Consiglio di Stato boccia il Tar: "Reintegrare direttori dei musei"

Colpo di scena nella vicenda che ha sospeso i direttori "stranieri" dei musei italiani: Consiglio di Stato sospende sentenza del Tar

Colpo di scena nella vicenda che ha sospeso i direttori "stranieri" dei musei italiani. Con le ordinanze numero 2471 e 2472 di oggi, 15 giugno 2017, la Sesta Sezione del Consiglio di Stato ha fissato l'udienza pubblica al 26 ottobre 2017 per decidere con sentenza le questioni concernenti la legittimità delle nomine dei direttori dei musei del ministero per i beni culturali. "La Sezione, di conseguenza, considerata la mancanza di pregiudizio nei confronti dei ricorrenti vittoriosi in primo grado - si legge nella nota - titolari di incarichi che durante il corso del processo continuano a svolgere, ha deciso, in via cautelare, che i direttori, le cui nomine erano state annullate dalle sentenze del Tar, riprendano a svolgere le loro funzioni in attesa della sentenza, a tutela della loro posizione lavorativa e retributiva (venuta meno con effetto immediato a seguito dell'annullamento del Tar". Insomma il Consiglio di Stato ha totalmente ribaltato il verdetto del Tar e adesso i direttori dei musei potranno ritornare al loro lavoro dopo le polemiche di queste settimane.

Commenti

tiromancino

Gio, 15/06/2017 - 22:17

Ho sempre pensato che il tar non serve una mazza,eliminarli e integrare le persone dove servono veramente

Filippolamonaca

Ven, 16/06/2017 - 00:20

L'Italia è diventata la repubblica delle banane. ognuno dice la sua e tutti hanno ragione e tutti hanno torto

Filippolamonaca

Ven, 16/06/2017 - 00:24

ma come è possibile che un organismo smentisce un altro?

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Ven, 16/06/2017 - 06:42

La giustizia italiana è un circo di pagliacci, meglio tirare una monetina; così statisticamente il 50% delle volte si avrebbe il verdetto giusto subito e gratis (... vabbè, quasi, un bollo non si nega a nessuno). Tramite magistratura anche vincendo a ragione, si perdono soldi, lustri e salute.

Popi46

Ven, 16/06/2017 - 06:50

A questo giro il Consiglio di Stato si è dimostrato all' altezza

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 16/06/2017 - 07:00

E ti pareva.

Ritratto di luigin54

luigin54

Ven, 16/06/2017 - 07:12

Ecco a noi un altro DUCETTO da 4 soldi fa le leggi ed è il primo a non rispettarle. Solo una parola DIROMPENTE TESTICOLARE............

Duka

Ven, 16/06/2017 - 07:20

Tutto chiaro altrimenti la MELANDRI che fa? Ha la "tessera" perciò dovrà pur riempirsi le tasche in qualche modo.

umberto nordio

Ven, 16/06/2017 - 08:05

Perché non dimettere,e definitivamente, i TAR?

apostrofo

Ven, 16/06/2017 - 09:28

Tutto questo collima perfettamente con lo smantellamento del paese in atto, anche culturale. Se un Franceschini non è riuscito o non ha voluto cercare 5 persone di adeguata cultura ed esperienza in italia dimostra la sua totale inadeguatezza a fare il ministro della cultura. allora provveda lui a raggiungere più ameni lidi e lasci stare i lavori seri