Conti ko, Mastella dichiara il crac a Benevento

L'ex Guardasigilli, oggi sindaco del capoluogo sannita costretto a dichiarare il default del Comune: "Inevitabile. Pensavo piovesse, invece qui nevica". Debiti per oltre cento milioni di euro

I conti sono kappaò e Clemente Mastella deve dichiarare il crac del Comune di Benevento. Nella conferenza stampa di fine anno, l’ex Guardasigilli annuncia l’iniziativa – che definisce obbligata – e promette che nessuno metterà le mani nelle tasche dei cittadini “già tartassati al massimo”.

La situazione del bilancio del Comune è drammatica, sull’ente pesano debiti per più di cento milioni di euro. E che le casse comunali fossero in profondo rosso non è mai stato un mistero, nemmeno per lo stesso Mastella che a giugno scorso s’è insediato a primo cittadino dopo aver trionfato al ballottaggio (con più del 62% dei consensi) contro il Partito democratico.

Il sindaco ha dichiarato, come ripreso dall’Ansa e dalla stampa locale, che non s’aspettava una situazione così drammatica. “Pensavo piovesse, invece nevica sui conti di Benevento” ha detto Mastella che ha voluto sottolineare di essersi insediato solo sei mesi fa e di non percepire dal Comune alcuno stipendio da amministratore. “Ci siamo ritrovati con i conti disastrati. Ma questi debiti non graveranno sui cittadini già tartassati al massimo”. Poi una stilettata ai quei comuni too big to fail, quegli enti che, in caso di default possono godere di leggi che finiscono per salvarne i conti e costituire importanti paracadute economici: “Città metropolitane come Napoli e Roma, in caso di difficoltà, possono ricorrere a leggi speciali che ne garantiscono la tutela, ma noi no”.

E quindi la promessa: “Faccio l’interesse della città perché non ho interessi da difendere: non ho bisogno di fare carriera, né case o terreni da salvaguardare e sono qui per provare a non far naufragare Benevento”.

Che il dissesto per Benevento fosse ormai inevitabile s’era capito già a novembre scorso, dopo la relazione dei revisori dei conti. In quell’occasione, Mastella sbottò: “Dissesto? Inevitabile, come mi era già successo a Ceppaloni. Gli altri fanno i guai e a me tocca dichiarare dissesto, faccio gli accertamenti necrologici”.

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 02/01/2017 - 12:06

Mastella sindaco? Oltre ogni aspettativa! Il mondo politico italiano e soprattutto il suo elettorato continua a destare la mia meraviglia. Francamente mi domando se sono il solo a sbagliare le mie valutazioni.

mariod6

Lun, 02/01/2017 - 12:07

Bene, allora intervenga la magistratura ordinaria e metta in galera chi ha causato il dissesto per bancarotta fraudolenta. ma poiché è un politicante che lo ha fatto, non succederà nulla. Un privato cittadino va dentro in tre minuti e gli sequestrano anche le mutande.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 02/01/2017 - 12:14

sarà mica un'abitudine dei diversamente centristi? Di debiti ce n'è una montagna, causa loro, visto che hanno governato per decenni.

luna serra

Lun, 02/01/2017 - 12:32

" Ma questi debiti non graveranno sui cittadini già tartassati al massimo " dica chi li paga se non i cittadini se non sbaglio lo stato non interviene e quindi si deve arrangiare

Ritratto di navigatore

navigatore

Lun, 02/01/2017 - 12:55

sicuramente la colpa deve esser stata di MUSSOLINI, che prima di fuggire si e´portato via tutta la cassa, nulla di strano dove sono arrivati i comunisti e/o la sinistra ,la situazione e´diventatta SINISTRATA e molti oggi tacciono dando la colpa ad altri,ma con le tasche piene di pubblico denaro, consuetudine comunista

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 02/01/2017 - 12:58

Gia' votare mastella ci vuole pelo sullo stomaco. Ed ora non c'è problema, paghera' lo stato, cioè noi, poi tutti a rivotare mastella. I comuni in deficit devono essere commissariati. Punto.

