Consigliere Pd contro il crocifisso: "Usarlo contro l'Isis meschinità culturale"

La querelle nata dalla richiesta del centrodestra di esporre in tutte le scuole un crocifisso in risposta agli attentati di Parigi

Tommaso Petrella, consigliere comunale del Pd a Bologna, oggi ha affermato che considera la scelta di “alzare il crocifisso contro le bandiere dell’Isis una meschinità culturale”. Non si capisce perché, visto che quell'uomo appeso sulla croce è anche il simbolo della nostra cultura. Eppure Petrella è anche cattolico. Se l'effetto degli attentati di Parigi è quello di una rinascita del culto del Cristo, o anche solo il rispetto, dovrebbe essere contento.

Invece sul cattolico, a quanto pare, prevale il politico. Oggi, infatti, la presidente di un quartiere del capoluogo emiliano, Ilaria Giorgetti (centrodestra) con una lettera alle scuole presenti nel territorio di sua competenza aveva chiesto di "tener conto dei valori della nostra tradizione e della nostra identità che non è fatta solo di libertà di pensiero o di parola, ma che si riconduce alla nostra identità cristiana al di là del rapporto di ciascuno con la fede". Per farlo, la Giorgetti auspicava che le scuole "possano deliberare di esporre il crocifisso come forte espressione della nostra tradizione e del nostro sistema di valori".

Apriti cielo. Una esponente di centrodestra chiede di rispolverare il crocifisso nelle scuole (che ha tutto il diritto di essere presente) e la sinistra si scaglia contro di lei. Il sindaco Pd Virginio Merola ha detto: "E’ esattamente il modo peggiore di procedere, io ritengo che sia esattamente il contrario. Non è il momento di contrapporre ad un simbolo religioso l’altro, ma di prendere e ricordare il meglio della nostra istituzione comunale e della rivoluzione francese". Identificare un popolo con una religione - dice al Resto del Carlino Merola - è una cosa che appartiene al medioevo e che ahimé è ancora molto forte in tutta l’area mediorentale. La nostra civiltà ha fatto un grande passo avanti grazie alla rivoluzione francese che, appunto- manda a dire Merola- ha instaurato lo Stato laico, la libertà d’opinione, la convivenza tra diverse religioni senza identificare lo Stato con una di queste".

A conclusione della polemica, proprio la frase del (cattolico) Petrella: "Alzare il crocifisso contro le bandiere dell’Isis è una meschinità culturale". Inutile poi lamentarsi che l'Europa abbia abdicato alle proprie radici.

Commenti

ziobeppe1951

Lun, 16/11/2015 - 19:54

Un komunista non può essere intelligente

vince50

Lun, 16/11/2015 - 20:07

Meschini sono tutti quelli del PD e chi ancora crede in loro,il resto è solo vergogna dignità mai avuta e Dna avariato.

CALISESI MAURO

Lun, 16/11/2015 - 20:09

petrellus cattolico? mah..... non sanno nemmeno cosa voglia dire il termine.. nel migliore dei casi sono dei farisei

pastiglia

Lun, 16/11/2015 - 20:47

Fra poco nelle scuole faranno leggere il corano, e noi italiani zitti perché devono integrarsi.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 16/11/2015 - 21:16

Quanto vorrei ricordare a petrella e a merola che la Rivoluzione francese dell'89 ai traditori tagliavano la testa.

routier

Lun, 16/11/2015 - 21:19

Quando la povertà anziché nelle tasche della gente è nei loro cervelli, allora: "Tempora si fuerint nubila". (i tempi saranno nuvolosi)

Ritratto di ohm

ohm

Lun, 16/11/2015 - 22:19

Alziamo tutti il crocifisso: è un nostro diritto e un nostro dovere culturale! Le bestie che hanno sparato a Parigi devono capire che il nostro Dio è più del loro....noi non abbiamo niente a che fare con loro e il LORO dio!

leo_polemico

Lun, 16/11/2015 - 22:23

Ripeto ancora una volta quanto ho già avuto occsione di scrivere. Se a immigrati, clandestini o in attesa dello stato di rifugiato, nostri "ospiti", molte volte non graditi, ma,purtroppo, a nostre spese non vanno bene e non sono graditi i nostri usi e costumi possono tornare liberamente da dove sono venuti. Gli italiani non piangeranno per questo alla faccia dei cattocomunisti e del buonismo peloso e per interesse del "politicamente corretto" di sinistra, incapace di riconoscere i fondamenti della nostra civiltà.

