Corsi per immigrati fantasma: ecco il centro da 650mila euro

Aperto un centro nel cuore della Piana di Gioia Tauro invasa da migliaia di immigrati africani. Si dovrebbero tenere corsi di formazione al lavoro

Inaugurato in pompa magna, alla presenza di Nicola Irto e di tutta la sua corte piddina, quando il sacco della befana non era ancora completamente svuotato, il centro polifunzionale per migranti "Donna Livia" di Taurianova, nel cuore di quella Piana di Gioia Tauro invasa da migliaia di africani regolari e soprattutto non, è stato subito sigillato e mai utilizzato. 545mila euro sborsati per la ristrutturazione e 107 mila spesi per l’acquisto di arredi e attrezzature. Per una piccola costruzione rurale, edificata in tempi lontani tra i boschi d’ulivo e rimasta inutilizzata per decenni. Valore commerciale? Zero! Eppure, in questi cinque mesi, un impianto di illuminazione esterna costantemente acceso la fa sembrare una sorta di faro nella nebbia dell’immigrazione clandestina forzata.

Dove si terranno mai questi corsi di formazione al lavoro per i regolari fra gli immigrati che vivono nelle tendopoli e negli accampamenti più disumani che si possano immaginare fra le fresche frasche degli agrumi della Piana? Dove stanno svolgendo il loro compito socio-psicologico e ricreativo i responsabili dell’associazione culturale “Parallelo38”, co-assegnataria della gestione del centro assieme All’Auser, che, invece, dovrebbe occuparsi della gestione amministrativa? Dove si stano divertendo i migranti, e da quale internet point stano chattando coi parenti rimasti nelle capanne in mezzo alle foreste equatoriali? Non certamente da quello organizzato per loro all’interno del centro fantasma, e costato migliaia di euro. Uno solo dei tanti computer, fattura alla mano, è stato pagato ben 1.647,50 euro ed è dotato di un processore i7 da 3,9 GHz, 32 Gb di memoria RAM e 1 Tb di hard disk: praticamente una dotazione da centro NASA, utile per contattare i fratelli col naso a trombetta e le antenne dietro le orecchie. Certo che deve essere difficile passare dalla lingua bambara o wolof all’italiano. Se, al posto di un lapis e un quaderno a righe diventa necessario un armamentario di ultimissima generazione. Oppure ci troviamo difronte ad una ottimistica e allegra gestione di fondi pubblici. Del resto il buongiorno si era visto dal mattino, quando, l’amministrazione comunale di Taurianova aveva assegnato ben 55 mila euro al progetto da dividersi fra le due associazione assegnatarie. Viene naturale chiedersi se si è già provveduto agli anticipi e quando le associazioni (no profit) intendono iniziare a lavorarci dentro. La risposta potrebbero darla il consigliere comunale piddino Dario Romeo e l’assessore alla cultura, dello stesso partito, Raffaele Loprete, visto che sono due tra i soci fondatori di “Parallelo38”. O, forse, potrebbe rispondere direttamente il sindaco Fabio Scionti, stesso partito, che all’epoca dell’incarico alle associazioni era impegnato nel ballottaggio per la carica di primo cittadino, ma, soprattutto, di fresca dimissione da presidente della Consulta delle Associazione cittadine. Come dire, se c’è da ballare, balliamo tutti.

I cittadini, inoltre, si chiedono dove mai siano andati ad acquistare gli arredi, i responsabili del progetto, considerando che una poltrona d’ufficio è stata pagata ben 577 euro e un divano a due posti 859 euro. E, altro cruccio civico, chi sta pagando la bolletta del consumo di energia elettrica, visto lo sperpero vergognoso delle lampadine accese ventiquattr'ore su ventiquattro per un centro chiuso prim’ancora di essere aperto. Quando al dubbio si unisce l’evidente certezza, non vi è confine per lo schifo.

Commenti

antipifferaio

Gio, 02/06/2016 - 10:55

Dico solo una cosa...in Calabria il governato(re) PD appena insediato ha chiuso un solo ente in house (dicasi uno) che ben inteso era l'unico funzionava con tutti i sui difetti e produceva qualcosa. Avrebbe dovuto chiuderli tutti ma se n'è "dimeticato"... quindi si è limitato solo e semplicemente a quello più odiato... ritenuto di destra. Gli altri li ha lasciati integri, fantasmi...ma integri. Ovviamente questo ha comportato licenziamenti in blocco con annullamento in opera di migliaia di contratti il che si è tradotto in migliaia di disoccupati e in migliaia di cause contro la Regione che se non si corre ai ripari tra pochi anni la faranno fallire. Tutto ciò per dire che la Calabria è una Regione allo sbando totale dove la politica è marcia fino al DNA e la legalità è sparita dal vocabolario. Quanto all'immigrazione oramai sanno tutti che è l'affare comunista del secolo...in pratica stanno facendo man bassa prima di sparire.

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 02/06/2016 - 11:06

L'allegra amministrazione delle correnti PD kattokomuniste è cosa ormai nota,ma bisognerebbe andare piu' a fondo,nella fattispecie indagare se nell'affaire qualche amico, o amico dell'amico o,ancora,amico dell'amico dell'amico,o, piu' semplicemente, qualche komunistello,si è messo in tasca qualche....picciolo...o no?

