Costa Concordia, ora Francesco Schettino andrà in carcere

Definitiva la condanna a 16 anni per l'ex comandante della nave da crociera

La conferma è arrivata questa sera: Francesco Schettino, ex comandante della Costa Concordia, andrà in carcere. Ha deciso così la quarta sezione penale della Cassazione, confermando la sentenza della corte d'Appello, che lo aveva condannato a sedici anni il 31 maggio dello scorso anno.

La Suprema Corte ha annullato per prescrizione solo alcune contravvenzioni, eliminando dalla pena un mese di arresto, ma l'ex comandante della nave da crociera è stato ritenuto responsabile dei reati di naufragio colposo, omicidio colposo plurimo, lesioni colpose, abbandono di persone incapaci e abbandono della nave. L'ex capitano si è già consegnato alla giustizia, presso il carcere di Rebibbia.

Entro novanta giorni saranno depositate le motivazioni della sentenza, che chiude la vicenda legale legata al naufragio del 13 maggio 2012, quando 32 persone persero la vita davanti all'isola del Giglio. Intanto i legali hanno già lasciato intendere che potrebbero fare ricorso alla Corte di giustizia europea.

"Sono stati violati una serie di diritti di Schettino", ha detto la difesa, aggiungendo che Schettino "ritiene di essere responsabile, ma non colpevole di tutti i reati", perché "c'era un team di comando, una serie di inefficienze. La nave presentava una quantità incredibile di situazioni di criticità che sono state forse valutate in maniera non adeguata". Ha poi aggiunto sulla sentenza: "Spiegatemi a che serve se non a soddisfare la cultura del 'crocifiggere'".

"Una sentenza di condanna ci doveva essere e c'è stata; questa sentenza di condanna è logica e conseguente all'opera di indagine", dice invece il sindaco del Giglio, mentre la parte civile esprime soddisfazione ma si rammarica che sia stato solo lui a pagare e non siano state individuate altre responsabilità.

A bordo della nave, quella sera, vi erano oltre 4mila passeggeri, compresi i membri dell'equipaggio. Il sostituto pg della Suprema Corte Francesco Salzano, nell'udienza del 20 aprile scorso aveva sollecitato la conferma delal condanna per Schettino, e il rinvio degli atti ai giudici fiorentini affinchè in sede d'appello-bis fosse valutata la possibilità di aumentare la pena, con l'aggravante della "colpa cosciente" in relazione al reato di omicidio colposo plurimo.

Commenti

19gig50

Ven, 12/05/2017 - 20:26

Ma allora qualcosa comincia a funzionare!

brancati66

Ven, 12/05/2017 - 20:33

Solo 16 anni ovvero solo sei mesi di reclusione per ogni omicidio? W l'Italia!!!

Italiano-

Ven, 12/05/2017 - 20:40

Così sia. Una preghiera per le vittime

LOUITALY

Ven, 12/05/2017 - 20:41

era ora! mai troppo tardi

MLADIC

Ven, 12/05/2017 - 20:47

In questa povera Itaglia entro 2/3 anni al massimo sarà fuori

giovanni PERINCIOLO

Ven, 12/05/2017 - 20:52

Resta il fatto che nessuno ha mai spiegato perché le porte stagne non hanno funzionato e quel tipo di nave, quando tutto funziona a dovere, é quasi inaffondabile, quantomeno nei tempi in cui tutto é avvenuto! Secondariamente l'eroe della capitaneria dovrebbe spiegare come avrebbe potuto Schettino risalire a bordo in quel momento e in quelle condizioni, forse con un elicottero?? Per finire perché la solerte Capitaneria di porto non ha mai rilevato prima la pericolosità di quei ripetuti passaggi a poche centinaia di metri dall'isola del Giglio?? Ma tant'é, il capro espiatorio é stato condannato e tutti gli sciacalli sono contenti! Sicuramente Schettino ha delle colpe ma non é sicuramente il solo colpevole e sedici anni sono assolutamente sproporzionati.

Ritratto di ettocima

ettocima

Ven, 12/05/2017 - 21:31

Come di consueto vado contro corrente. Schettino è solo uno stupido ed un vigliacco. Punirlo con il carcere mi sembra solo stupido. Una vendetta inutile. Di certo non aveva la volontà di provocare i morti. Quello che punirei nella nostra società è la volontarieta nel fare dei mali. Punirei anche il seguito. Invece di pentirsi, scrivere un libro e tenere una lezione all'università, questo si che costituiscono crimini e denotano un gran cinismo. Gli auguro di essere assolto ma di dover pagare con il lavoro il suo modo d'essere.

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Ven, 12/05/2017 - 21:33

Tutto "comme il faut". Il capro ha pagato e tutti contenti!

il sorpasso

Ven, 12/05/2017 - 21:36

era ora!

