Così l'Italia affonda già i barconi

Tra il 4 e il 5 maggio, su 22 imbarcazioni sette sono state affondate, quattro dalle navi militari, le altre tre dalla Guardia di finanza

L'Italia affonda già i barconi dei migranti. A rivelarlo sono alcune fonti del Viminale. A quanto pare "tra il 4 e il 5 maggio, su 22 imbarcazioni stipate di migranti con destinazione le coste italiane, sette sono state affondate, quattro dalle navi militari, le altre tre dalla Guardia di finanza. Le altre, soccorse per lo più da navi private e da mezzi della Capitaneria di porto, sono state lasciate alla deriva”, affermano alcune fonti del ministero all'Huffpost. Insomma mentre l'Onu prende tempo per autorizzare la missione sui barconi, l'Italia comincia a muoversi.

In questo momento secondo alcune indiscrezioni chi garantisce il soccorso in mare “procede quando necessario all’affondamento dei barconi. Ufficialmente si chiama rimozione di un ostacolo alla navigazione”, intervento previsto dai codici del mare.
Di fatto le operazioni mirano a togliere agli scafisti le imbarcazioni che sono il principale strumento per i business del traffico di migranti. Ogni barcone fornisce un reddito da 400 mila euro a viaggio. Ma non tutte le imbarcazioni, dopo il salvatggio dei migranti, vengono affondate. Infatti almeno altre 15 carrette sono state lasciate alla deriva. In questo modo i trafficanti di uomini riescono a recuperare le imbarcazioni e molto probabilmente le usano per altri viaggi della speranza. Il governo italiano adesso chiede all'Onu il "pass" per un intervento "sistematico sulle imbarcazioni". Bisognerà attendere il 18 maggio per capire cosa accadrà nel Mediterraneo.

Commenti
Ritratto di 100-%-ITALIANA

100-%-ITALIANA

Gio, 07/05/2015 - 13:25

7 imbarcazioni affondate, saranno state quelle non + adatte alla navigazione "Le altre, soccorse per lo più da navi private e da mezzi della Capitaneria di porto, sono state lasciate alla deriva" in quel modo gli scafisti hanno avuto la possibilità di riappropiarsene

titina

Gio, 07/05/2015 - 13:25

15 sono anche troppe, bastava lasciarne una

scarface

Gio, 07/05/2015 - 13:32

Affondarle dopo non serve a nulla, devono essere distrutte prima che possano prendere il largo.

Ritratto di frank60

frank60

Gio, 07/05/2015 - 13:39

Vergogna!

vince50

Gio, 07/05/2015 - 13:41

Sette su ventidue,e perchè mai non tutte?.Questo cosa vorrebbe significare,che riusciamo finalmente a chiudere la porta di casa?BALLE,balle da dare in pasto al popolino idiota.Ripeto,si renda noto che TUTTE saranno affondate o rimandate al mittente con o senza clandestini a bordo.Non può essere consentito che quattro comunisti di m***a Italioti facciano i cuoricini teneri con il cxxo degli altri.

Fradi

Gio, 07/05/2015 - 13:54

Ma quale pass!!!??? una imbarcazione abbandonata appartiene a chi se ne appropria. A questo punto nulla vieta ai soccorritori di affondarle dopo il loro intervento.

sbrigati

Gio, 07/05/2015 - 13:56

Qualcuno dovrebbe spiegare perché le altre imbarcazioni sono state lasciate agli schiavisti anziché trainate nei porti italiani. La magistratura dovrebbe incriminare costoro per favoreggiamento al traffico di esseri umani.

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Gio, 07/05/2015 - 14:00

scarface, il figlio di bossi (il leghista) tiene la barca ormeggiata in un porto tunisino... voglio vederti andare li ad affondarla con le tue mani, altrimenti sei solo un quaquaraqua.

Ritratto di alejob

alejob

Gio, 07/05/2015 - 14:04

Italiani, abbiate pazienza, in Ukraina hanno già spianato 400 Hettari di terreno vicino alla centrale di CERNOBIL, dove verranno parcheggiati questi signori che pretendono di farsi mantenere dagli Italiani. Spero che a questi migranti, gli faccia bene vivere a (35 Gradi) sotto lo ZERO, hanno bisogno di farsi le ossa e finalmente imparare a lavorare.

Ritratto di venividi

venividi

Gio, 07/05/2015 - 14:09

Io non ho capito l'Italia debba chiedere anche l'autorizzazione ad andare a fare la pipì quando si tratta di una decisione che la potrebbe proteggere. Non ho capito proprio, al governo tentano sempre di indossare le mutando di latta. Vuoi vedere che l'ONU lo proibirà senza tuttavia offrire una soluzione. Ci mancherebbe, figuriamoci !.

1967

Gio, 07/05/2015 - 14:22

L'unica soluzione e' l'occupazione militare delle coste Libiche. Cosi', ne sono sicuro, non partira' piu' nessuna imbarcazione e non ne verranno nemmeno piu' costruite.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 07/05/2015 - 14:33

Il fatto è che poi a noi maschi non cambierà niente,però mi piacerebbe vedere la presidenta boldrina col burqa e cosi pure le varie suffragette "dell'utero è mio e me lo gestisco io".

Luigi Farinelli

Gio, 07/05/2015 - 14:35

Così l'ONU deve decidere su cose come la sicurezza della navigazione entro le acque territoriali, magari opponendosi all'affondamento dei barconi, una volta svuotati? L'ONU sta cercando di invadere sempre più pesantemente la sovranità delle nazioni in moltissimi campi, facendosi aiutare dalla agenzia internazionale compagna di merende (l'Europa "Comunitaria") per cui trovare rimedi efficaci che contrastino con le sue ideologie imposte al mondo temo sarà molto difficile. E guai inveire contro quelle ideologie e diktat magari dicendo che l'ONU è una creatura del governo mondialista, esibendo abbdanza di prove, di registrazioni delle parole di suoi guru, di dati di fatto incontrovertibili: verresti subito etichettato come "complottista".

