Continua l'allarme maltempo, forte vento e ghiaccio al Nord

Fiumi a rischio esondazione in molte regioni e allerta ghiaccio in Piemonte. Nelle ultime ore il forte vento ha causato diversi danni in Friuli Venezia Giulia

Continua l'allarme maltempo. Nelle ultime ore il forte vento - fino a 130 chilometri all'ora - ha causato diversi danni in Friuli Venezia Giulia. Circa 350 uomini della Protezioni Civile sono intervenuti nella regione per la caduta di diversi alberi e massi. Inoltre, un edificio è stato scoperchiato durante la notte, mentre numerose abitazioni sono rimaste senza energia elettrica.

Allarme vento anche in Toscana. Continuano ad arrivare segnalazioni di alberi e rami caduti, principalmente dalla zona del Mugello, ma anche nella Val di Sieve - spiega Angelo Bassi, consigliere della Città Metropolitana di Firenze delegato alla Protezione civile.

Nel Modenese, invece, l'allarme riguarda la piena dei fiumi, previsto entro la mattinata. Sono infatti in corso fenomeni di piena del nodo idraulico di Modena (Secchia, Panaro, Naviglio). Nel Reggiano circa mille persone sono state evacuate per l'esondazione del fiume Enza. (GUARDA IL VIDEO)

Intanto in Liguria sono state riattivate le linee ferroviarie sospese per il gelo, mentre la provinciale del Turchino, a Genova, che era bloccata in località Fado sopra il comune di Mele per caduta di alberi e rami è stata riaperta. Secondo quanto riportato dalla Protezione Civile, sono rischio esondazione i fiumi Entella, Vara e Magra.

In Piemonte non nevica più, ma l'allarme meteo ora riguarda il ghiaccio. Disagi su strade e anche sui collegamenti all'aeroporto di Torino. A denunciarlo su fb il senatore Pd Stefano Esposito: "L'aeroporto di Torino dispone di un solo mezzo per sghiacciare le ali ed il risultato è che questa mattina il ritardo medio dei voli è di due ore". Anche il senatore del Pd Mauro Marino sempre su fb lamenta: "Sto sperimentando ancora una volta l'inadeguatezza dell'aeroporto di Torino che nei prossimi giorni dovrebbe accogliere i turisti della neve. Ma come è possibile avere solo una macchina di de-icing funzionante e vedere gli aerei bloccati?".

Commenti

Holmert

Mar, 12/12/2017 - 11:46

In estate si piange perché i fiumi sono in secca;un tormentone continuo in tv e nei giornali.Ora le cose sono cambiate e si piange perché i fiumi esondano ed allagano il territorio. Mondo boia!

Angelo664

Mar, 12/12/2017 - 13:27

L'immagine di questo camper schiacciato parla da sola. Pochi cm di neve e l'albero si pezza cadendo in strada. Alberi ad alto fusto non ce ne dovrebbero essere in strada altrimenti puo' sempre succedere. Questo era sicuramente malato o debole per rompersi. Sono pochi cm di neve che altro ??? Sono gli idioti di tutti i tipi che generano il casino. Primo quelli che non hanno piu' i soldi, come tante citta' che non possono piu' pagare il servizio neve perche' troppo costoso, come anche l'Autobrennero ieri con i suoi 50 km di coda causati quasi sicuramente dal mancato spargimento di sale sulla carreggiata direzione sud e che ha bloccato migliaia di automobilisti e camioninsti per ore. Gente senza gomme da neve in giro comunque. Polizia ? Carabinieri ? Vigili ? Dove sono i controlli ???? Non parliamo poi dei camion, camper e quelli con la roulotte. No comment.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Mar, 12/12/2017 - 15:30

Uno stato di Ridolini con un governo, una classe politica,un popolo di Ridolini.nopecoroni

umbertoleoni

Mar, 12/12/2017 - 20:02

Mahhh! L'Italia stretta da gelo? Ho la netta sensazione che qualcuno abbia interessi sommersi a predire e descrivere avvenimenti catastrofici CHE NON ESISTONO AFFATTO ! Ma quale gelo ???!!! Se in montagna o quote di media ed alta collina, la notte il termometro scende piu'o meno intensamente sotto lo zero, direi che e'cosa ASSOLUTAMENTE NORMALE : SIAMO ALLA META' DI DICEMBRE ! Cosi come e'ASSOLUTAMENTE NORMALE che a dicembre cada la neve ! Smettiamola con queste infantili enfatizzazioni !

Massimo Bernieri

Mar, 12/12/2017 - 21:23

La natura,avrà anche le sue"colpe":per modo di dire perché in poche ore,scarica la pioggia che mediamente cadrebbe in un mese ma l'uomo.ha le sue colpe non tenendo puliti i corsi dei fiumi con gli alberi che crescendo nell'alveo,riducono notevolmente la portata.I verdi che si oppongono al taglio degli alberi perché poi la fauna...sono nei vari consigli comunali e regionali e minacciando di far cadere la giunte,fanno si che tutto rimane invariato.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 13/12/2017 - 00:08

Se fosse al governo il cdx, avrebber ochiesto le dimissioni di 10 ministri, come hanno sempre fatto. Se ci sono loro, nulla, semrpe per il diritto di equità, comunista.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 13/12/2017 - 00:10

Ma non siete mai contenti! Avete rotto tutta l'estate con le secche dei fiumi, il razionamento dell'acqua, il rincaro dei prodotti ortofrutticoli causa siccità ecc.ecc. E adesso che piove, dovete lamentarvi ancora? E basta!