Maelys, l'arrestato ha precedenti per furto e droghe

Questa mattina è stata perquisita la casa del trentaquattrenne, intanto continuano le ricerche della bimba in zona, perlustrati anche i laghi dell'area

Il principale sospettato della scomparsa di Maelys De Araujo era già noto alle forze dell'ordine francesi. Secondo quanto riporta Le Figaro, la storia giudiziaria del trentaquattrenne - un ex militare - è segnata infatti da casi di furto e uso di droghe.

Mentre le ricerche della piccola di nove anni continuano, questa mattina gli investigatori della Gendarmeria nazionale hanno perquisito il domicilio dell'uomo. Il sospettato del sequestro vive con i genitori a Domessin, che si trova a pochi chilometri dal luogo della scomparsa di Maelys. La bimba è stata avvistata l'ultima volta il 27 agosto durante una festa di matrimonio a Pont-de-Beauvoisin. Come scrive Le Monde, l'uomo - un conoscente dello sposo e del padre di Maelys - era arrivato al ricevimento a fine serata in quanto invitato solo per il dessert.

Il dna della bambina è stato trovato nell'auto del sospettato, che ha ammesso la sua presenza nel veicolo ma continua a dirsi estraneo alla scomparsa.

Le ricerche

Le ricerche a tappeto condotte in una vasta area vicino al locale della festa non hanno dato risultati. Secondo quanto riferito dalle autorità, al momento si stanno perlustrando anche dei laghi. La zona della ricerca è stata definita dai dati rilevati sul cellulare dell'uomo: si tratta di luoghi in cui il sospetto è solito passeggiare con i suoi cani, fino a quelli in cui si sarebbe ritrovato la notte della scomparsa.

Oltre ai gendarmi, alle indagini lavora una squadra di 12 inquirenti che opera non stop sul caso.