Corona in affido provvisorio: "Il suo percorso è faticoso"

I giudici rinviano la sentenza per decidere sull'affidamento provvisorio: "Il suo è un percorso terapeutico faticoso, restano criticità da valutare"

Fabrizio Corona sta affrontando un percorso terapeutico "faticoso" a causa della sua dipendenza psicologica dalle droghe. E per questo i giudici non possono ancora decidere se confermare o meno il suo affidamento concesso in via provvisoria lo scorso febbraio.

Lo scrive il tribunale di Sorveglianza di Milano che, citando una relazione del carcere di Bollate, rinvia al 26 novembre la sentenza. Nella relazione stilata dai Servizi Multidisciplinari Integrati (SMI) dell'istituto penitenziario, infatti, si sostiene che l'ex fotografo dei vip "ha difficoltà a confrontarsi con gli altri e a stare su se stesso" e ha mostrato una "altalenante" frequentazione del programma di recupero, manifestando talvolta "un'estrema sofferenza" rispetto al programma stesso e alle attività riabilitative proposte. Criticità che hanno costretto i giudici a dare più tempo a Corona in attesa di relazioni più approfondite dall'Uepe (Ufficio esecuzione penale esterna) che permettano di valutarne l'evolzione psicologica.

Nell'udienza del 19 giugno, al termine della quale i giudici si erano riservati, il pg Antonio Lamanna aveva sostenuto che Corona debba tornare in carcere perché ha violato le prescrizioni imposte dai giudici durante il periodo di affidamento in prova, dal momento che avrebbe infranto in più di un'occasione le regole, a cominciare dal video postato sui social subito dopo essere uscito dal carcere di San Vittore e accompagnato dalla colonna sonora di un pezzo rap.

Altre violazioni sarebbero consistite, secondo il magistrato, nell'iscrizione e frequentazione della palestra, in orari in cui non sarebbe potuto andare, e dagli insulti al pg Maria Pia Gualtieri fuori dall'aula dove si sta celebrando il processo d'appello a suo carico per i soldi trovati nel controsoffitto di una sua collaboratrice. "Il pg non ha capito nulla", aveva detto Corona parlando coi cronisti dopo che già in aula c'erano stati momenti di tensione con la rappresentante dell'accusa.

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 25/06/2018 - 17:44

Personalmente del percorso faticoso di costui me ne frega nulla. Mi importa invece la fatica quotidiana nel dover sopportare notizie che lo riguardano. Soprattutto perché soggetto altamente negativo che può influenzare menti deboli. Corona,se lo conosci lo eviti.

schiacciarayban

Lun, 25/06/2018 - 17:50

Temo che Corona sia semplicemente un idiota.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 25/06/2018 - 18:45

Di peccati mortali che avrebbe commesso Corona, io non ne vedo. Non uccidere, non rubare, non desiderare, non dire falsa testimonianza... Veramente sembra una vittima della malagiustizia.

tosco1

Lun, 25/06/2018 - 19:18

Qui si sta andando fuori del seminato. La situazione e' ridicola se non fosse tragica. Recupero.? droga.? ma che tipo di percorso deve fare Corona al di fuori di quello previsto dalla legge?.La cosa piu' sana per lui e'l'espiazione della pena. Lo farebbe sentire piu' in pace con se stesso e piu' al sicuro.Fuori cella , Corona non ha scampo. E' prigioniero di se stesso ,dei suoi complessi di inferiorita',delle sue reazioni, e quindi fa uno scalino al giorno verso il fondo.La droga serve a questo.

de barba rossano

Lun, 25/06/2018 - 20:17

Credo sia solo questione di tempo perche' questo pregiudicato rientri in galera.

demetrio_tirinnante

Lun, 25/06/2018 - 22:06

Molto in sintesi e solo per carità cristiana, vorrei sconsigliare il signor Corona di continuare a prestare il fianco ai media in generale. Immancabilmente, a seguito di sue interviste o comparsate tv, la sua posizione si complica. Si ponga quindi in silenzio assoluto, si faccia dimenticare. Non ha altra scelta.

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 26/06/2018 - 07:16

LE SUE CONTINUE CONDANNE POTEVANO RENDERLO ANCHE SIMPATICO: OGGI SI STA RIVELANDO PER QUEL CHE é: UN GIOVANE PRESUNTUOSO CAPACE SOLO DI ASSURDE SPAVALDERIE DEGNE DI UN RAGAZZINO SENZA TESTA! MA A QUARANT'ANNI NON SI HA PIU IL DIRITTO DI CONSIDERARE LA VITA SOLO UN GIOCO! CHE VADA A LAVORARE SERIAMENTE E LA SMETTA DI INFASTIDIRCI CON LE SUE CONTINUE E STUPIDE SPAVALDERIE