Corteggia la barista e poi rapina l'ufficio postale, preso grazie al biglietto che le aveva lasciato

Il 41enne Pasquale Tullo, poco prima di rapinare l'ufficio postale di Acqui Terme, avrebbe lasciato il suo numero alla dipendente di un bar. L'arresto grazie ai filmati delle telecamere e al biglietto indirizzato alla donna

L'idea era quella di andare a derubare l'ufficio postale. Ma prima, il rapinatore è entrato in un caffè e ha tentato di corteggiare la barista. È accaduto ad Acqui Terme, in provincia di Alessandria. E, secondo quanto riportato da La Verità di oggi, l'uomo avrebbe lasciato un messaggio sul tovagliolo di carta: "Questo è il mio numero. Sei bella, vorrei conoscerti". Firmato, Pasquale.

Ma rivelare alle autorità l'identità del ladro, il cui colpo gli aveva fruttato 4mila euro, non solo le immagini delle videocamere di sorveglianza, posizionate nelle vie cittiadine, ma anche quello scritto lasciato alla cameriera. I carabinieri, infatti, hanno individauto nel 41enne Pasquale Tullo, originario di Foggia e residente a Torino, il responsabile della rapina.

Il biglietto con il numero di telefono, infatti, avrebbe permesso alle forze dell'ordine di incrociare i dati e di arrestarlo.

Commenti

kennedy99

Lun, 18/03/2019 - 11:28

questo signore ha unito l'utile al dilettevole. non ti preoccupare tra non molto sarai libero e potrai corteggiare la barista in santa pace. mi auguro che fra voi sbocci un grande amore. buona fortuna signor pasquale.