La Concordia è arrivata a Genova: entra in porto in retromarcia

Il relitto della Concordia nel bacino di carenaggio. Gabrielli esulta: "Missione compiuta". Adesso sarà smantellata

Già ieri pomeriggio, su dalle alture di Genova, era possibile scorgere lungo l'orizzonte azzurro il profilo squadrato del relitto. Ma solo questa mattina, alle prime luci dell'alba, il fantasma della Costa Concordia è arrivata a Genova per concludere quel lungo viaggio che l'ha riportata laddove, nove anni fa, era stata costruita e aveva preso il mare. E così, giunta a due miglia dalla costa ligure, gli otto rimorchiatori del porto di Genova hanno preso in consegna la nave dalle due grandi imbarcazioni oceaniche che l'hanno trainata dal Giglio fino alla rada di fronte al bacino di Prà-Voltri. "Non è una conclusione, è un nuovo inizio - plaude il premier Matteo Renzi - l'Italia è in grado di ripartire, non ci rassegniamo al declino".

"I francesi devono imparare a fidarsi un po' più di noi italiani - ha commentato il ministro dell’Ambiente, Gianluca Galletti - l’operazione Concordia è andata molto bene, avevamo preparato tutte le precauzioni. Non c’è stato alcun inquinamento". Duecentomila tonnellate da ormeggiare in porto. Quando anche il secondo rimorchiatore oceanico, il Blizzard, si è staccato è toccato a quelli più piccoli entrare in azione. I due rimorchitori di prua hanno una potenza sufficiente per spostare ognuno 70mila tonnellate, quelli di poppa arrivano in coppia a 150mila tonnellate. Quindi la potenza complessiva dei primi quattro rimorchiatori sarà di 290mila tonnelalte. Più che sufficiente, dunque, a portare il relitto, appesantito dai trenta cassoni che lo fanno galleggiare, in porta. Una procedura, quella dello scambio tra rimorchiatori, che è stata effettuata con la massima attenzione. Quindi si è puntato verso Ponente, prima dell'inversione di marcia con l'entrata nel porto di Prà-Voltri in "retromarcia" di poppa fino alla posizione finale. "Abbiamo dimostrato di poter essere reattivi e soprattutto attrattivi per gli investimenti internazionali", commenta Renzi che, pur ringraziando "chi ha fatto l'impresa", si è rifiutato di festeggiare. Nella vicenda della Concordia, ammette il premier, "l’errore è stato dell’Italia" - e questo "sarà definito in sede penale" - ma "quello che è stato fatto ora", con il recupero del relitto, "non era mai stato fatto prima".

La Costa Concordia ha così terminato il suo ultimo viaggio. L'urlo della sirena della motonave Virginia ha salutato, a nome di tutto il Vte, l'ingresso nel porto di Genova. Solo adesso comincerà lo smantellamento del relitto. "Anche la scaramanzia e la cautela cui mi sono attenuto fino adesso - ha commentato Franco Gabrielli, capo del dipartimento della Protezione civile nazionale - devono lasciare il passo alla constatazione che lo sforzo cominciato due anni fa ha avuto il suo giusto compimento". Come già Galletti, anche Gabrielli non ha mancato di pungolare gli scettici che in passato hanno più volte "gufato" sull'esito della rimozione del relitto. "Ora inizio a togliermi i sassolini dalle scarpe", ha aggiunto Gabrielli puntando il dito contro "quelli che aspettavano questo giorno per dire 'io l’avevo detto'. A queste persone va il mio pensiero commosso, nella vita si dicono tante cose, purtroppo questa fatidica frase non potrà essere detta". Non fa alcun nome: "Basta guardare le rassegne stampa per trovarne a bizzeffe".

L'attesa del relitto è durata alcuni giorni. Qualcuno ha addirittura affittato, fino a duemila euro cash, balconi privati per guardare direttamente la lingua di cemento della foranea dove, una volta arrivata, è stato agganciato quel che resta della nave da crociera che si era incagliata all'Isola del Giglio. Finestre, terrazze e balconi sono diventati così posto in primissima fila per avere una visuale d'eccezione sulla Concordia. "Ma il nostro primo pensiero deve andare a quelle 32 vittime - ha detto il presidente del Municipio Mauro Avvenente - tanto che stiamo pensando alla possibilità di intitolare la piazza vicino alla Foranea a quelle persone che hanno perso la vita nel naufragio"

Commenti

Jometto

Dom, 27/07/2014 - 08:56

la Concordia è una vergogna italiana, cioè tutti guardano all'ingegno italiano per rimuoverla dal Giglio ma vorrei ricordare che anche Schettino era italiano, noi italiani siamo un popolo capace di tutto dalle peggio scellerarate che dei migliori figuroni in quanto ad ingegno, l'italiano è così

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Dom, 27/07/2014 - 09:11

E BASTA CO' STA BAGNAROLA.

