Convinto di essere tradito, incolla la vagina della moglie

In Sudafrica un quarantenne ha così voluto mettere fine alla presunta infedeltà della moglie. Che ora si terrà le cicatrici per tutta la vita

Era convinto che la moglie lo tradisse e così ha pensato bene di incollarle la vagina in modo da impedire ogni rapporto.

È successo in Sudafrica, dove un uomo di quarantacinque anni non è più riuscito a convivere con un sospetto indicibile: quello che la moglie avesse una tresca amorosa con lo zio. Così l'ha chiusa a chiave nella camera da letto, l'ha costretta a spogliarsi sotto la minaccia di un machete. Parlando con i media, la donna ha poi raccontato: "Aveva già cercato di mozzarmi una mano, ero terrorizzata".

"Poi mi ha ordinato di stendermi e di aprire le gambe - prosegue - E mi ha incollato le grandi labbra con una super-colla. Avevo il volto rigato di lacrime, l'ho supplicato di smettere ma sembrava non sentirmi. Non so cosa possa spingere a tanto un uomo che ama una donna." In seguito la donna ha tentato di rimuovere la colla, ma le cicatrici le rimarranno per tutta la vita, procurandole dolori che le impediranno ogni rapporto sessuale per il resto dei suoi anni.

Ora lei vorrebbe denunciarlo, ma nel frattempo l'uomo è svanito nel nulla e la donna teme che possa ritornare a tormentarla.