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Gio, 02/06/2016 - 11:08

e' chiaro o no il motivo per il quale andiamo a raccogliere clandestini in mare?

Giorgio5819

Gio, 02/06/2016 - 11:40

L'invasione sponsorizzata,organizzata e sostenuta dalla sinistra ha un solo scopo : ingrassare le casse degli amici rossi a tutti i livelli, con sprechi criminali di denaro pubblico. Lo schifo comunista continua.

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Gio, 02/06/2016 - 11:49

Poltrone per immigrati a 600 euro l'una, divani per immigrati a 900 euro. Ridono e incassano gli intermediari calabresi, l'italiano paga e vota convinto PD. Avanti coi barconi.

Una-mattina-mi-...

Gio, 02/06/2016 - 12:20

L'INVASIONE PROGRAMMATA, ISTIGATA E PERSEGUITA, DI NULLAFACENTI PASCIUTI AUTOCERTIFICATI senza arte nè parte è la più COLOSSALE truffa della storia. Schifosa e subdola perchè nascosta dietro apparentemente inattaccabili pretesti di comodo.

Linucs

Gio, 02/06/2016 - 12:21

Siamo pieni di disoccupati e dobbiamo pure formare orde di inutili africani? Ma siete cxxxxxi?

Perro

Gio, 02/06/2016 - 12:52

Vorrei fare una domanda: Ma che lavoro avrebbero dovuto fare questi migranti? Leggere questa intervista su approdo news e poi fatemi sapere. http://approdonews.it/giornale/?p=203055

Perro

Gio, 02/06/2016 - 13:01

Voglio fare una domanda: Ma che corsi o lavori avrebbero dovuto svolgere questi migranti? Non penso proprio che sedie e poltrone sia riservati a loro ma alle amministrazioni. Guardate questa intervista su approdo news e cortesemente fatemi sapere. http://approdonews.it/giornale/?p=203055

Anonimo (non verificato)

agosvac

Gio, 02/06/2016 - 14:09

Ma i soldini già spesi, di grazia, a chi sono andati??? No, non ditemelo, sono andati ad una coop rossa!!!!!

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 02/06/2016 - 14:27

Questi se ne vanno dai LORO paesi perche la se vogliono mangiare devono FATICÀ e pensate che vengano in Italia per lavorare??? Però la scusa è buona per SPARTIRSI i soldi degli Italiani tra Kompagni e Kompari!!! Poveri Italiani,schiavi,rassegnati e sottomessi come Vi definisce Mauro Corona da Erto.

fifaus

Gio, 02/06/2016 - 15:35

E la magistratura? già troppo da lavorare o sempre in ferie?

luca123

Gio, 02/06/2016 - 15:58

Queste sono le risorse della Boldrini.Al di là di quelle quattro cose del Corano sono totalmente ignoranti,Non impareranno mai l'taliano .Il lavoro che sanno fare?Cliccare tutto il giorno con i telefonini!

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Gio, 02/06/2016 - 16:24

Da quando in qua c'è lavoro in Calabria ?!?

sparviero51

Gio, 02/06/2016 - 17:11

INSIEME ALLA SICILIA SARÀ PRESTO ANNESSA AL NORD AFRICA !!!

Ritratto di mavi5247

mavi5247

Gio, 02/06/2016 - 18:08

si dice che l'immigrazione rende più della droga....ed è vero!!!! viva il nostro governo di incapaci....

cunegonda

Gio, 02/06/2016 - 18:42

e io pago! Chissà che cosa ne pensano gli Italiani poveri...

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Ven, 03/06/2016 - 01:02

Paolo Conte.... via, via,andare via. Togliamoci la palla al piede e che vadano per conto loro. Sono irrecuperabili. Ognuno per se. Non ne possiamo piú di questi lazzeroni. Datemi una sega grande. Devo tagliare in due lo stivale,

Keplero17

Ven, 03/06/2016 - 03:56

Un vero mare di soldi in cui le cosche affonderanno le mani sia per l'edilzia che per le cooperative sociali che regalano migliaoia di posti di lavoro di cui poi il premier si vanta in TV. Tutto denaro non produttivo buttato che non farà altro che spingere ad una aumento dell'iva. Per quest'anno Renzi ce l'ha fatta con gli amici di Bruxelles, ma prima o poi il conto arriverà e sarò salato, con un taglio della sanità ed un aumento delle imposte nel 2017. L'Europa fa rinvii, non sconti.

Finalmente

Ven, 03/06/2016 - 08:11

Sulla base delle notizie riportate dall'articolo, un'inchiesta della magistratura è d'obbligo... ma ne vale la pena ? Assisteremo ad un altro caso in stile Vendola, insabbiato con sinistra classe e tutto andrà avanti come prima. Certo ci sarebbe da elevare il grado di controllo, portando il reato all'attenzione del CSM, ma sappiamo bene che il pesce puzza dalla testa, quindi oltre ai soldi che si sono intascati questi, il cittadino ne spenderebbe anche di più per indagini, finti processi e varie... forse è meglio che tutto finisca qui, o si rischia di vedere il triplo della cifra sperperato, per non avere in mano nulla se non la propria bile.