Cuccarini e Parisi, scontro sulle unioni civili

La Cuccarini: "I figli non sono un diritto". La Parisi replica: "Cara Lorella, ti sbagli"

Le unioni civili continuano a far discutere. Non solo in parlamento, dove il ddl Cirinnà ha ricevuto un primo sì in Commissione Giustizia al Senato. Non solo tra la gente comune o nelle piazze. Ma anche tra i vip che animano il dibattito a colpi di tweet e post sui blog.

È il caso del botta e risposta tra Lorella Cuccarini e Heater Parisi. "Sono favorevole alle unioni civili ma i figli non sono un diritto. E non si comprano. Punto. Chi non è d'accordo rispetti le opinioni altrui", ha scritto la prima sabato, mentre piazza San Giovanni era colma di persone per il Family Day. E questo nonostante la showgirl sia considerata una delle icone gay italiane, visto che si batte per i diritti omosessuali praticamente da sempre.

"Cara Lorella, tutti hanno diritto di avere un figlio perché tutti hanno il diritto di amare!!!", replica però Heater Parisi dal suo blog, "La tua affermazione sui bambini che non si comprano fa tanto il paio con quella sui bambini sintetici. Ma ci vuole tanto a capire che ogni vita è un inno alla gioia???? Non neghiamo agli altri ciò che noi abbiamo concesso a noi stesse...".

Commenti

Tuthankamon

Mar, 23/06/2015 - 11:06

Infatti i figli NON sono un diritto. Dove diventano "un diritto" i diritti dei bambini vengono calpestati!