"Consegnate i cellulari" Studente picchia la professoressa

Un altro episodio di violenza a scuola. Uno studente dell'Istituto tecnico Sassetti Peruzzi di Firenze, ha colpito con un pugno, dopo averla spintonata, una professoressa

Un altro episodio di violenza a scuola. Uno studente dell'Istituto tecnico Sassetti Peruzzi di Firenze, ha colpito con un pugno, dopo averla spintonata, una professoressa. Come riporta il "Corriere Fiorentino" la docente prima dell'inizio della lezione ha ritirato gli smartphone degli studenti. L'insegnante si è avvicinata ad uno studente per farsi consegnare il cellulare ma il ragazzo ha subito avuto una reazione violenta. Prima la spinta, poi un pugno dritto al petto.

La prof ha continuato la lezione senza allarmare i colleghi e i ragazzi e solo dopo, quando gli studenti hanno abbandonato l'aula ha decisio di chiamare il 118. È stata trasportata al pronto soccorso. È stata rilevata una contusione toracica , avrà una prgnosi di qualche giorno. Per il ragazzo è subito scattato un prvvedimento disciplinare: 15 giorni di sospensione e l'obbligo di frequentare alcuni incontri con gli psicologi. "Nonostante la nostra scuola abbia un'utenza molto variegata e per certi tratti complessa, è la prima volta che capita un episodio di violenza", ha affermato il dirigente scolastico Osvaldo Di Cuffa. L'insegnante non ha sporto denuncia e ha chiesto di incontrare i genitori del ragazzo.

Commenti

venco

Mar, 20/03/2018 - 11:47

Studente da espellere da tutte le scuole a tempo indeterminato.

Ogliastra67

Mar, 20/03/2018 - 11:56

Non va bene...non va bene...quindi lo studente se la caverà solo con 15 giorni di sospensione e basta....io lo avrei denunciato e gli avrei fatto fare 15 giorni di carcere. ma continuiamo così a pensare che dare uno schiaffo al proprio figlio sia traumatizzante ...vedo che loro non la pensano così nei confronti degli insegnanti....Non serve a nulla incontrare i genitori tanto alla fine loro avranno ragione e sarà la prof. che passerà per una incapace che non sa tenere la classe.

evuggio

Mar, 20/03/2018 - 12:15

denunciare TUTTI I PRESENTI per favoreggiamento!

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 20/03/2018 - 12:30

case da bassa patania!

amedeov

Mar, 20/03/2018 - 13:03

Come rimpiango i miei insegnanti di una volta che per molto meno facevano volare dei ceffoni e se poi lo dicevi ai genitori le prendevi anche da loro

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Mar, 20/03/2018 - 13:20

Per gli ignoranti : E' la professoressa da punire non lo studente , ma si sa le cose latinazze vanno sempre rovescie . Lo smartphone è una proprietà , e perciò non c'è diritto a ritirarlo . Se ne può invece proibire l'uso nelle ore di lezione , pena la punizione . Yeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh .

ziobeppe1951

Mar, 20/03/2018 - 13:22

Schipetaro..impara a scrivere in italiano

titina

Mar, 20/03/2018 - 14:09

L'isegnante non faccia la buonista: danneggerebbe altri ragazzi che non capirebbero che la violenza è da condannare sempre.

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Mar, 20/03/2018 - 14:26

"...L'insegnante non ha sporto denuncia e ha chiesto di incontrare i genitori del ragazzo." Speriamo che non la menino anche loro, perché coi tempi che corrono non ci sarebbe da meravigliarsi.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 20/03/2018 - 14:38

@Venco - una volta era così. Oggi invece i sinistri sono esrtosi nelle leggi. Non mi stupisco del contrario.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mar, 20/03/2018 - 15:56

@giovinap. Il nome non lo hanno scritto peró dal comportamento é chiaramente un tuo paisanuzzo. A napule é accaduto di recente di peggio. #onefirstwo, non dire castronate.Non fare il professorino di diritto. Sai benissimo che troveranno il modo di usarlo senza che l'insegnante se ne accorga. Nel piccolo paese del terzo mondo dove vivo prima di entrare in classe i ragazzi ( i pochi che lo possiedono) devono lasciare il cellulare e ritirarlo a fine lezioni.

massmil

Mar, 20/03/2018 - 16:47

due sberloni allo studente e dieci ai genitori...sono i vecchi metodi i migliori, noi poi ci sognavamo di rispondere o peggio ancora alzare un dito sul prof, poi è arrivato il buonismo di sinistra ed ecco i risultati