Ritratto di Giano

Giano

Dom, 27/07/2014 - 09:27

Tre giorni fa (3) Vittorio Feltri in un articolo dal titolo "Che noia la retorica sulla Concordia", lamentando l'eccessiva esposizione mediatica del recupero della nave, scriveva: "Nessuno s'offenda, ma questa storia del recupero della Concordia - trappola mortale per 32 persone - è insopportabile. Accendi la tivù a qualsiasi ora e immancabilmente i telegiornali offrono le immagini di Papa Francesco, di Matteo Renzi, di Giorgio Napolitano, di vari cuochi che si esercitano ai fornelli e, per chiudere in bellezza il notiziario, quelle del relitto più famoso del mondo che riposava in pace all'Isola del Giglio.". Bravo Feltri, mi son detto, esattamente ciò che penso da tempo. Questa Concordia mi ricorda Balotelli che è sempre in prima pagina e non si capisce perché. Oggi, a conferma del pezzo di Feltri, ci sono due articoli in Home sulla Concordia, dei quali uno come articolo d'apertura. Ragazzi, questa è coerenza! Tra il dire e i l fare... Tanto per essere chiari, il recupero della Concordia può interessare la Società Costa, gli azionisti, la ditta che ha lavorato al recupero, operai, tecnici e addetti ai lavori, amanti del turismo macabro che vanno a fotografare il relitto, gli abitanti del Giglio che giustamente si vedono liberati da un ingombrante relitto. Ma agli altri, alle persone normali, non può fregargliene di meno. Del resto, gran parte delle notizie quotidiane che passano per informazione, sono di questo tipo; di poca o nessuna utilità pubblica. Servono solo a riempire le pagine di giornali, riviste e siti web e consentire a chi ci lavora di portare a casa la pagnotta. Feltri aveva perfettamente ragione sulla Concordia. Ma allora che senso ha questa foto enorme in apertura di pagina (non ho mai capito la necessità e l'utilità di queste gigantografie d'apertura che occupano uno spazio enorme che potrebbe essere usato meglio) e tanta evidenza alla Concordia? E' la notizia più importante della giornata? No, non lo è. E' di qualche utilità per la stragrande maggioranza degli italiani? No, nemmeno. E allora? Misteri mediatici...

Ritratto di ADM

ADM

Dom, 27/07/2014 - 09:40

Che malinconia questa nave...un addio a chi non sarà più! Aggiungo che non mi sono mai piaciute...queste città galleggianti...del tutto e niente! Buona domenica!

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Dom, 27/07/2014 - 10:02

COM'E' KE NON C'E' QUEL GRANDE GENIO DI SCHETTINO A DIRIGERE LE MANOVRE. SI VANTA SEMPRE KE GRAZIE ALLA SUA MANOVRA HA SALVATO DELLE VITE. INFATTI EGLI E' RIUSCITO PARZIALMENTE A SKIVARE L'ISOLA DEL GIGLIO LA QUALE MUOVENDOSI GLI STAVA ANDANDO ADDOSSO.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 27/07/2014 - 10:09

La vergogna dell'Italia e' arrivata a Genova, questo avrebbe dovuto essere il titolo. Intanto schettino festeggia a Capri. Qui c'è tutto il fallimento di questa ignobile repubblica e dell'accozzaglia che lo abita. Fallimento non solo economico, ma moral e giudiziario. Siamo la barzelletta del mondo e come tale veniamo trattati.

