Cristiano Ronaldo si accorda col Fisco: 2 anni e multa da 18,8 milioni

Cristiano Ronaldo riconosce la propria responsabilità su 4 reati e raggiunge un accordo con il fisco spagnolo per risolvere il suo contenzioso

Alla fine si sono messi d'accordo. Cristiano Ronaldo, attualmente impegnato ai Mondiali in Russia con la propria Nazionale, risolve il proprio contenzioso con il fisco spagnolo, riconoscendo la sua responsabilità su quattro reati. Il fuoriclasse portoghese ha accettato di pagare di 18,8 milioni di euro e di scontare una pena di due anni di carcere con la condizionale.

La somma che inizialmente era stata contestata al giocatore era di 14,7 milioni di euro, poi ridotta a 5,7 milioni di euro. Con questo accordo, a cui manca solo la ratifica del nuovo direttore dell'Agenzia delle Entrate, Ronaldo derubrica i suoi problemi fiscali sia dal punto di vista penale che amministrativo.

Rischio carcere

Resta ancora una questione in sospeso: CR7 vorrebbe che i due anni di carcere venissero sostituiti con una multa e vorrebbe evitare la condizionale, un rischio se in futuro dovesse incappare in una nuova condanna penale. In questo caso, infatti, rischierebbe di finire dietro le sbarre.

Commenti

Martinico

Ven, 15/06/2018 - 18:03

Non ho capito...prima la somma esigita era di 14.7 milioni poi ridotta a 5.7 ma si accorda per 18.8 milioni di euro... Vorrei conoscere i suoi legali tributari.

tonipier

Ven, 15/06/2018 - 18:24

" SONO SOLO DEGLI INCOSCIENTI"