Ritratto di Riky65

Riky65

Lun, 16/11/2015 - 22:39

I soliti imbecilli nostrani che rovineranno la nostra nazione, cultura e religione!!!!

buri

Lun, 16/11/2015 - 23:20

cosa ci fanno nel PD i cattolici?

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mar, 17/11/2015 - 04:28

Non c'é da meravigliarsi: una regione attigua, da sempre comunista, ha permesso quell'abominevole spettacolo del Cristo nella pipí dell'artista. Poi ci hanno ripensato su: caxxo l'abbiamo fatta proprio grossa. Stessa regione: hanno detto no alla visita di una scolaresca in un museo poiché bambini non cristiani avrebbero potuto restare scioccati a causa della presenza di opere religiose cristiane. Sono solo tamarri ed aggiungo ridicoli imbecilli. Ma piú imbecilli sono coloro i quali li hanno votati. Ma del resto, in quelle terre, il voto a sinista é fatto per tradizione familiare. Lo faceva il bisnonno, lo faceva il nonno, lo fa il padre e quindi pure i nipoti. Possono presentargli pure un asino come candidato, stattene certi che votano quello. Duri , puri e becchi. Ekkecevofá !!!! Lasciamoli friggere nel loro grasso. Non serve a nulla arrabbiarsi.

tbcmrz

Mar, 17/11/2015 - 07:05

Non sono per niente religioso. Mi definirei ateo. Cio' non toglie che la mia vita sia improntata al rispetto degli altri. I simboli religiosi non mi infastidiscono, a qualunque religione appartengano, purche' sia una religione che pratichi il rispetto della religione altrui. Questo e' quello che bisogna insegnare ai nostri figli.

claudio22

Mar, 17/11/2015 - 08:47

Il sindaco non vuole il crocefisso nelle scuole? Bene allora le scuole anticattoliche devono restare aperte e frequentate da studenti e i insegnanti durante le vacanze natalizie e pasquali. Trattasi infatti di periodi dedicati a festivita cattoliche. I pecoroni non cattolici sempre. Inoltre proporrei ai non cattolici di cambiare il computo degli anni in quanto la data 2015 è palesemente di origine cristiana e puo' incutere orrore ai non cattolici. Inoltre la domenica i pecoroni non cattolici devono andare a lavorare in quanto questo giorno è dedicato al culto religioso cattolico. Pecoroni non cattolici siate coerenti fino in fondo.

Mauri44

Mar, 17/11/2015 - 08:55

sono solo meschini e arroganti non ce altro commento da fare

antipifferaio

Mar, 17/11/2015 - 09:50

E' inutile...al Pd si iscrivono e fanno carriera solo i dementi. In pratica è un partito cestino della monnezza...

Luigi Farinelli

Mar, 17/11/2015 - 10:00

Un cattolico che militi nel PD, partito rappresentante del laicismo europeo ereditato dalle ideologie comuniste e dal razionalismo illuminista, massone, anticristiano e anticattolico sempre sbandierato ad ogni piè sospinto per affermare ipocritamente la laicità dello Stato è un controsenso. Il PD appoggia quanto di peggio le ideologie politicamente corrette impongono per costruire l' "uomo nuovo" a colpi di propaganda di regime, senza scambio dialettico, annichilendo chi vuole alzare la propria voce contro. Il bersaglio principale è proprio il cattolicesimo, attaccato in quanto principale antagonista su questo campo, difendendo i principi naturali contro l'offensiva anti-umana e anti-natura dei guru laicisti. Ora la loro offensiva è tesa ad infettare col loro relativismo il cervello dei nostri bambini nelle scuole primarie. Petrella finisca di definirsi cattolico.

cameo44

Mar, 17/11/2015 - 10:24

Non è certamente la questione del Crociffisso il problema dell'Italia ma la sottomissioni a questi invasori che vogliono imporre le loro re gole come il fastidio che dà il crocifisso ed ora anche il presepe noi abbiamo le nostre tradizioni la nostra cultura ed i nostri principi al le quali non possiamo abdicare per far contenti questi ospiti che si comportano da padroni se non le stanno bene le nostre tradizioni e la nostra cultura se ne tornassero ai loro paesi questi hanno la pretesa di avere le moschee ma i musulmani nei loro paesi hanno mai fatto chie se per i cattolici cristiani?

