Dallo scontro all'incontro

Già ce lo aveva raccomandato Guicciardini: «Non è cosa che gli uomini nel vivere del mondo debbino più desiderare e che sia più gloriosa che vedersi el suo inimico prostrato in terra e a tua discrezione; e questa gloria la raddoppia chi la usa bene, cioè con l'adoperare la clemenza e col bastargli di avere vinto». Non è soltanto un invito alla magnanimità, alla clemenza, ma a considerare che spesso le contrapposizioni sono un artificio, una finzione degli uomini, i quali, invece dell'armonia, coltivano la competizione. Così, si stabiliscono una maggioranza e un'opposizione artificiose, che poi finiscono per lavorare insieme come è accaduto in Germania, come sta accadendo in Italia. Dunque lo scontro, talvolta, si risolve in un incontro. È capitato anche a me a Sutri. L'ultimo giorno ho conversato amabilmente con il mio antagonista, dopo polemiche e contumelie fondate sulla presunzione di essere diversi, di essere più nuovi, come se l'umanità potesse dividersi in buoni e cattivi: schema semplice, apparentemente inevitabile, invero forzato, perché l'uomo inventa contrasti ideologici ed etici spesso arbitrari, dimenticando il richiamo di Terenzio: «Homo sum, humani nihil a me alienum puto». Nessuno lo ha capito meglio di Ludovico Ariosto: «Oh gran bontà de' cavallieri antiqui!/ Eran rivali, eran di fé diversi,/e si sentian degli aspri colpi iniqui/per tutta la persona anco dolersi;/e pur per selve oscure e calli obliqui/insieme van senza sospetto aversi». E infatti: più grande delle divisioni è l'amore per Sutri.

Commenti

neucrate

Mar, 12/06/2018 - 17:35

Mi viene davvero da ridere se penso che è stato pesantemente umiliato da Di Maio alle scorse elezioni, mi domando e dico: non prova vergogna ad essere stato così pesantemente e volgarmente umiliato?

Popi46

Mer, 13/06/2018 - 06:28

L’umiliazione non è venuta da Di Maio ma dal popolo capra che, con la croce, ha dimostrato la sua “capraggine” scambiando Di Maio per er mejo e Sgarbi per un analfabeta.....

adal46

Mer, 13/06/2018 - 09:55

Bravo Sgarbi, perfetto. Se l'Europa VERA capisse il gioco, in 30 secondi il tavolo di poker (Germania Italia Francia Spagna) diverrebbe imbattibile. E l'ideologia perversamente divisoria, cioè demoniaca, resterebbe al palo a mangiare fiele oppressa appunto da conati di vomito come Macron.

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Mer, 13/06/2018 - 11:21

@neucrate, dipende da chi si viene "umiliati". Sig. Sgarbi le sue citazioni mi son piaciute. Se non ci si fa ingabbiare dalle ideologie si troveranno le soluzioni. L'importante e' che i confronti avvengano tra persone intelligenti ed oneste.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Mer, 13/06/2018 - 11:22

bello... Ma certe volte NON E` SAGGIO FARE PRIGIONIERI!

Nick2

Mer, 13/06/2018 - 12:25

Lei e la ciurma di servi di Berlusconi avete passato gli ultimi 25 anni ad insultare i nemici e a manipolare i cittadini più deboli intellettualmente. Con notizie false avete alimentato in loro la paura dello straniero, avete fatto passare la morale per moralismo, la giustizia per giustizialismo, i mafiosi per eroi, i ladri e gli evasori per perseguitati, i cittadini onesti per fessi o addirittura per spie e coloro che dedicano la vita al soccorso dei più deboli per farabutti. Avete distrutto l’Italia economicamente, moralmente ed intellettualmente. Ora che Salvini prende per mano i milioni di zombie da voi creati e, come il pifferaio di Hamelin li sta portando (e con loro tutti noi) verso il baratro, si accorge dell’errore commesso e cambia radicalmente tattica. Ci viene a scrivere, in punta di piedi, di magnanimità e clemenza invocate da Guicciardini e Ariosto, ad esaltare i valori della sua bucolica vita di bambino sulle rive del Po. Troppo tardi, Sgarbi!

Luchy

Mer, 13/06/2018 - 13:33

Nick2 Mer, 13/06/2018 - 12:25 Lei e la ciurma di servi di Berlusconi avete passato gli ultimi 25 anni ad insultare i nemici e a manipolare i cittadini più deboli intellettualmente. ================ Ecco come si rabaltano le cose, cercando di scaricarle su altri, quelle che sono usi a farle ( le porcate ).

Agev

Mer, 13/06/2018 - 19:57

Trovo meraviglioso quanto scritto ed affermato da Vittorio Sgarbi. Questo è il tempo della trasformazione maestria dell'uomo e conseguente realtà. Nella dicotomia e realtà duale vissuta fino ad oggi dalla totalità degli uomini( destra-sinistra.. maschile-femminile.. bene-male ) ha permesso e creato il suo stesso modo di essere schiavo perché così è stato programmato a vivere ed essere. L'Ego-personalità è dove vive la realtà della mente inferiore e crea realtà di divisione e distorsione così come è stata tutta la realtà/mondo fino a ieri. L'Intelligenza del cuore/mente detta anche Intelligenza fluida che è la massima Intelligenza dell'universo e uomo è L'Intelligenza della mente superiore e qui il discernimento e la comprensione divengono Natura.Questo è ciò che è in essere/divenire e trasformerà l'uomo nel Maestro che E' e in un attimo tutta la realtà. Quindi.. Sol- Solo l'Unità nel/del uomo sa/saprà tradurre .. Segue .. Gaetano

Agev

Mer, 13/06/2018 - 20:06

Tradurre in realtà le reali Leggi Naturali e Cosmiche che lo governano ed alle quali appartiene in armoniosa coerente bellezza con la Legge del Uno Unità Unicità Totalità . Questa nel breve è la realtà dove stiamo andando e creando e dove ogni Unicità è sacra e ne porta testimonianza nel tutto Uno. Gaetano