"Cosa vuol dire essere gay?". Quella domanda di Loris su cui indagano gli inquirenti

Le indagini si stanno concentrando sulla famiglia del piccolo

Le indagini sulla morte di Loris Stival continuano. Ieri sera la mamma del piccolo è stato convocata in questura. Ci sono dubbi sulla ricostruzione, considerato che nelle immagini delle telecamere di sorveglianza si vede solo la macchina con la quale la donna avrebbe accompagnato a scuola il figlio, ma non c'è traccia invece di Loris. Tra le poche certezze c'è quella relativa al fatto che il bambino conoscesse il cacciatore indagato. Gli inquirenti si stanno concentrando sulla famiglia del piccolo. Il padre Davide, camionista, era spesso lontano da casa, mentre la mamma non ha mai crisi e sbandamenti. Ma si aggiunge poi un altro tassello, riportato dal Mattino, e riguardante una domanda che il bambino di otto anni avrebbe rivolto ai genitori qualche mese fa: "Mamma, cosa vuol dire essere gay?".