Palladino

Dom, 27/07/2014 - 10:12

...riaffondatela.Ma nell'oceano.Ha già rotto i maroni.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 27/07/2014 - 10:12

CONCORDIA, MACABRA RAPPRESENTAZIONE DI UN CATORCIO DI PAESE CONDANNATO A MORTE DALLA BASSEZZA ... MORTE CHÉ É DIVENTATA UNICA SPERANZA DI RESURREZIONE DI VITA - Questa che ci troviamo é una Italia che corre spedita sul binario del conformismo, della vigliaccheria e della demenza ... Il Muro della oppressione di un apparato "pubblico" rivoltante sopra il Paese che muore non si tocca ... Nessuno ha coraggio di rifiutare di pagare il mortifero pizzo assassino ... É il modo piú rapido per arrivare alla Morte ... Nella disgrazia annunciata, la grande speranza ... Che in tanto mare di ottusitá, prepotenza e repressione che regnano sovrane nel Paese sia il colpo di macigno che abbatta tutto il castello di menzogne, l´unico modo per una rivoluzione liberale che non puó essere promossa da un ammasso organizzato di ignoranti chiacchieroni, ottusi e feroci pidocchi ... Cari Italiani, ma ignoranti e brutti pallonari ... continuate a parlare di elezioni, percentuali e ancora elezioni (con nuove camere), convinti nella vostra vigliaccheria e insipienza di trovarvi davanti a una partita di calcio che duri infinita ... Saranno le Leggi della Fisica che riusciranno a riformare l´immondo obbrobrio, ad abbattere il sudicio castello di menzogne sopra al Paese che muore e sopra la miseria delle vostre menti.

Tino Gianbattis...

Dom, 27/07/2014 - 10:12

Quella Nave va recuperata demolirla è una follia !

MEFEL68

Dom, 27/07/2014 - 10:31

SOLO due anni e mezzo per rimuovere un relitto. Sorprendente. Fantastico. Quando si pensa che in poco più di 48 ore i Padri costituenti hanno approvato la Costituzione Italiana e che per cambiare solo qualche articolo sono anni che si discute senza concludere nulla. Che lo spazio-tempo in Italia sia diverso da quello del resto del mondo?

cgf

Dom, 27/07/2014 - 10:33

ci avrei scommesso!! Renzi non potrà essere a Genova prima del pomeriggio ed allora ecco il vento il trento il quaranto....

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Dom, 27/07/2014 - 10:46

jometto: Schettino è un Italiano e non è l'Italiano tout court.Ora, se un imbecille ha obbedito ad un ordine scellerato, ammesso che ci sia stato, non vedo come si possa coinvolgere una intera Nazione in quella che Lei definisce una vergogna Italiana. Semmai, noi Italiani avremmo altri validi motivi per vergognarci. Tra i tanti, uno è di certo Lei. Stia bene. Dalton Russell.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 27/07/2014 - 10:46

Occasione imperdibile di siparietto per il più caro amico di Berlusconi. Che, infatti, sarà presente all'attracco per i suoi immancabili "selfies".

Tino Gianbattis...

Dom, 27/07/2014 - 10:58

Si chiama mania di protagonismo forcaiolo ! In quel cantiere che l'ha costruita... hanno ricondizionato in nave da crociera il rompighiacci STOKOLM che ha affondato l'ANDREA DORIA ribattezzato ITALIA 2... Si tratta di LAVORO per un cantiere asfittico tenuto in piedi da ammortizzatori sociale e interventi con commesse pubbliche... e lavoro a bordo per chi nel disgraziato evento lo ha perso, di questi non gli frega niente a nessuno.non hanno voce, nessuna difesa. Le vittime di allora non hanno avuto tanta considerazione.

cameo44

Dom, 27/07/2014 - 10:59

Galletti ha poco da esultare per l'operazione Costa concordia non dica nulla ai francesi prenda atto dei tanti disastri causati dal mal tempo bastano poche ore di pioggia per allagare intere città come Milano Romae non solo se l'Italia e gli Italiani hanno queste grandi capaci tà come mai non siamo capaci a difendere il nostro territorio? sempli ce abbiamo avuto ed ab biamo una classe politica incapace di gestire la cosa pubblica e non ci vengano a dire che non ci sono le risorse dato che prevenire costerebbe molto meno che riparare i danni causa ti anche alle imprese alla agricoltura oltre alla viabilità Galletti faccia un bagno di umiltà assieme ai suoi compagni di merenda

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Dom, 27/07/2014 - 11:12

Ma che rompimento ora mica ci terranno costantemente aggiornati anche sul suo smantellamento. Ma da cosa è spinto tanto spazio dei media per questa scemenza? Cos'è un ordine dell'esecutivo? Così gli italiani non pensano ai veri problemi? Basta vi prego con sta Concordia del c...

