Crollo palazzina Torre Annunziata: trovata l'ottava vittima

Sono stati recuperati anche i corpi dei fratelli Francesca e Salvatore Guida, i due bambini che mancavano al triste appello delle vittime del crollo di ieri mattina

Sono stati recuperati anche i corpi dei fratelli Francesca e Salvatore Guida, i due bambini che mancavano al triste appello delle vittime del crollo di ieri mattina alle 6:25 in via rampa Nunziante a Torre Annunziata. Le due salme, come quelle degli altri 6 adulti, sono state portate all’obitorio per i riconoscimenti ufficiali e sono comunque sotto sequestro per gli accertamenti che i pm di Torre Annunziata, che hanno aperto un fascicolo per crollo colposo, disporranno nell’ambito delle indagini su eventuali responsabilità per quanto accaduto. Ora inizia il lavoro per la messa in sicurezza e bonifica dei luoghi, che però dovrà rispettare eventuali perizie che saranno disposte dai magistrati. E su quanto accaduto arriva il commento di Sandro Simoncini, urbanista de La Sapienza: "Al di là di quelli che saranno gli esiti dei rilievi tecnici e delle indagini della magistratura, il crollo della palazzina che si è verificato a Torre Annunziata riporta per l'ennesima volta all'attenzione di tutti l'estrema fragilità del patrimonio edilizio italiano".

Non si possono continuare a piangere i morti e i feriti di eventi più o meno catastrofici senza mettere in campo delle effettive contromisure. Bisogna entrare nell'ordine di idee che anche gli immobili vadano curati in modo serio e continuativo: come si fanno periodicamente i tagliandi e le revisioni per le automobili o per le caldaie, a maggior ragione deve essere fatto altrettanto per gli elementi strutturali delle abitazioni. Anche i proprietari sono chiamati a un salto di qualità culturale da questo punto di vista" esorta l'esperto di legislazione ambientale e presidente di Sogeea. "Proprio di recente è stato presentato in Senato un nuovo e interessante disegno di legge che prevede l'introduzione a livello nazionale dell'obbligatorietà del fascicolo di fabbricato, strumento indispensabile per porre un argine alle molteplici criticità urbanistiche e abitative del nostro Paese. Il provvedimento -sottolinea Simoncini- ribadisce l'importanza che ogni edificio, indipendentemente dalla sua destinazione funzionale, possieda una sorta di carta d'identità, di patente che riporti le caratteristiche urbanistiche, strutturali e manutentive del manufatto, nonché le peculiarità geologiche dell'area circostante".

Commenti

leo_polemico

Sab, 08/07/2017 - 12:19

Certamente ci sono delle colpe in questo crollo con vittime innocenti. A quanto sentito dai notiziari erano stati iniziati/fatti lavori di ristrutturazione. Erano stati autorizzati? Da chi? Che tipo di lavori erano? Un ristrutturazione può essere un semplice “rinfresco” di un appartamento oppure , ben diversa, addirittura una “modifica” della struttura con eliminazione di un muro o di un pilastro. Già in passato erano accaduti crolli con vittime per quest’ultimo motivo. A quanto sentito c’è anche la ferrovia vicina che trasmette vibrazioni: tempo fa le traversine dei binari erano di legno, quindi capaci di smorzamento, ed ora sono di ferro e cemento, ben più rigidi. La considerazione spontanea, a questo punto, è che il pressapochismo negli enti pubblici regna sovrano: mi auguro che questa disgrazia sia di monito per tutti gli addetti ai lavori affinché non si abbiano più tragedie come questa.

Ritratto di bracco

bracco

Sab, 08/07/2017 - 13:13

Clandestini alloggiati in alberghi a 5 stelle con piscina, vito e alloggio garantito, mentre i cittadini italiani costretti a vivere in case fatiscenti e pericolanti. Questo è quanto fa la sinistra con i suoi governanti

SAMING

Sab, 08/07/2017 - 17:50

Ma questi crolli avvengono soprattutto in alcune zone dell'Italia meridionale. Chissà perché ?

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Sab, 08/07/2017 - 20:52

A parte tutto quello che uscirà dalle future perizie,la mia impressione è che nelle strutture di quella casa sia stato messo pochissimo cemento. In pratica glie lo hanno fatto solo vedere. Non è possibile che una struttura in CA si sbricioli in quel modo. Ho visto demolire fabbricati in CA con macchine operatrici mostruose e nonostante la loro potenza facevano fatica a demolire pilastri e travi in Ca dove veramente il cemento era presente nelle percentuali assegnate.