Luigi Farinelli

Gio, 07/05/2015 - 14:36

Così l'ONU deve decidere su cose come la sicurezza della navigazione entro le acque territoriali, magari opponendosi all'affondamento dei barconi, una volta svuotati? L'ONU sta cercando di invadere sempre più pesantemente la sovranità delle nazioni in moltissimi campi, facendosi aiutare dalla agenzia internazionale compagna di merende (l'Europa "Comunitaria") per cui trovare rimedi efficaci che contrastino con le sue ideologie imposte al mondo temo sarà molto difficile. E guai inveire contro quelle ideologie e diktat magari dicendo che l'ONU è una creatura del governo mondialista, esibendo abbondanza di prove, di registrazioni delle parole di suoi guru, di dati di fatto incontrovertibili: verresti subito etichettato come "complottista".

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 07/05/2015 - 14:36

@1967 Bellissima soluzione, tu ti arruoli?

giorgiandr

Gio, 07/05/2015 - 14:38

E' più corretto dire così : su 22 imbarcazioni, ben 15 sono state restituite agli scafisti, altrimenti come farebbe la mafia a lucrare sui clandestini ? Dico clandestini, non dico immigrati, perchè in questa storia di immigrati non ne vedo neanche uno....

tRHC

Gio, 07/05/2015 - 14:41

Con i soldi che fanno questi trafficanti,possono fabbricare,senza problemi, gli scafi su misura,a loro non disturbera' di certocerto i controlli sulla omologazione dei natanti!!! Figuriamoci se si strapperanno le vesti,per i barconi vuoti affondati dopo che loro i soldi li hanno gia' incassati!!!Bisogna affondarli e distruggere prima degli imbarchi,solo lavorando seriamente con i reparti specifici di intelligents,si potra' debellare questo sconcio,ma ci sara' la volonta' politica?Ne dubito

lisanna

Gio, 07/05/2015 - 14:48

chiedere il permesso all'ONU!!?? ma se questo inutile e dannoso ente è il primo difensore dell'islam nel mondo

nonnoaldo

Gio, 07/05/2015 - 14:55

E affondiamoli tutti, poi vediamo l'ONU ci manda i caschi blu!!!

Tuthankamon

Gio, 07/05/2015 - 15:03

Va bene, forse qualcuno ha ingranato una parte del cervello. Andiamo al punto principale. Questa gente va riportata sulle spiagge di Tripoli e li' sfamata in zone protette e un po' alla volta riportata da dove e' venuta soprattutto gli uomini soli! Sono troppi, qualcuno capisce??

Ritratto di mark911

mark911

Gio, 07/05/2015 - 15:07

Cavoli ..bucare un gommone non è facile ...bravi !!! Ma a cosa serve se sono già partite? In Libia ci sono falegnami che costruiscono le bagnarole alla velocità della luce. E' un bel business e basta che siano in grado di galleggiare qualche miglio perché tanto arrivano gli italiani a salvarli. Queste imbarcazioni andrebbero distrutte prima ancora che tocchino l'acqua ...questa è la soluzione!

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Gio, 07/05/2015 - 15:32

chi pensa di poter limitare il flusso di clandestini distruggendo I barconi e' un povero illuso, o peggio. la criminalita' che gestisce questo traffico illecito non si fermera' solo perche' le barche non tornano vuote e pronte per un nuovo viaggio. il business e' troppo ricco per fermarli cosi', ANZI ! la penuria di natanti promuovera' un nuovo business, e cioe' il furto di imbarcazioni e la rivendita ad un prezzo ancor piu' alto per cui i trafficanti aumenteranno I cladestini a bordo per rifarsi delle spese extra.

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Gio, 07/05/2015 - 15:51

Tuthankamon. io capisco e condivido! se investissimo i soldi spesi con le operazioni di recupero e mantenimento, direttamente nei paesi di origine dei migranti andremmo verso la soluzione del problema. pero' poi non voglio vedervi sbavare quando manderemo soldi in africa mentre qui qualche pensionato rovista nei cassonetti... ok?

scarface

Gio, 07/05/2015 - 15:52

al riccio: la barca del trota non è un mio problema, evidentemente è un tuo problema (e non l'unico...)

Alessandro10

Gio, 07/05/2015 - 15:59

Io prima le trascinerei in porto, poi riciclerei ciò che è possibile, il resto lo butterei.

Antares-60

Gio, 07/05/2015 - 16:00

Capitan Angelino, evita per favore che possano distruggere veri capolavori dell'artigianato nord africano, Boldrini ti prego fai sentire la tua voce, poni fine a questo scempio!

linoalo1

Gio, 07/05/2015 - 16:07

Bella forza!Hanno affondato le imbarcazioni solo dopo aver preso a bordo tutti i Migranti!

NON RASSEGNATO

Gio, 07/05/2015 - 16:08

Ovviamente è bene non affondarle tutte, altrimenti il servizio traghetto viene meno e mancano "risorse" alle coop. Avete bisogno di chiedere se dar loro fuoco? Chiederete anche all'Onu il permesso di aprire un ombrello quando piove? Che governo di quaqquaraquà

angelovf

Mar, 26/05/2015 - 17:47

Perché vengono lasciati i barconi alla deriva, ci sono accordi con gli scafisti? Visti i trascorsi non ci dobbiamo più meravigliare di niente, facciamo acqua da tutte le parti, come al solito, dico povera Italia, se si lasciano dodici barconi alla deriva.