Contro la nausea bracciali e zenzero Dal farmacista

La nausea in gravidanza è molto diffusa: interessa l'85% delle future mamme. Di solito si risolve non oltre la quattordicesima settimana di gravidanza. Ma in casi molto rari può proseguire fino al parto. Qualunque ginecologo però consiglierà di evitare farmaci. Che fare, allora? Il consiglio è ricorrere a un rimedio naturale che la medicina tradizionale cinese utilizza già da migliaia di anni per bloccare il sintomo nausea: l'acupressione.

Dalla medicina tradizionale nasce l'agopuntura, priva di controindicazioni e sempre più diffusa in Occidente non solo per curare le patologie dolorose, ma anche altri disturbi come la nausea e il vomito. Uno dei più importanti punti di agopuntura è il PC6, punto elettivo per la nausea, gli stati di vertigine, il vomito, e regolatore delle distonie digestive e della pressione sanguinea per la sua azione antivagale. Per consentire il ricorso «fai da te» a questa antica tecnica, sono stati realizzati degli appositi bracciali in tessuto elasticizzato. Ma tra i rimedi antinausea privi di controindicazioni anche lo zenzero. Da oggi la novità in farmacia è l'integratore allo zenzero P6 Nausea-control Sea-Band Mama.