VittorioMar

Mar, 17/11/2015 - 10:29

...assolutamente..si deve rivendicare con forza la nostra CULTURA..la nostra EDUCAZIONE..le nostre TRADIZIONI.. le nostre RADICI...senza STORIA NON C'E' GLORIA...c'è solo il buio e il NULLA..

Libertà75

Mar, 17/11/2015 - 10:42

il PD coltiva sempre il razzismo, vuoi contro i cristiani, contro i poveri, gli italiani in genere... l'importante è fare affari col business dell'immigrazione oggi e con quello degli affitti domani.. chi vota PD è meschinamente complice

heidiforking

Mar, 17/11/2015 - 11:15

E'una meschinità culturale? E chi se ne frega!! Siamo razzisti? Lo siamo e ne siamo orgogliosi!!!! Soprattutto siamo Italiani e ne siamo fieri!!!

routier

Mar, 17/11/2015 - 11:51

Ha ragione "ottimoabbondante". Se in certe zone, il PD candidasse un paracarro, sarebbe ugualmente eletto. Non per niente, il grande Giovannino Guareschi li ha battezzati: "trinariciuti"

Fjr

Mar, 17/11/2015 - 11:51

Perché' allora si fanno chiamare catto comunisti?Mettessero falce e martello poi vediamo come finisce

dario_faber

Mar, 17/11/2015 - 12:06

Davanti al fondamentalismo bisognerebbe brandire i libri di Voltaire, non certo il crocifisso. E' così difficile da capire?

roberto.morici

Mar, 17/11/2015 - 12:13

Da vecchio ateo convinto trovo ridicole e offensive le pretese dei poco tolleranti maomettani. Nei tempi della mia permanenza in Iran e Saudi Arabia non mi sono permesso, anche velatamente, di criticare le manifestazioni della loro fede anche se intimamente le trovassi (e tuttore le consideri) aberranti. Trovo inconcepibile che, ospiti in casa nostra, questi pretendano di poter mancare di rispetto alla nostra civiltà e alle nostre convinzioni. E se proprio non riescono a soopportarci, tolgano il disturbo.

Effe48

Mar, 17/11/2015 - 12:20

Ma, dimenticavo di dire: lo fanno con i nostri soldi!!! Sì, questi qua li paghiamo noi: chiaro?

AndreaT50

Mar, 17/11/2015 - 12:30

Non vedo perché sia una "meschinità culturale" usare il Crocifisso contro l'Isis; ricordo a questo signore dotato di pochi neuroni che innalzare la nostra tradizione e cultura contro bestie che ammazzano gente al teatro é il minimo che un popolo che si definisce libero possa fare.

evuggio

Mar, 17/11/2015 - 15:20

Il Crocefisso contro il PD: mmmmm ..... se non fossi inchiodato qui!!!

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mar, 17/11/2015 - 15:46

Quanto vorrei ricordare alla signora Euterpe che la Chiesa, in nome di Cristo, torturava, uccideva e sterminava interi popoli. Poi si è affermata la tolleranza religiosa, ma grazie all'illuminismo (Locke, Bayle e Voltaire), e non certo alla Chiesa.

guerrieromarco

Mar, 17/11/2015 - 23:05

non è col crocifisso che io combatterei l'isis ma con i valori che questo rappresenta. Amore, dedizione per il prossimo e sacrificio per gli altri. Ma anche fedeltà alla nostra nazione e rafforzare il senso di appartenza ad una civiltà con la sua identità cioé quella occidentale, con le sue leggi e i propri statuti. tutto l'occidente deve avere le palle per distaccarsi dal medioriente e lasciare israele a cuocere nel suo brodo.