Cheyenne

Lun, 02/01/2017 - 14:00

AMMINISTRAZIONI DI DEMOCRISTI DOC

emigrante

Lun, 02/01/2017 - 14:13

La chiave di lettura è da ricercarsi in quel: "Ma questi debiti non graveranno sui cittadini già tartassati al massimo”. Ah,no? E allora su chi? Su questo Stato-puzzle frutto dell'avidità dei Savoia? Scaricandovi anche i debiti di Benevento (come di Roma, di Napoli e di altri Comuni) in maniera che alla fine aumenta il debito di Tutti, cioè di tutti i Cittadini che in questo Stato-non-Nazione pagano le tasse, e così si ritroveranno ancora un po' più indebitati? Ragionamento politico piuttosto surrettizio, Dottor Mastella!

giovinap

Lun, 02/01/2017 - 14:19

la riscrivo : per governare benevento ci vuole un triunvirato , mastella , fini e casini , con un acronimo formato dalle due lettere finali di mastella e le due iniziali di fini e casini .

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Lun, 02/01/2017 - 14:51

I debiti vanno fatti pagare ai cittadini che hanno votato e rivotato le amministrazioni precedenti. Cosa credevano , che la cuccagna durasse in eterno ??

baronemanfredri...

Lun, 02/01/2017 - 15:04

BENEVENTO MALAVENTUM. ORA I GRANDI SOLONI DELLA CARTA STAMPATA PER DIMOSTRARE CHE SONO I CENSORI CONTTRO MASTELLA UNO DEI TANTI CHE HA DISTRUTTO L'ITALIA, DIRANNO EST MALAGETIORUM DETTO IN LATINORUM DA FARE RIDERE INFATTI SI DICE ETIAM PULCE HABENT TUSSIM. BANDO ALL'IRONIA NON TANTO BUONA, MA BUONA OTTIMA E' IL CETRIOLO CHE GLI HA DATO AI SUOI CONCITTADINI ED ELETTORI

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Lun, 02/01/2017 - 15:16

Bene... ora il danaro andate a chiederlo a chi l'ha magiato... pardon... speso... chi ha fatto il "buco" paghi...

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Lun, 02/01/2017 - 16:59

Il Comune chi lo ha precipitato in quelle condizioni? In un paese serio si fa una commissione di connazionali con l'autorità di indagare i responsabili e farli pagare. Tutto, fino all'ultimo centesimo. Da noi si fanno le leggi speciali. Cioè paghiamo noi.

Boxster65

Lun, 02/01/2017 - 17:02

Controllate!! Sicuramente l'ex DC prima di dichiarare la bancarotta l'avrà sicuramente provocata, distraendo fondi per sé, familiari stretti (che sono tanti) ed amici, che sono troppi!!!

giottin

Lun, 02/01/2017 - 18:08

Ahhhh mastella mastella, hai cambiato 40 casacche ed i citrulli beneventani ti hanno fatto anche sindaco??? Ben gli sta.

guido.blarzino

Lun, 02/01/2017 - 23:39

200 mln di debito in un comune di 60.000 abitanti. Pensa quantità soldi sono stati ingoiati. E a sentire i politici la colpa sarebbe degli evasori, mai dei ladri delinquenti. Non può durare e saranno dolori !!!!

quell'io

Mar, 03/01/2017 - 07:33

Ho letto bene?..........Mastella???? ...........ahahahahahahah!!

Angelo664

Mar, 03/01/2017 - 09:52

E bravo il pirlone di Benevento. Con i soldi degli altri ha fatto il gradasso per anni. Adesso 100 milioni di buco non sono bruscolette. Poi ci sono comuni al Nord che fanno 500 mila euro di utile e non possono spenderli perché c'è la perequazione. Follia. Commissaria quelli che falliscono e responsabilizza i cittadini raddoppiandogli le imposte per coprire i buchi dei loro amministratori. Poi bisogna iniziare a licenziare il personale assunto per clientelismo.

Angelo664

Mar, 03/01/2017 - 10:12

Benevento ha circa 60 mila abitanti. 100 milioni / 63 mila fa circa 1500 euro a testa. Devono essere addebitati a tutti i cittadini di Benevento. Così si responsabilizzano e la prossima volta ci pensano a votare uno che ha la faccia come il c... e sperpera i loro soldi. Poi per n anni va messo in amministrazione controllata e commissariato il comune fino al pareggio di bilancio. Il commissario deve avere poteri pieni di far pulizia e licenziare i nullafacenti che immagino siano centinaia in un comune iper lottizzato come quello.