La confessione di Ouesseynou: "Volevo usare i bimbi come scudo"

Ouesseynou parla dal carcere e racconta di essere un panafricanista che ha agito per denunciare lo sfruttamento occidentale del Continente nero

Dal carcere, Ouesseynou Sy racconta un'altra versione dei fatti che l'avrebbero spinto prima a dirottare e poi a dare fuoco a un autobus che trasportava 51 ragazzi. "L'ho fatto per dare un segnale all'Africa, perché gli africani restino in Africa e così non ci siano morti in mare", avrebbe detto l'uomo in carcere, che avrebbe poi raccontato di essere un "panafricanista" che spera nella vittoria delle destre europee "così non faranno venire gli africani". Una versione che non convince, dato che i giovani che si trovavano sul mezzo hanno raccontato dei numerosi insulti rivolti dal senegalese al vicepremier Matteo Salvini e al governo.

Ma dal carcere Ouesseynou cerca di spiegare anche perché avrebbe voluto raggiungere un aeroporto milanese: "Volevo andare a Linate per prendere un aereo e tornare in Africa e usare i bambini come scudo". E ancora: "Gli africani devono restare in Africa ed è l'Occidente che non lo consente". In questo senso andrebbe dunque letto il video messaggio registrato dall'uomo che, secondo i pm, "voleva mandare il messaggio 'Africa Sollevati' e dire agli africani di 'non venire più in Europa e punire l'Europa per le politiche a suo dire inaccettabili contro i migranti'".

Le due versioni stridono parecchio. Ma quel che è certo è che l'avvocato difensore dell'uomo ha chiesto una perizia psichiatrica: "È doveroso a fronte dell'enormità del gesto e su questo anche la Procura concorda".

Il piano di Ouesseynou

Il senegalese ha agito con premeditazione. Aveva portato le taniche di benzina a bordo e le aveva coperte. Aveva nascosto i martelletti per rompere i vetri in caso di incendio e portava con sé, come hanno raccontato i ragazzi, un coltello. Ma non solo. Alcune studentesse hanno raccontato che Ouesseynou, già nei giorni precedenti l'attacco, aveva provato a dirottare il mezzo: "Già lunedì avevamo notato che ci trattava male. Uno della classe gli ha detto 'arrivederci' e lui gli ha risposto 'vaffanculo'. Prima aveva cercato di deviare strada ma un professore gli aveva detto poi di fare quella giusta".

Tiziana M., la bidella a bordo del mezzo, ha inoltre raccontato: "Sy ha chiuso le porte del bus con delle catene, non avrei mai pensato una cosa simile. Gli insegnanti sono stati legati e e lui mi ha detto di buttare la benzina sulla tenda e i finestrini e di sequestrare i cellulari. Io ho tenuto acceso il mio, ho fatto il numero della scuola e l'ho lasciato acceso perchè volevo che dall'altra parte sentissero".

Commenti

baio57

Gio, 21/03/2019 - 15:19

Ora che diranno i SINISTRATI MENTALI ?????

dnvniqst

Gio, 21/03/2019 - 15:26

Non c'è problema, si applichi lo stesso metro di giudizio utilizzato per il processo a Traini (strage) e non se ne parla più. 51 bambini contro 6 adulti, beh, penso che persino un giudice buonista potrebbe condannarlo. Se poi invece è pazzo, beh, ricovero in struttura psichiatrica per la durata della pena.

Ernestinho

Gio, 21/03/2019 - 15:29

E ti pareva che non chiedevano "la perizia psichiatrica"?

paco51

Gio, 21/03/2019 - 15:35

la perizia non a lui!

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Gio, 21/03/2019 - 15:41

Vista la perizia psichiatrica, accertata la temporanea incapacità di intendere e di volere, tenuto conto delle attenuanti dovute allo stress di sopportare il rassismo e il fassismo imperante in italia, più la millantata "perdita dei figli in mare", scenario mentale che è chiara evidenza di schizofrenia paranoide, stabilito che è interesse sociale che la risorsa sia curata e riaccolta, integrata, io Compagno Giudice dispongo sei mesi in osservazione psichiatrica e altri sei in comunità di recupero. Siano subito erogati sussidi e assegni per la perdita del lavoro, che cumuleranno fino alla pronta liberazione e reintegro in società della risorsa, così si dispone, timbro e firma. Avanti il prossimo.

oracolodidelfo

Gio, 21/03/2019 - 15:42

Questo è un lucido, furbastro, calcolatore. Non so se è imbeccato da qualcuno oppure se è farina del suo sacco. Questo delinquente sta semplicemente cercando di evitare la galera nella quale deve essere rinchiuso, per tutta la vita, in considerazione del danno irreparabile causato a 51 bambini.

Ritratto di Paolo_Trevi

Paolo_Trevi

Gio, 21/03/2019 - 15:53

Ma la boldrini non ha ancora preso le sue difese? Piuttosto voi del giornale, fate un bel giro a 360 gradi di tutti questi radical chic e chiedete loro cosa pensano, se si schierano a difesa della risorsa, chiedete perché nessuno di loro ha elogiato i carabinieri di aver rischiato la vita per salvare tutti quegli innocenti, e nel caso ci fossero state vittime quale sarebbe stata la scusa per cui non si sarebbero presentati al funerale, e almeno su quest'ipotesi so bene di non sbagliarmi, a meno che non fosse morto anche il senegalese.

Ritratto di giangol

giangol

Gio, 21/03/2019 - 15:57

si si però per studiare tutto nei minimi dettagli, dirottare il pullman, fascette, pistola, taniche di benzina, la strada per andare a linate, le minacce ai bambini era lucido e sapeva bene cosa stava facendo! ergastolo!!!!!!!!

APPARENZINGANNA

Gio, 21/03/2019 - 15:58

Cittadino italiano, nero, di origine senegalese, con precedenti per guida in stato di ebbrezza e reati sessuali. Chi gli ha concesso la cittadinanza? Chi lo ha incaricato di guidare un autobus? Aveva intenzione di bruciare decine di nostri bambini. Se quelli che vengono considerati integrati (certo non tutti) si comportano così, decidete voi come la nostra società si deve difendere.

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 21/03/2019 - 16:04

@Raperonzologiallo....purtroppo sarà proprio così. Ricordiamocene ogni volta che dobbiamo votare,unica arma rimasta contro l'imbecillismo sinistro.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Gio, 21/03/2019 - 16:11

Raperonzolo Giallo, ti sei dimenticato il post-reintegro. Deputato al governo per il PD e spedito all'ONU per rappresentare l'Italia. Non è meno della Kienge, questo. Dimenticavo, top model a gogò spesate da noi che non è mica Berlusconi che deve organizzare le cene eleganti. LUI E' UNA PREZIOSA RISORSA.

Hapax15

Gio, 21/03/2019 - 16:18

Sfruttamento occidentale? Ma colendissimo Sy, ignori forse che il tuo Senegallo s'ubica più ad ovest dell'intera Europa? Siete dunque voialtri che sfruttate...