Fossil

Ven, 12/05/2017 - 21:38

Sempre troppo poco hanno dato come condanna a lui e sodali...

guido.blarzino

Ven, 12/05/2017 - 21:42

Schettino è giusto che paghi ma il solo vero errore di Schettino è stato quello di abbandonare la nave: il massimo della stupidità. Ma, a monte, il vero problema è quello dell'inchino di cui tutte le persone responsabili erano a conoscenza. Poi c'è l'enorme responsabilità disorganizzativa della costa crociere con tentativo volontario di insabbiamento : questo comportamento è molto più grave della stupidità di schettino ma non leggo condanne ad alto livello.

curatola

Ven, 12/05/2017 - 21:50

dov'era fino ad oggi ? Solo 5 anni per una sentenza ? Complimenti!

curatola

Ven, 12/05/2017 - 21:53

Come attenuante di Schettino va considerato che è stato vittima della bionda che l'ha intrappolato fra le coscie mentre la nave bordeggiava . Mi chiedo che razza di staff c'era al timone mentre il poveretto era in balia della bionda.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Ven, 12/05/2017 - 22:04

Ma cosa volete ricorrere !! Il carcere se lo é meritato e basta. Mi pare pure poco visto che sono morti in trentadue. Voleva fare 'l'occhiello' lui. Ora fará l'occhiello a scacchi. Tamarro.

alox

Ven, 12/05/2017 - 22:08

C'e' gente in grado di trovare il fantasma della situazione, la colpa non e' sua ma della, concordia della finanza mondiale...era ora, altro che dare lezioni nelle Universita': ma in carcere senza TV, cellulare, PC e quando la pena sara' scontata nemmeno il canotto deve guidare.

greg

Ven, 12/05/2017 - 22:38

5 anni di indagini e processo per cose talmente evidenti che Schettino avrebbe già dovuto avere le manette ai polsi il giorno dopo il disastro che provocò la morte di 32 persone innocenti. Ma questa è la giustizia italiana, e nel corso di questi 5 anni in tanti sono diventati volti celebri e ci hanno guadagnato con dibattiti, comparsate TV e interviste sui giornali. Giustizia malata e stracciona

Ritratto di Pippo1949

Pippo1949

Ven, 12/05/2017 - 22:46

Nessuna illusione perchè i 16 anni sono virtuali ! Gli anni in galèra sono di 9 mesi e non di 12. Poi,tra buona condotta e libro di memorie,state certi che questo gaglioffo sarà fuori in meno di 10 anni ! Uno Stato serio gli avrebbe dato 30 anni,arrestandolo il giorno dopo il naufragio. Lo doveva per rispetto alla memoria dei morti e ai diritti dei superstiti.....

Alessio2012

Ven, 12/05/2017 - 22:57

Ponzio Pilato ha dato ai giudei quello che volevano.

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Ven, 12/05/2017 - 23:13

Parlo con cognizione di causa: se lui va in carcere, dovrebbero andarci almeno un'altra decina di persone. Invece il tifo da stadio italiano lo aveva già condannato dal primo minuto come unico responsabile del misfatto ed aveva trasformato in eroi coloro che invece erano andati oltre i propri poteri (arresti immediati, ordine di tornare a bordo, ecc.). Sicuramente non è incolpevole e per sua sfortuna non è un magistrato, se no sarebbe stata colpa degli avvocati o della mancanza di cancellieri, non certo del capo del tribunale.

magnum357

Ven, 12/05/2017 - 23:55

Tutti gli ufficiali indagati hanno chiesto il patteggiamento e sono usciti più o meno indenni !!! Ma è il comandante che viene ritenuto il responsabile per il codice marittimo e cosi' è stato; la difesa vuole ricorrere a strasburgo ? faccia pure .......... ma perderanno tempo

manfredog

Sab, 13/05/2017 - 00:32

.mah, alla fine gli daranno gli arresti domiciliari, si, con residenza in una nave da crociera..!! mg.

FabioMilano

Sab, 13/05/2017 - 02:17

Ennesimo episodio di malagiustizia che evidenzia come la magistratura sia incopetente, connivente e corrotta. Ma vi pare logico che a pagarne le conseguenze sia solo una persona? Una nave lunga trecento metri con quattromila persone a bordo non si guida (governa) come una Cinquecento. Pertanto il comandante non puó a suo libero giudizio impartire ordini per effettuare una manovra, palesemente pericolosa, che non sia condivisa e confermata dagli ufficiali di bordo e di terra, nonché dall'armatore. Però è più semplice individuare un capro espiatorio sul quale far ricadere la totalità delle responsabilità. È un sistema malato, un cancro da espiantare. I signori giudici che hanno firmato questa condanna dovrebbero vergognarsi. Inoltre sono ridicoli i 16 anni, per aver commesso l'omicidio di 32 persone ci vorrebbe l'ergastolo, oppure mandatelo a casa subito.

