Concordia, Domnica Cermotan: "Sentenza giusta"

La moldava risarcita con 30mila euro: "Il risarcimento è rispettosissimo della mia figura di vittima"

"Sono felice che la vicenda si sia conclusa con sentenza estremamente equilibrata. Il risarcimento è rispettosissimo della mia figura di vittima".

A parlare è Domnica Cemortan, la moldava che era in cabina con Francesco Schettino sulla Costa Concordia la notte del naufragio e che sarà risarcita di 30mila euro come gli altri passeggeri della nave. "Non sono mai stata animata da intenti vendicativi verso nessuno", ha detto attraverso l’avvocato Gianluca Madonna, "Schettino doveva avere più
coraggio, fare di più per far emergere le responsabilità di Costa".

Commenti

Raoul Pontalti

Gio, 12/02/2015 - 19:59

Sìììì! Lei era vittima, nella cabina del fedifrago autor di naufragio recitando il rosario.

Ritratto di HEINZVONMARKEN

HEINZVONMARKEN

Gio, 19/03/2015 - 13:09

PAROLA DI DOMINIKA CERPUTAN...MAH