pedrupianu

Dom, 27/07/2014 - 11:20

....una domandina....ma le cassaforti di bordo, quelle presenti nelle varie cabine, in che condizioni sono? Sarà il caso di fare qualche controllo?

vintal

Dom, 27/07/2014 - 11:25

Ingegno italiano un piffero!!!! Manco gli operai erano italiani, pure i rimorchiatori abbiamo dovuto noleggiare all'estero ... gli unici italiani di questa storia sono: Schettino che l'ha affondata, Gabrielli che sta facendo finta di essere il capo dell'operazione e Renzi che, anche per questa boiata, sta cercando di farsi passare come il salvatore della patria. BELLA IMPRESA ITALIANA, COMPLIMENTI !!!

Lofelo

Dom, 27/07/2014 - 11:42

A Stenos,Cadaques & tutti quelli con la bile infiammata fino alla perdita di equilibrio: è vero, l'Italia è una vergogna, e loro ne sono una lampante dimostrazione.

tizi04

Dom, 27/07/2014 - 11:44

Vorrei fare domande che tutti i giornalisti non fanno, ma chi paga lo smantellamento della nave ? Se in Turchia costava un 1/3 dell'Italia, la differenza chi la paga ? l'armatore ? l'assicurazione ? Ma sono coglioni ? e poi xke' a genova ? xke' e' di sinistra ? sento odore di Coop ! sento odore di spesa aggiuntiva della PA, Renzi non sa niente ? gielo chiedete per favore ? grazie. Comunque lo scopriremo tra qualche anno chi ha pagato.

Ritratto di pravda99

pravda99

Dom, 27/07/2014 - 11:59

Avrebbero dovuto metterci anche Schettino al traino dal Giglio.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 27/07/2014 - 12:10

Lofelo, sei bello tu che davanti alla prepotenza e alla ottusitá chini la testa !!!

blackbird

Dom, 27/07/2014 - 12:11

"Qualcuno ha addirittura affittato, fino a duemila euro cash, balconi privati" spero che la GdF e l'Agenzia sorvegliono e facciano pagare le tasse!

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 27/07/2014 - 12:11

L´ISLAM RADICALE ? ... Puó vere varie maschere con cui si presenta al mondo ... Sempre é la realizzazione del sogno di tutti quelli che hanno solo il mezzo della prepotenza per imporre a qualunque altro la propria bassezza ... é solo barbarie e assassinio del fondamento di ogni sensibilitá e Cultura, degenerazione della vigliaccheria e della chiusura dell´egoismo in dittatura della ottusitá e della demenza ... C´é poco da ridere, cari ragazzi ... In Italia il tetro binario dove corre il Paese e che nessuno riesce a vedere é lo stesso ... vigliaccheria, ottusitá e repressione ... l´Islam radicale? ... "Quello di una redazione di pidocchi animata internamente dalla censura" ... lo stesso il contenuto interno a forme esteriori che sono pura maschera ... Democrazia Parlamentare, Pubblica Amministrazione, Nuovo Senato, Magistratura ... "normale" é la oppressione del Muro di un apparato "pubblico" abnorme, contorto, feroce e intoccabile sopra il Paese che muore con la sua operositá e Civiltá ... "normale" é che davanti a questo Muro che é fradicio piú si é bastonati e piú ci si inginocchi ... Cara Italia, cambia rotta, quella in cui stai speditamente procedendo ... Come dire? ... Non é quella che puó assicurare serenitá e allegria ... Quella corretta é quella della coscienza, della intelligenza che é capacitá di creare benessere e valore per se e per gli altri, della generositá e del coraggio di ogni individuo libero nel cessare di pagare il pizzo assassino e dare il suo contributo, a distanza di 25 anni da quella di Berlino, alla caduta del fradicio Muro Italiano della menzogna, dell´egoismo, della bassezza e della barbarie ... Sopra il Paese che muore e sopra la miseria di mente degli Italiani.

robertit2002

Dom, 27/07/2014 - 12:11

Questa nave somiglia all'Italia governata da incapaci e che è naufragata , ora rattoppata alla meglio per poi finire in rovina e smantellata

Anonimo (non verificato)

Ritratto di CADAQUES

Anonimo (non verificato)

Salvatore1950

Dom, 27/07/2014 - 12:20

renzi va ad intestarsi anche questa importante operazione come ha gia' fatto con l'inaugurazione della Brescia-Bergamo-Milano....non c'e' chedire ha imparato proprio bene il giovanotto e la complicita' dei media e' rivoltante

Anonimo (non verificato)

gedeone@libero.it

Dom, 27/07/2014 - 12:35

Blog pieno di commenti disfattisti. Che pena...

