Una damigella stuprata in auto. Il video realizzato al matrimonio

Il video choc diffuso in Cina. Damigella violentata in auto prima di un matrimonio. Il "rito" rientra in una tradizione delle nozze

In Cina si sta diffondendo una moda, o se volete una tradizione, pericolosa e ignobile. Forse nei suoi intenti simpatica, ma che si sta trasformando in una giustificazione per commettere abusi e stupri contro ragazze indifese.

Si chiama "naouhn" che letteralmente significa "disturbare un matrimonio". Gli invitati sono soliti cercare un modo per fare scherzi alla sposa o allo sposo. Peccato che sempre più spesso gli invitati si accaniscano contro le damigelle che, indifese, vengono stuprate e violentate. La tradizione è così radicata che spesso questi atti di violenza non vengono neppure denunciati, perché non si vuol rischiare di rovinare la festa agli sposi.

L'ultimo caso però ha generato indignazione in tutto il Paese. Un video realizzato nella Cina nord occidentale, nella città di Xi’an e pubblicato sui social locali lo scorso 8 giugno, mostra due testimoni violentare in auto una damigella. Questa si dimena, ma non riesce a sfuggire alla violenza dei suoi aguzzini. Che le tolgono gli abiti intimi e la costringono a gemere (guarda il video).

Commenti
Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Dom, 01/10/2017 - 17:37

Alla faccia della goliardia.