Conte-bis alla prova dell'Aula: i senatori che votano no alla fiducia

La maggioranza giallo-rossa rischia a Palazzo Madama, dove non mancheranno le defezioni sia tra i pentastellati che tra i dem

Emma Bonino, Gianluigi Paragone e Matteo Richetti è lo strano trio che fa tremare la maggioranza giallo-rossa a Palazzo Madama. Già, perché oggi il Senato della Repubblica voterà la fiducia al Conte-bis, dopo i 343 sì incassati dal premier, Movimento 5 Stelle e Partito Democratico alla Camera dei deputati, dove la maggioranza non è in bilico.

A rischio è appunto Palazzo Madama, dove l'asse M5s-Pd deve raggiungere i 161 voti. La somma algebrica dei senatori 5s, Pd e Leu fa 162, appena sopra la soglia. Bene, però il pentastellato Gianluigi Paragone e il dem Matteo Richetti hanno fatto sapere che non voteranno sì all'esecutivo. Quindi, si scende a 160, ma la compagine è rimpinguata dal "soccorso" del Gruppo Misto, da voti di Pier Ferdinando Casini e dal socialista Riccardo Nencini: "Il ruolo di Conte non potrà essere quello di un anno fa, non c'è bisogno più di un avvocato del popolo, oggi nasce un governo politico e di fronte a un governo politico c'è bisogno di una leadership politica, lei è nelle condizioni di farlo", le parole del leader Psi.

Paragone arrivando a Palazzo Madama ha fatto sapere che non uscirà dall'Aula in occasione della fiducia e che ha altresì intenzione di pronunciare un "discorso durissimo contro Conte", così come riportato dall'agenzia Adnkronos. A seguire, il suo sarà un "no" secco e deciso. Richetti, invece, dovrebbe proprio dare forfait, non partecipando alla votazione.

Oltre a quello compatto di Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia, il governo M5s-Pd si beccherà il "no" anche di Emma Bonino di +Europa, che questa mattina è intervenuta nell’emiciclo con parole molto piccate nei confronti della nuova maggioranza: "Il vostro governo è diversamente populista e invece bisogna dire la verità: non ci sono soldi per nessuno. Un programma di Governo non può essere una fiera delle ovvietà e un elenco di desideri".

Il numero spauracchio è il 21. Nella giornata di ieri, infatti, un alto papavero dei 5 stelle ha parlato sempre all'Adnkronos del rischio (concreto?) che ben 21 colleghi facciano mancare il proprio voto. Fra qualche ora sapremo la verità.

Commenti

agosvac

Mar, 10/09/2019 - 17:03

La fiducia l'avranno. I veri problemi cominceranno dopo!!!

Maat

Mar, 10/09/2019 - 17:11

PARAGONE DELLA SUA MINACCIA DI DISCORSO DURISSIMO CONTRO CONTE E DEL SUO NO AL GOVERNO CE NE STRAFREGHIAMO. MANTENGA INVECE QUANTO AVEVA PROMESSO IN CASO DI VITTORIA DEL SI' DIMETTENDOSI DA SENATORE SEMPRE CHE ABBIA UN MINIMO DI PUDORE E DI CUI DUBITIAMO!!!

blackbird

Mar, 10/09/2019 - 17:39

La Bonino vota contro? Ovvio non ha avuto nessun posto, né in Commissione né al Governo. Il voto va pagato, mica si dà gratis!

contravento

Mar, 10/09/2019 - 17:47

COME E' POSSIBILE CHE UN GOVERNO VADA AVANTI CON IL SOLITO SOCCORSO del Gruppo Misto, di Casini e senatori a vita?!

corto lirazza

Mar, 10/09/2019 - 18:03

C'è chi non lo vota perchè è troppo comunista (Paragone) e chi non lo vota perchè non è abbastanza comunista (Richetti)

Cheyenne

Mar, 10/09/2019 - 18:04

PARAGONE MI STAVI ANTIPATICO, MA TI STAI DIMOSTRANDO UN UOMO

Ritratto di DinoRissi

DinoRissi

Mar, 10/09/2019 - 18:13

@ contravento Perché il nostro sistema è una porcata assoluta.

lorenzovan

Mar, 10/09/2019 - 19:01

era p+roprio suil foilo...lololo..appena 36 voti di sentaori di differenza..proprio suil filo..di lana o di seta..o di rabbia ??lolol..diomenticavo..bacioni.-.bacioni bacioni

lorenzovan

Mar, 10/09/2019 - 19:02

paragone chi ?? l'abile ballerino italiano di Walzer..come da accuse del Metternich..duecento anni fa ???

lorenzovan

Mar, 10/09/2019 - 19:03

cheyenne...come to..d'altra parte per te se non sono sdaltimbanchi o pagliacci..non sono uomini...ma -..caporali...lolololololol

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mar, 10/09/2019 - 19:21

Paragone è un legaiolo prestato al M5S , se ne torni da dove è arrivato.

pv

Mar, 10/09/2019 - 19:36

169 a 133... e' tutto dire.

carlottacharlie

Mar, 10/09/2019 - 20:35

Dove guardi, in quei palazzi è tutta una truffa. Eleggono senatori per opera pia, gli danno facoltà di votare. Ripulite quel cesso parlamentare e senatoriale e poi ne potremo parlare della correttezza. Bestie.

ziobeppe1951

Mar, 10/09/2019 - 20:40

Perugini....19.03....quand’è in programmo il tuo spettacolo al Chapitô ...tricheco che balla il tango?

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Mar, 10/09/2019 - 21:08

A Emma bonino non é stata promessa nessuna mazzetta ,e per questo ha votato contro.Dietro pagamento di mazzetta e regalo di due schiavi africani avrebbe dato la fiducia pure a Satana come sempre fá!

Ritratto di Soloistic69

Soloistic69

Mar, 10/09/2019 - 23:20

Vi attendiamo alle prossime elezioni, per farvi sparire dalla faccia della terra, comunisti del menga.

Ritratto di babbeipersempre

babbeipersempre

Mer, 11/09/2019 - 00:42

Vorrei leggere commenti gradevoli verso bonino. Grazie Ahahah

Gattagrigia

Mer, 11/09/2019 - 02:31

Emma Bonino, al di là delle sue idee, è l'unico politico onesto e capace che è rimasto a questo povero paese. Molti dei politici attuali avrebbero solo da imparare da lei, peccato che la maggior parte sono solo personaggi arroganti e in cerca di poltrone. D'altronde si sa, la poltrona logora chi non ce l'ha

Ritratto di babbeipersempre

babbeipersempre

Mer, 11/09/2019 - 19:21

Soloistic69 ricorda le medicine altrimenti nom ci arrivi alle prox elezioni