Costruiva pistole e armi in casa: arrestato

Finisce in manette un 31enne in provincia di Benevento. Nell'appartamento gli hanno trovato una vera e propria armeria clandestina, con tutti gli strumenti di lavoro

In casa sua teneva una piccola bottega artigiana in cui si fabbricava armi, finisce in manette nel beneventano un 31enne originario della provincia di Caserta.

Il blitz dei carabinieri ha consentito di scoprire un vero e proprio arsenale in cui è stato trovato praticamente di tutto: armi, munizioni e persino documenti contraffatti.

Tutto è accaduto a Montesarchio, in provincia di Benevento. I militari, dopo alcune indagini, hanno deciso di far visita al 31enne, loro vecchia conoscenza. Quello che hanno trovato è stato un vero e proprio bazar da armaiolo. L’uomo conservava in casa sua, diverse una pistola e un revolver a canna corta e un’altra pistola incompleta, che stava ancora costruendo. Non gli mancavano i pezzi per farlo: gli hanno trovato, infatti, ben cinquantasei componenti per arma da fuoco, dai grilletti fino alle canne passando per viti, molle, cani e meccanismi da sparo e in più conservava tamburi e un percussore artigianale a forma di penna.

A completare il quadro alcune fondine, decine di cartucce (molte delle quali di calibro 8) un telefono satellitare, gli attrezzi da lavoro (una morsa da tavolo, un trapano), attrezzi da scasso e un documento contraffatto recante la sua foto ma dati fasulli.

Per l’uomo sono scattate le manette mentre adesso le indagini mirano a ricostruire nei dettagli l’attività del 31enne e tutti i rapporti e i contatti che l’armaiolo poteva avere.