Coppia acido, tolto il figlio Il bambino ora è adottabile

Il bimbo nato dalla relazione tra Levato e Boetcher sarà dunque cresciuto da un'altra famiglia. Respinta richiesta dei nonni

Alexander Boettcher e Martina Levato

Il bambino nato dalla relazione tra Martina Levato e Alexander Boetcher sarà adottabile. Di fatto è stata tolta la responsabilità genitoriale alla coppia dell'acido. I due giovani condannati per le continue aggressioni a Milano ed entrambi in carcere non potranno dunque crescere il bambino. A prendere la decisione è stato il Tribunale per i minorenni di Milano. I magistrati hanno inoltre decretato la "immediata interruzione" di ogni tipo di rapporto dei due con il piccolo, nato a Ferragosto del 2015. Al bambino, secondo la decisione del giudice deve essere data la possibilità di vivere la sua vita presso un'altra famiglia che verrà individuata dal Tribunale.

La decisione di fatto era già nell'aria dato che il pm Annamaria Fiorillo all’indomani della nascita, avvenuta il 15 agosto 2015, aveva chiesto la dichiarazione di stato di abbandono per "totale e irreversibile inadeguatezza del padre e della madre a svolgere funzioni genitoriali". In questi mesi il bambino è stato affidato ad una coppia che accoglie professionalmente minori in affido ed è sostenuta da una nota comunità lombarda. Inoltre, sempre nei mesi scorsi era stata avvviata una perizia sui nonni per capire se potessero prendere in affido il bambino. Ma anche in questo caso il responso è stato negativo. I Levato però hanno annunciato di voler far ricorso in tutte le sedi.