Le contraddizioni dei convertiti a 5 stelle

Due notizie sui Cinque «stalle». La prima: voto di scambio dichiarato esplicito, insolente, tutto lecito? E i magistrati come Di Matteo, che si interrogano sul disinteresse della politica sulla mafia, perché non indagano su questa fattispecie di reato mediatico? Seconda notizia: vocazione autoritaria, a fronte di meriti inesistenti. Non risulta un solo pensiero, una sola idea, dei due raggiunti da un adorante e plebiscitario plauso. «Sta iniziando, all'auletta dei gruppi di Montecitorio, l'assemblea dei deputati M5S, la prima della XVIII Legislatura. Luigi Di Maio e Roberto Fico hanno fatto il loro ingresso insieme e sono stati accolti dall'applauso dei parlamentari presenti». Di fronte a questa deriva risponde la vecchia guardia democristiana che si è tenuta fuori dai giochi. Vincenzo Scotti, che consumò da ultimo la sua carriera politica come sottosegretario agli Esteri per il movimento di Raffaele Lombardo, oggi presidente della Link Campus University da cui provengono alcuni candidati ministri dell'annunciato governo Cinque stalle, elabora una teoria economica che conferma e giustifica il voto di scambio, implicito nelle promesse del movimento sulle quali il consenso rischia di franare: «Il reddito di cittadinanza è il riconoscimento della dignità dei cittadini che è diverso dagli 80 euro di concessione sulla testa dei cittadini». È la prima dichiarazione di un convertito eccellente della prima Repubblica. Di fronte all'evidente contraddizione di politica economica non c'è da preoccuparsi. Ma Lima e Gava si compiacciono.

Commenti

venco

Mer, 21/03/2018 - 15:00

M5s?, partito dello stipendio gratuito pagato dal nord.

Nick2

Mer, 21/03/2018 - 20:20

Contrordine, Sgarbi. Facciamo il governo insieme al M5S. Farai il ministro di Di Maio!

Ritratto di Leo Vadala

Leo Vadala

Mer, 21/03/2018 - 22:33

Mi puo' spiegare qualcuno cosa ha detto Sgarbi? Grazie.

kobler

Gio, 22/03/2018 - 11:14

Sgarbi è come il tubo del gas della mia vicina: non lo vedi ma si fa sentire ogni tanto......

manfredog

Gio, 22/03/2018 - 13:12

Partito dei grillini il più votato dagli italiani: 'Idiotcrazia'. mg.

Ritratto di benita

benita

Gio, 22/03/2018 - 13:57

Caro Sgarbi sono d'accordo con lei però devo confessare che non ho capito bene il senso, comunque occorre ricordare che, solo il nostro Silvio, quando portò la minima ad un milione, la categoria degli anziani gli fu riconoscente finchè morte non ci separi.