuna TV italiana ci aiutó", ha scritto la cantante. Nell'occasione, infatti, la Pausini riuscì a far salire sullo stesso palco le maggiori cantanti italiane, raccogliere fondi per la ricostruzione e donare addirittura un milione di euro. Mentre "One Love Manchester" è stato trasmesso in diretta dalla Rai, otto anni fa viale Mazzini non si degnò di dedicare una rete alla performance canora dei cantautori italiani uniti in memoria delle vittime del sisma de L'Aquila.

Duro anche il secondo messaggio della Pausini, questa volta diretto alle radio: "Furono così all'avanguardia da essere poi giustamente imitate", ha scritto. Alcuni utenti non hanno gradito le polemiche, facendole notare che forse era meglio evitare di sollevare simili polveroni in un momento così difficile per l'Europa, attaccata da ogni lato dal terrorismo islamico. Parigi, Machester, Bruxelles, Berlino: ogni vittima ha bisogno del canto degli artisti, uniti nella battaglia - almeno quella canora - contro le violenze del jihadismo internazionale. Ma la cantante romagnola ha tirato dritto. Senza scordare le mancanze delle tv italiana verso l'Abruzzo.

Commenti
Ritratto di malatesta

malatesta

Mar, 06/06/2017 - 10:02

Doveva far di nome ""Laura Vecchioni"...

evuggio

Mar, 06/06/2017 - 10:07

bene ha fatto! è proprio nei momenti difficili che denunciare le malefatte corrobora i sentimenti positivi volti ad isolare ed estromettere gli elementi ipocriti che costituiscono parte integrante dei problemi che affliggono la vitalità democratica vera

antipifferaio

Mar, 06/06/2017 - 10:08

E' inutile che se la prenda con la Rai...se la prenda, sa ha davverp le pa00e...con il Pd e con suo piffero inutile e dannoso... La Rai ormai è solo una delle tante sedi del Pd...

Ritratto di Lucio Milella

Lucio Milella

Mar, 06/06/2017 - 10:35

Non sono un fan della Pausini ma ho apprezzato molto quando organizzò quel concertone per i terremotati abruzzesi. E in questo contesto sono perfettamente d'accordo con lei che stigmatizza il comportamento di quello che dovrebbe essere IL servizio pubblico e non UN servizio pubblico come la rai che si fa pagare con obbligo di legge solo perchè esiste, in quanto potendo criptare il segnale, e farsi seguire solo da chi lo vuole, chiuderebbe i battenti definitivamente entro 2 settimane.

Ritratto di lettore57

lettore57

Mar, 06/06/2017 - 10:55

Credo che con una canzone puoi raccogliere fondi per i terremotati (ma mi piacerebbe sapere che % dell'incasso va veramente al fine pubblicizzato) mentre con una canzone non fermi i terroristi (ci vuole altro)

Ritratto di adl

adl

Mar, 06/06/2017 - 12:17

So bene di non essere al passo coi tempi, ma il dito medio alzato della Pausini, benchè lodevolmente politically uncorrect, non è elegante quando praticato dalla signora della canzone italiana, o da una donna in generale. Sulla Rai e sulle telepolcorr, ha ragione da vendere e anche di più, soprattutto considerando l'imponente pubblicità gratuita fatta dal MEDIASYSTEM ad ISIS, RIBELLI MODERATI, STRAGISTI E JIHADISTI VARI ASSOCIATI. Resta l'amarezza per il popolo degli abbonati, che dovrebbe invece che aspettare i tweet della Pausini, far sentire la propria possente e potente voce, in assoluto silenzio, ed agendo sul tasto OFF del telecomando.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mar, 06/06/2017 - 12:30

E meno male che era a Manchester per "One love". Alla faccia! Ma quale esempio può essere, per le nuove generazioni soprattutto, una tipetta di questo genere che si esibisce col dito medio teso, che si può ficcare lei sa dove? Una persona saggia dovrebbe come minimo boicottare persone del genere. Ma quando al posto del cervello si ha ben altro?

ORCHIDEABLU

Mar, 06/06/2017 - 12:48

HA RAGIONE.

Ritratto di Zvallid

Zvallid

Mar, 06/06/2017 - 13:44

Si lamenta perchè la RAI non le organizzò un concerto. Ma va quel paese se volevi fare il bene ai terremotati potevi dargli qualcosa di tasca tua per cominciare

antipifferaio

Mar, 06/06/2017 - 13:59

adl...l'OFF l'ho attuato da anni...Infatti vedo altri canali. Il problema è che la Rai è come la spazzatura, anche intesa come tassa...o ne produci, oppure no, la paghi lo stesso...

