Così la "rossa" Reggio Emilia emargina gli stranieri regolari

Il fallimento dell'accoglienza e dell'integrazione della città emiliana, dove molti immigrati in possesso di regolare permesso di soggiorno vengono lasciati nel degrado

Sono immigrati regolari, in possesso di un permesso di soggiorno, ma nonostante questo rimangono confinati nel degrado, impossibilitati a lavorare. Succede nella "rossa" Reggio Emilia e a denunciare il tutto ci ha pensato la Gazzetta di Reggio. Il tanto decantato modello di accoglienza e integrazione della sinistra, insomma, si rivela in realtà un fallimento con la "effe" maiuscola.

La città emiliana ospita non uno, ma diversi edifici fatiscenti e pericolanti abitati da decine di disperati, regolari e non, alla vana ricerca di un'occupazione.

Infatti, come riportato da La Verità, la situazione alle ex Officine Reggiane è al limite, e non da oggi: si tratta di un'area industriale abbandonata da un decennio e regalata al degrado.

È in questa cornice, in questo contesto difficile di abbandono totale che in occasione di un controllo di polizia, gli agenti delle forze dell’ordine hanno trovato persone accampate "alla bell'e meglio", all'interno degli spazi (in assoluta decadenza) di un ex laboratorio chimico. Dove non mancano, anzi, sostanze nocive per la salute umana come il mercurio.

Come si legge, questa la denuncia dell'onorevole e consigliere comunale della Lega Gianluca Vinci: "Da anni, ogni due giorni segnaliamo questa situazione di degrado nel cuore della città, ma il Comune non ha mai preso provvedimenti complessivi. Solo spot elettorali…".

Commenti

Italianocattolico2

Ven, 04/10/2019 - 11:59

Cosa vi aspettate da una città amministrata per anni da Del Rio ?? Quello che assieme ai suoi soci Orfini e Fratoianni ha cercato di ammazzare i Finanzieri approvando il comportamento criminale della Rakketta per avere altri ospiti da consegnare alle coop rosse ?? Cosa vi aspettate dalla stessa amministrazione che gestisce Bibbiano ??? Solo arroganza !!!

jenab

Ven, 04/10/2019 - 12:25

un conto è la politica nazionale nel lusso romano, altra è la realtà della gente comune, che di migranti non ne vuole sapere. Sembra un concetto estremamente difficile da capire!

Ritratto di 98NARE

98NARE

Ven, 04/10/2019 - 12:37

di ROSSI e IMMIGRATI non ci frega nulla. CI interessano gli ANZIANI ITALIANI, le MAMME sole e i PAPA' soli in difficoltà ad arrivare alla 3 settimana del MESE in quanto DEVONO PAGARSI TUTTE LE SPESE....non come i moretti..........Vitto Alloggio Poket Money CEll BICI e POI CHE C.... volete

Renadan

Ven, 04/10/2019 - 13:36

Mwndateli dalla gruber e da saviano

savonarola.it

Ven, 04/10/2019 - 13:43

Eredi di del rio. Non merita le maiuscole.

Nemma2

Ven, 04/10/2019 - 14:13

sono di reggio emilia: tutto vero. solo la foto non e' pertinente: la zona delle officine reggiane e' veramente al degrado, compreso gli stessi edifici. spero nelle prossime votazioni regionali di gennaio.

agosvac

Ven, 04/10/2019 - 14:24

Finché non hanno permesso di soggiorno sono a carico dello Stato e le coop rosse si fanno un sacco di soldini. Poi non interessano più a nessuno dei rossi e neanche alla Chiesa. Il fatto è che l'integrazione è una balla colossale. Se non c'è lavoro neanche per gli italiani, per questi derelitti non resta che o delinquere o essere schiavi a pagamenti da fame. Forse è questo che si vuole in realtà: schiavi. Solo che gli schiavi poi si ribellano e cominciano a rubare, violentare o anche uccidere!!!