Ritratto di dvxfer66

dvxfer66

Dom, 27/07/2014 - 12:36

Oggi finalmente è arrivata a Genova e rivedendo in tv le immagini di quella notte ho due considerazioni da fare,la prima è che come al solito in Italia pagano solo i disperati e schettino fa le ospitate ai party;la seconda è che alla fine lo dovranno pure ringraziare perchè ha creato più posti di lavoro lui di Renzi

argos78

Dom, 27/07/2014 - 12:40

E' stata un'operazione di alta ingegneria navale unica nella storia e per questo va apprezzata.Tutto il resto non c'entra,perchè appartiene al vizio di noi italiani di mandare tutto in caciara e polemizzare su tutto.Onore e vanto ai progettisti di questa operazione al di là se sono stranieri e se i politici e governativi se ne attribuiscano il merito.

Gianca59

Dom, 27/07/2014 - 13:04

Poveri francesi, caduti così in basso da essere irrisi da un ministro della Repubblica Italiana e costretti oggi a vedere una bandiera Italiana, con relativo inno, tra due bandiere francesi nel cuore della loro Parigi …..

Ritratto di bracco

bracco

Dom, 27/07/2014 - 13:15

MA PERCHE' NON ABOLIRE IL 25 APRILE E SOSTITUIRLO CON IL 27 LUGLIO COME FESTA DELLA "CONCORDIA" CHE SUONA PURE BENE PER L'ITALIA DI OGGI, E ALLE ANUALI COMMEMORAZIONI SI POTREBBERO INVITARE TUTTI QUEI CIALTRONI SCIACALLI GOVERNATIVI CHE DA GIORNI E DA INCOPETENTI STANNO OCUPANDO OGNI TV

Magicoilgiornale

Dom, 27/07/2014 - 13:37

Ma??? Non si puo fare una petizione pubblica ed interrompere il calvario di tante notizie ripetitive? Abbiate almeno rispetto per le tantissime VITTIME!!!!

Ritratto di pediculus

pediculus

Dom, 27/07/2014 - 13:41

Ah, che miseria.....ancora ad esaltare il recupero di nave Concordia ! Ma non era un italiano (di Napoli però) anche il capitan Schettino ? Onori ed oneri quindi, ma soprattutto serietà. In Italia si festeggiano anche le sconfitte, si sa, ma tutto questo chiasso attorno al recupero della nave s'inquadra in questa mentalità da sottosviluppati. Quando gli italiani saranno più seri soprattutto nel lavoro saranno apprezzati e non derisi per le puttanate che dicono e fanno in giro per il mondo.

giottin

Dom, 27/07/2014 - 13:48

A me invece piacerebbe sapere quanto è costata l'operazione salvataggio, da quando è affondata fino all'arrivo a Genova e soprattutto chi lo paga. E poi quanto si riesce a guadanare, in denaro, della sua demolizione e a chi andranno questi eventuali guadagni, così giusto per stabilire se noi contribuenti saremo stati interessati, economicamente, in tutte queste operazioni!!!!

buri

Dom, 27/07/2014 - 14:36

cì+ poco da vantarsi, dovremmo ricordarci il motivo di quel lavoro, la vergogna del naufragio e dei morti, ed anche di Schettino vergogna della marineria italiana