un_infiltrato

Sab, 13/05/2017 - 03:25

E come no? Andrà in carcere, eccome. Anzi c'è già, si è presentato a Rebibbia spontaneamente. Solo che... se ne farà al massimo sette di anni... sarà già tanto... Il Comandante darà prova di buona condotta e tutto andrà come da copione ormai consolidato. Dice... ma.. "e coi 32 morti come la mettiamo" ? Ma come dobbiamo metterla? Quelli ormai so' morti. Occupiamoci del Comandante.

Ritratto di lettore57

lettore57

Sab, 13/05/2017 - 05:55

Troppo comodo solo a lui.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 13/05/2017 - 06:01

Che il personaggio sia 'pittoresco', lo è, fuor di dubbio. Ma, io, più che lui, e sono molto serio nel dirlo, infliggerei 16 anni di carcere a colui che gli ha affidato il comando della nave. Perchè possiamo essere certi che non l'ha vinto alla lotteria. Ci deve pur essere stato un bipede che trovandosi di fronte questo alberto sordi napoletano ha stabilito che aveva le phisic du role per essere responsabilizzato della Costa Concordia. -riproduzione riservata- 6,01 - 13.5.2017

lento

Sab, 13/05/2017 - 06:09

Per ogni morto 5 mesi di carcere: Bella sentenza e bella giustizia !

Zorronero

Sab, 13/05/2017 - 06:51

ma... perche era ancora libero??!??!?!??

orailgo38383838

Sab, 13/05/2017 - 06:57

L'avvocato dice che è stato crocifisso. Mah...allora il comandante di una nave a cosa serve?

vittoriomazzucato

Sab, 13/05/2017 - 07:23

Sono Luca. Prova

Malkolinge1603

Sab, 13/05/2017 - 08:31

Tutti felici per la condanna di Schettino, povera vittima sacrificale. Siamo sicuri che sia l'unico responsabile di una tragedia tanto enorme in termini economici e di vite umane? Io un paio di anni al """mitico""" de Falco per negligenza glieli avrei dati... Questo gridava e gridava, ma che evidentemente nessuno controllava MAI i radar non importa niente a nessuno...

giovanni PERINCIOLO

Sab, 13/05/2017 - 10:52

Quanti sciacalli scatenati in questo blog! tutti contenti di avere finalmente il capro espiatorio ma chi di mare se ne intende sa benissimo che non é il solo colpevole e una magistratura competente avrebbe sicuramente indagato e fatto periziare tutte le evidenti negligenze che senza dubbio sono state fatte su quella nave a cominciare dalla Costa, ai periti Rina, alla capitaneria di porto che ha il compito di verificare che tutti i sistemi e mezzi di sicurezza sianop efficienti prima di firmare le spediziopni. Ma

giovanni PERINCIOLO

Sab, 13/05/2017 - 10:55

Quanti sciacalli scatenati in questo blog! tutti contenti di avere finalmente il capro espiatorio ma chi di mare se ne intende sa benissimo che non é il solo colpevole e una magistratura competente avrebbe sicuramente indagato e fatto periziare tutte le evidenti negligenze che senza dubbio sono state fatte su quella nave a cominciare dalla Costa, ai periti Rina, alla capitaneria di porto che ha il compito di verificare che tutti i sistemi e mezzi di sicurezza sianop efficienti prima di firmare le spediziopni. Ma tant'é, siamo in Italia e la sola cosa che conta é il capro espiatorio. E' vero che il comandante é responsabile della spedizione per il codice della navigazione ma una magistratura seria e competente cerca e condanna anche le corresponsabilità più che mai evidenti nel caso in questione!

Alessio2012

Sab, 13/05/2017 - 12:53

La gente è ancora convinta che una nave si guida come un'automobile, con il capitano al timone con la pipa in bocca. In realtà dopo questa sentenza ogni capitano dovrebbe dare le dimissioni, perché se non può delegare la responsabilità al timoniere, allora tanto vale che rinunci al ruolo di capitano e diventi o lui stesso timoniere o qualcos'altro.

alox

Sab, 13/05/2017 - 16:09

@Giovani Perniciolo, ALessio...il Capitano e' il piu' pagato e ha la responsabilta' della nave, punto, inizi a pagare LUI! Inoltre il Capitano dovrebbe essere l'ultima persona ad abbandonare la nave l'ultima ha fatto la figura del CODARDO davanti al MONDO: Ai miei occhi gli eroi sono MOLTO diversi dai Vostri!

Anonimo (non verificato)