Ritratto di francesco.finali

francesco.finali

Mar, 06/06/2017 - 14:00

Ha fatto benissimo Laura a sottolineare quanto "non" accaduto. Coloro che non concordavano, sono i soliti che non vogliono vedere i problemi e se ne fregano degli altri. Se i problemi vengono evidenziati, si può trovare una soluzione, se nessuno ne parla, rimarranno problemi. É un ragionamento semplice, ma evidentemente non possiamo pretendere che certa gente capisca.

Trinky

Mar, 06/06/2017 - 14:14

Cosa non si farebbe per avere un minimo di pubblicità, vero Pausini? Dai che gli anni passano anche per te......e i Kg e le rughe aumentano!

gianni59

Mar, 06/06/2017 - 14:17

Premesso che lo spettacolo aveva ben altro peso internazionale (acquistato da oltre 30 paesi), ma sebbene l'incasso sia devoluto, i diritti televisivi lo sono? chi paga le maestranze? le spese accessorie (alberghi, trasporti, pasti...)?. Non so alla fine quanto arrivi a destinazione e non è detto che la Rai non abbia valutato queste cose...

Silvio B Parodi

Mar, 06/06/2017 - 14:25

La Rai era occupata a litigare sui * compensi * a loro stessi figuriamoci se gli interessa il terremoto, quello lo usano per farsi publicita' del PD,= Partito Disastri.

Ritratto di malatesta

malatesta

Mar, 06/06/2017 - 14:38

Deve avere imparato da Franceschini, ministro dei beni culturali...ricordate?

Ritratto di pipporm

pipporm

Mar, 06/06/2017 - 14:39

Polemica inutile. Il live da Manchester è stato fatto contro il terrorismo, emergenza di tutt'altra natura.

lillyspedy

Mar, 06/06/2017 - 14:41

ilvillacastellano e adl se vi riferite alla Pausini,vi ricordo che quel dito lo ha fatto lo scorso anno nel suo concerto non adesso alla rai,xkè un tizio aveva detto che non ci doveva essere nessuno e invece era strapieno,prima di mettere gli articoli cari del giornale mettete le foto giuste che le persone si confondono e dicono cavolate!!!

fabiotiziano

Mar, 06/06/2017 - 14:45

Se vogliamo essere corretti, caro antipifferaio, nel 2009 al governo c'era Berlusconi, non il PD; caro ilvillacastellano, la Pausini non era a Manchester per il concerto e la foto con il dito medio alzato risale ad un concerto a San Siro dello scorso anno, in risposta ad un critico che le diceva che non ci sarebbe stato nessuno mentre poi lo stadio si è riempito. Un po' di correttezza ed onestà intellettuale non guasterebbe.

mezzalunapiena

Mar, 06/06/2017 - 15:19

come darle torto ma purtroppo per noi tartassati la rai deve contenere i costi ma non si capisce bene se i giornalisti sono attori o viceversa

nerinaneri

Mar, 06/06/2017 - 15:50

... belli i tempi di nilla pizzi e rabagliati, eh?...

giunchi catia

Mar, 06/06/2017 - 16:08

ZVALLID.hai capito quello che hai letto oppure ti sei fermato al titolo senza leggere l' articolo.il concerto è stato fatto e hanno raccolto 1 milione di euro e la rai non lo ha voluto trasmettere...mentre ha trasmesso quello di manchester.. un grande pattriottismo quello della rai non c'è che dire.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mer, 07/06/2017 - 08:23

[3° invio] Gentili "fabiotiziano" e “lillyspedy”, un atto osceno come quello che si vede nella foto, soprattutto fatto in pubblico, rimane sempre un atto osceno ovunque e quando l'abbia fatto la Tizia, visto che, a quasi sua discolpa poverina, riferite che è stato fatto altrove e per ben altre motivazioni. Non m'aspettavo, comunque, di certo una difesa d'ufficio della signora, tanta è evidente la bassezza morale, e non solo, di chi fa simili gesti. Soprattutto se fatti da una sedicente "star". Il colmo si è raggiunto quando mi si richiede addirittura "un po' di correttezza ed onestà intellettuale", quando tale richiesta sarebbe stato più consono farla a se stessi ed in ultima analisi la si sarebbe dovuta rivolgere pure alla prefata autrice. E questo forse avrebbe aiutato acché le persone non si confondessero e non dicessero cavolate, come dice la seconda o il secondo di voi.

Ritratto di Zvallid

Zvallid

Mer, 07/06/2017 - 08:35

guinchi catia ma credi che la RAI debba trasmettere tutto quella che fa Giorgia per forza? Capisco che ti piace Giorgia e la difendi anche a costo di cadere nel ridicolo ma un pò di dignità non guasterebbe, non sei la sua schiavetta

il gatto nero

Mer, 07/06/2017 - 09:11

@ilvillacastellano. Nelle tue deliranti esternazioni, come vedi, sei desolatamente solo. E non perché tu sia il più' intelligente !!....Comprendi ??..