Dalle banche alle Poste: la stangata sui conti correnti

Inversione degli istituti di credito: le spese di gestione dei conti, anche quelli on line, continuano a salire. Ecco tutti gli aumenti

Aumenti su aumenti. I costi di gestione dei conti corrente bancari impennano di anno in anno. Da due anni a questa parte, infatti, in base all'indagine condotta dalla Banca d’Italia, la spesa media per la gestione di un conto corrente è arrivata a raggiungere 79,4 euro. Un rincaro di rilievo se si considera che nel 2016 la spesa ammontava a 77,6 euro e nel 2015 a 76,5 euro.

Nell'ultimo periodo insomma c'è stata un'inversione di rotta degli istituti di crediti ai danni dei clienti naturalmente. Come se non bastasse, ad aumentare sono state anche le spese di gestione dei conti correnti bancari on line è cresciuta di 0,6 euro nel 2017.

Entrando nel dettaglio, gli aumenti hanno riguardato le spese fisse e i canoni per le carte di credito e di debito.

La stangata ha coinvolto anche le Poste. Infatti, nel 2017 è aumentata anche la spesa di gestione di un conto corrente postale, balzata di 2,1 euro per arrivare a 49,8 euro.