Corruzione: arrestati a Latina un giudice, un cancelliere e un sottufficiale Gdf

Otto ordinanze di custodia cautelare sono state eseguite dalla squadra mobile di Latina nell’ambito di un’inchiesta coordinata dalle procure di Perugia e Latina

Otto ordinanze di custodia cautelare sono state eseguite dalla squadra mobile di Latina nell’ambito di un’inchiesta coordinata dalle procure di Perugia e Latina. Tra i destinatari delle ordinanze un magistrato della sezione fallimentare, un
cancelliere e un sottuficiale della Guardia di Finanza.

Le Procure della Repubblica di Perugia e Latina, al termine di articolate indagini, anche di carattere patrimoniale, hanno delegato alla Polizia di Stato, Squadra Mobile della Questura di Latina, l’esecuzione di ordinanze cautelari emesse dai gip di Perugia e
Latina, di cui 4 in regime di detenzione in carcere e 4 agli arresti domiciliari, a carico, fra gli altri, di un magistrato e un cancelliere, entrambi in servizio presso il Tribunale di Latina,
alcuni professionisti e un sottufficiale della Guardia di Finanza.

I reati contestati vanno dalla corruzione, alla corruzione in atti giudiziari, alla concussione, all’induzione indebita a dare o promettere denaro od altra utilità, alla turbativa d’asta, al falso ed alla rivelazione di segreto nonché all’accesso abusivo ad un sistema informatico e telematico aggravato dalla circostanza di rivestire la qualità di pubblico ufficiale. Le indagini, coordinate in collaborazione dalle Autorità giudiziarie del capoluogo pontino ed umbro, erano state avviate in seguito a una denuncia presentata presso la Procura della Repubblica di Latina, in cui si prospettavano fatti di bancarotta nell’ambito di un concordato preventivo.

Commenti

michele lascaro

Sab, 21/03/2015 - 12:15

Aumm, Aumm anche a Latina?