Dacia Duster indossa il colore dell'avventura

Milano Dacia (Gruppo Renault) è un caso virtuoso da studiare. L'ex brutto anatroccolo, fatto rinascere e trasformato dai francesi, dall'inizio della sua seconda vita (10 anni fa) ha venduto circa 3,5 milioni di unità.Importante la crescita in Italia costante in Italia: nei primi 6 mesi del 2015 sono state 26.654 le immatricolazioni (+32%). Punto di forza della marca romena resta Duster, oggetto di un rinnovamento. Il modello 2016 offre così nuovi equipaggiamenti, tra i quali due nuove sellerie, cerchi in lega diamantati neri, sistema multimediale e di navigazione e camera parking. La Casa ha deciso di proporre, proprio in occasione del lancio, la serie limitata «Urban Explorer» che si distingue per il design ancora più avventuroso grazie al Pack All-road e al Pack Look.Duster MY 2016 adotta inoltre la nuova tinta verde Altai, ispirata alle sfumature color oro di cui si tinge la catena montuosa siberiana Altaj al tramonto, dando vita a un colore inedito che sprigiona tutta l'avventura di queste terre. Motori benzina 1.6 (115 cv) e 1.2 TCe (125 cv); e diesel 1.5 dCi (90 cv) e 1.5 dCi (110 cv). Prezzi più bassi per le versioni diesel rispetto al MY 2015 e accesso alla connettività tramite applicazione. Oltre al benzina 1.6 da 115 cv, Duster «Urban Explorer» porta in dote anche il diesel dCi da 110 cv. I motori sono abbinati alle trazioni 4x2 e 4x4. Per Urban Explorer si parte da 14.800 euro.GPav