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Dom, 27/07/2014 - 15:00

La faccenda di questa GRANDE NAVE ha stufato un pò TUTTI. Schettino sarà quello che sarà si è dimostrato comunque inetto ed irresponsabile. Da buon Comandante di una grande Nave come la Concordia con più di 4.000 persone a borfo (Una Città) doverva essere molto severo ed accorto col suo personale dipendente. Così non è stato.Un comandante che pensava più alle esteriorità, alle femmine e NON alle sua Grande Nave. Quello comunque che mi stupisce è la "melina" che si fa su una grande nave e sui circa 34 o 35 morti su circa 4.000 passeggeri vivi. Certo, il fatto dispiace anche a me. Il fatto è che cade un AEREO e fa circa 300e più morti e nessuno ne fa l'eroina nel tempo e la sua drammacità. L' Isola frl Giglio comunque , rimpiangerò tanto la presenza della Concordia, E su questa specie di rottamazione definitiva nascono molti interrogativi. CHI DIVENTERA' RICCO CON QUESTO GRANDE SANTELLAMENTO ? Certo Genova anzi i KOMUNISTI Lavoratori di Genova hanno vinto ma chi sarà quello o chi saranno quelli che ne beneficeranno totalmente ? Ed anche qui è la solita "MINESTRA KGB" della Politica Italiana. Vorrei augurarmi almeno che non sia il solito DE BENEDETTI.... La grande Nave Concordia, E' INNOCENTE, è andrebbe rispettata per quello che era ed è tuttora. TROPPO CHIASSO SU QUESTA NAVE. Perchè ?

giottin

Dom, 27/07/2014 - 15:01

Tutti questi danni comunque dovrebbero essere ascritti alla Costa crociere la quale dovrebbe farsi rivalere sull'equipaggio responsabile della navigazione, comandante in primis: se fosse andato dritto per i cazzi suoi 2 miglia più in là ora non saremmo qui a discutere, si sarebbero salvate 33 persone e l'armatore non avrebbe perso moltissimi milioni di euro in solido e d'immagine. Se poi ci fosse anche stata una correlazione tra l'armatore e l'equipaggio e quindi, come si dice, era consuetudine fare gli "inchini", (ma inchini cosa????), beh allora, bisognerebbe anche interidire per sempre la navigazione a tutti e confiscare tutti i beni di codesti signori per usarli a risarcire le perdite umane!

Ritratto di combirio

combirio

Dom, 27/07/2014 - 15:05

Renzi ha già detto tutto quello che andava detto. Il quasi affondamento della nave è stato come brutto presagio concomitante con l' inizio alla deriva dello nostra amata Italia. Speriamo che questo successo andato a buon fine faccia pensare ai tanti errori commessi per l' Italia e che possa significare una nuova rinascita per tutti noi.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 27/07/2014 - 15:29

gedeone, sei costruttivo tu che ti appoggi sulla superficialitá e il conformismo della menzogna !!!

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 27/07/2014 - 15:34

"TROPPO CHIASSO SU QUESTA NAVE. Perchè ?" ... Perché il vuoto deve essere riempito dalla ottusitá e dalla menzogna.

Ritratto di laghee100

laghee100

Dom, 27/07/2014 - 15:34

caro Renzi, ti sei accorto che l'Italia è nelle condizioni della Costa Concordia ?????...

Ritratto di Marco S.

Marco S.

Dom, 27/07/2014 - 15:44

Renzi si è imbucato all'inaugurazione della Brebemi, poi ha fatto arrivare la Sudanese Meriam per sfruttarla a fini propagandistici, oggi è a fare il figo davanti al relitto della Concordia, e domani lo vedremo in maglia gialla per vantarsi del successo di Nibali. Questo fa più spot di Banderas con biscotti e galline. Imbucato compulsivo?

FRANCOSANNA

Dom, 27/07/2014 - 16:56

E' UNA VERGOGNA! I POLITICI IN PRIMA LINEA ESULTANDO COME SE AVESSERO FATTO L'IMPRESA DI CRISTOFORO COLOMBO O AVESSERO VINTO LA SECONDA GUERRA MONDIALE. GLI INNOCENTI MORTI GIA' DIMENTICATI, L'AUTORE DELLA STRAGE, IN GIRO A FARSI I CA..I SUOI COME SE NULLA FOSSE SUCCESSO. PERO' PER L'ITALIA E' UN GRAN GIORNO PERCHE' HA PORTATO A GENOVA UN RELITTO CHE CHISSA' QUANTO COSTERA' DEMOLIRLO. E MAGARI I PRIMI A PAGARE SARANNO I FAMILIARI DELLE VITTIME... CHE VERGOGNA!!!!!!!!!

