Condannato per pedofilia parroco distribuisce cibo alla mensa per i poveri

Il caso in Liguria. Con l'accusa di abusi sessuali nei confronti di una chierichetta, è stato condannato a 7 anni e 8 mesi. Ora ha ottenuto l'affidamento in prova ai servizi sociali

Condannato per pedofilia, un sacerdote di Alassio, don Luciano Massaferro, ha lasciato il carcere e distribuisce pasti ai poveri. Deve scontare una condanna definitiva a 7 anni e 8 mesi per avere molestato sessualmente una chierichetta della parrocchia di San Giovanni ad Alassio.

Come riporta Il Secolo XIX, il sacerdote ha lasciato il carcere della Spezia dopo che il Tribunale ha accolto la richiesta dei legali per l'affidamento in prova ai servizi sociali di Imperia. Ha trovato ospitalità alla Casa della Carità.

Massaferro deve rimanere in casa nelle ore notturne, di giorno assolve ai compiti previsti dalla mansione, cioè fare il giro di consegna dei pasti. La piena libertà, comunque, non dovrebbe tardare, visto che i giudici hanno accordato anche la liberazione anticipata, fissata per febbraio, con quasi due anni di anticipo rispetto alla scadenza originaria. Per il parroco è in arrivo però il processo canonico dopo che in Vaticano sembra ormai consolidata la linea del rigore nei confronti di colpe inerenti la pedofilia. Rischia la riduzione allo stato laicale.

Commenti

moshe

Gio, 28/05/2015 - 13:01

Dolce la vita!!!

poli

Gio, 28/05/2015 - 13:27

Tanto a questi maiali non verrà fatto assolutamente nulla: qualche mese in cella e poi a casa,di nuovo a caccia.

umbro80

Gio, 28/05/2015 - 13:41

Leggere queste notizie è veramente spiacevole. Un servo di Dio che si macchia di episodi del genere non può ricevere perdono né qui né al di là. Dio è misericordioso ma è anche giusto.

Holmert

Gio, 28/05/2015 - 14:11

Ma che boiata è? Anche un incensurato distribuisce i pasti ai poveri, caso mai dovrebbe andare a spaccare le pietre con l'abito del forzato a strisce. Se questa è fare 8 anni di carcere, allora conviene andare in galera dove si mangia e si beve. Questo periodo che stiamo vivendo sarà ricordato con infamia negli annali della storia. L'uomo al centro dell'universo, esente da ogni punizione. Un delirio paranoico.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 28/05/2015 - 14:37

Cose da italia!...Condannato,...7 anni,8 mesi,...fuori a fare il "patacca" a distribuire cibo,nella "casa di carità"....Quella poverina,segnata,rovinata per la vita,altre forse non accertate,...Che GIUSTIZIA!!

Ritratto di semovente

semovente

Gio, 28/05/2015 - 18:35

Questo va spretato ed ancor prima scomunicato.