FRANCOSANNA

Dom, 27/07/2014 - 17:07

L'ABBIAMO RECUPERATA PERCHE' NON POTEVAMO LASCIARLA LI', MA PER L'ITALIA NON E' UNA VITTORIA MA SEMPRE UNA SCONFITTA PER QUELLO CHE E' SUCCESSO! "CON QUESTE PAROLE IL PREMIER AVREBBE POCO POCO SALVATO LA FACCIA"

Luca.IV

Dom, 27/07/2014 - 17:39

eccola qua e' arrivata....che tristezza vedere questa nave....spero veramente con il cuore che riescano a trovare il corpo di Rebello x permettere ai suoi famigliari di dargli degna sepoltura. Un rigraziamento a Schettino e la sua ciurma di disadattati....

Giacinto49

Dom, 27/07/2014 - 18:41

Troppa pubblicità ad un evento che dieci cinesi (o giapponesi) avrebbero già risolto da tempo. E a mani nude!

Mario-64

Dom, 27/07/2014 - 18:56

Schettino e' uno . Gli ingegneri ,i tecnici ,gli operai e tutti i dipendenti delle aziende italiane che hanno reso possibile un recupero unico nella storia della navigazione sono migliaia. Chi non capisce questo e' meglio che continui a parlar di calcio.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 27/07/2014 - 19:41

Russel sono d'accordo con jometto , se fosse successo in un altro paese europeo sarebbe già in carcere per omicidio e se fosse successo in un paese musulmano o orientale lo avrebbero già giustiziato se non altro per la responsabilità e colpa di 32 morti.

@ollel63

Dom, 27/07/2014 - 21:00

è stato fatto quanto si doveva fare, niente di più, niente di eccezionale. Ma quanto clamore inutile! Ma quali 'grazie' ! C'è tanta gente in Italia e nel mondo che fa cose eccezionali ogni giorno senza mezzi senza clamori senza ringraziamenti. Piantatela sbruffoni di stato e politicanti strapagati, sempre in vetrina a mostrar vanagloria, quella tipica dei boriosi incapaci e ignoranti. Cosa andate a mostrare? " Sciagure,Disonore,Vergogna.

precisino54

Lun, 28/07/2014 - 11:05

X ADM – 09:40; mia cara anch'io non ho mai gradito le navi da crociera, mi incutono soggezione e poi lo stereotipo a cui sono legate è di uno stile di vita che mi è distante. Ciò detto però vorrei applaudire quanti hanno fatto si che la Concordia potesse ritornare a galleggiare per rientrare a Genova. In questa vicenda sono in disaccordo con Feltri, quanto è avvenuto è il manifesto delle cose italiane dove la bravata di uno stolto, avallata da quanti sapevano ma facevano finta di ignorare quanto avveniva, poi si sono eretti ad eroi di che?! Il gesto di un arrogante da una parte, il lavoro attento e ad alto livello di ingegneri e tecnologia dall'altra, io mi sento italiano sin nel profondo ma mi immedesimo con chi ha rimediato e non chi ha fatto la ca...ta, quello è italiano, ma non rappresenta l'Italia, che invece lo è e degnamente da quanti hanno posto rimedio al danno. Ciao ed auguri da chi sai!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 28/07/2014 - 13:33

Una settantina di anni fa la corazzata "Queen Elizabeth" con uno squarcio nella chiglia di sessanta metri per trenta, dopo due mesi era in grado di navigare, con i suoi motori. Invece la Concordia del Gabrielli, lasciata a marcire, dopo quasi tre anni non sta neanche a galla da sola, perchè ha bisogna dei "cassoni". Infatti il giullare col putipù che sta al Quirinale pensò a quel "cassone" di Gabrielli perchè durante le cerimonie lui pompeggia. Ma è di un altro genere di pompe che c'era bisogno: le pompe idrovore e le pompe funebri.

Gianca59

Lun, 28/07/2014 - 13:56

Cio che mi fa piu imbufalire di questa vicenda è che sono bastati pochi secondi e la sciaguratezza di un comandante per avere 32 morti, persone che rimarranno segnate a vita, 2 anni e mezzo per rimuovere una carcassa, 2 anni per distruggerla, una paese sputtanato e il comandante è ancora li, che gira di festa in festa, di selfie in selfie, che se la gode con degli italiani dementi che lo rincorrono. In un paese normale se va bene sarebbe stato messo immediatamente in gattabuia e dimenticato li per il resto della sua vita ! QUANDO L' ITALIA DIVENTERA' UN PAESE NORMALE ?