La decisione del gip di Milano: "Fabrizio Corona resta in carcere"

Il re dei paparazzi si trova in prigione da otto giorni con l'accusa di intestazione fittizia di beni

Fabrizio Corona deve restare in carcere. Il gip di Milano Paolo Guidi ha respinto l'istanza di scarcerazione presentata dai suoi avvocati, i legali Ivano Chiesa e Antonella Calcaterra. Anche Francesca Persi, storica collaboratrice di Corona finita in carcere insieme a lui, si è vista bocciare dal giudice milanese l'istanza di attenuazione della misura cautelare.

Corona, che era stato affidato in prova ai servizi sociali da quasi un anno e mezzo, è stato arrestato di nuovo il 10 ottobre e condotto nel carcere milanese di San Vittore dove è sorvegliato giorno e notte. L'accusa è quella di intestazione fittizia di beni in relazione agli oltre 1,7 milioni di euro in contanti trovati nel controsoffitto della casa di Persi, e poi sequestrati, e agli altri soldi contanti portati in Austria dalla stessa collaboratrice.

Nell'interrogatorio di garanzia davanti al gip, il re dei paparazzi aveva ammesso che quel denaro nascosto nel controsoffitto erano "compensi in nero" per le serate nei locali e aveva parlato di due conti in Austria e, dunque, non sussistevano più le esigenze cautelari. Per il giudice, però, le esigenze cautelari permangono ancora. "I contanti trovati nel controsoffitto e i 900mila euro in Austria sono frutto del mio lavoro e di quello della società Atena e avevo intenzione di pagare le tasse", aveva spiegato Corona. Per la difesa, tra l'altro, sarebbe ancora in tempo per versare le imposte e non rischiare l'accusa di evasione.

Per l'accusa, tuttavia, tutto quel denaro (quasi tre milioni di euro, tra i contanti nascosti nel controsoffitto e quelli in Austria) Corona non poteva averlo, perché era in regime di affidamento e risultava formalmente solo un semplice collaboratore di Atena pagato con un fisso mensile. E proprio per eludere le "disposizioni in materia di misure di prevezione patrimoniale", secondo l'accusa, avrebbe usato Persi come "testa di legno". Da qui l'accusa di intestazione fittizia di beni.

Commenti
Ritratto di frank60

frank60

Mar, 18/10/2016 - 16:55

Ora ci pensa il pretino della tv a riabilitarlo...

ziobeppe1951

Mar, 18/10/2016 - 17:28

...e che marcisca

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 18/10/2016 - 18:25

Tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino.

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 18/10/2016 - 18:28

----caro corona---meglio così---forse il carcere in questo momento è il posto più sicuro dove stare-----dalle indagini della dia infatti --sembra che il nostro eroe abbia contratto molti debiti con dei loschi figuri calabresi---hasta

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Leonida55

Anonimo (non verificato)

yulbrynner

Mar, 18/10/2016 - 18:41

se l'incontrassi lo prenerderei a calci nelle palle tanto mi sta zimpatico

tormalinaner

Mar, 18/10/2016 - 18:45

Buttate via la chiave e non parlate più di lui, deve scomparire.

Giorgio1952

Mar, 18/10/2016 - 19:17

... e buttate via la chiave!!!!

paco51

Mar, 18/10/2016 - 19:36

direi in gabbia! visto il comportamento tipico del da volatile pennuto di colore nero e becco giallo! Va anche curato: come fa uno con 1.800.000 euro in contanti e due conti all'estero a stare qui? è impossibile !

Angiolo5924

Mar, 18/10/2016 - 20:17

E' soltanto un povero sbruffone che ha gigioneggiato finché gli è andata bene. Poi la fortuna lo ha abbandonato e tutte le ca...ate che ha fatto ora le deve pagare. Spero che gli facciano scontare tutto il resto delle pena oltre a quella per i nuovi reati contestatigli. Senza l'intervento di pretastri furbi e supponenti (che però non sanno e non capiscono un c...zzo; il morto è sulla bara).

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Mar, 18/10/2016 - 20:48

Se non ci fossero così tanti idioti che stravedono per lui, sarebbe già da un pezzo nel dimenticatoio!

Una-mattina-mi-...

Mar, 18/10/2016 - 20:55

Da quando la sua strada ha incrociato il cammino di lapo, un crollo dietro l'altro...

Ritratto di Valance

Valance

Mer, 19/10/2016 - 01:18

In Italia non si va in galera neanche per reati ben più gravi, ma devo ammettere che non mi dispiace saperlo dietro le sbarre. È la prima volta che sono d’accordo con un'ingiustizia giudiziaria.

Ladalado

Mer, 19/10/2016 - 02:45

Mazzi non vali una mazza

Happy1937

Mer, 19/10/2016 - 08:47

Io rinchiuderei in cella con lui anche Don Mazzi per continuare quella che sembra il contrario di un'opera di redenzione.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mer, 19/10/2016 - 09:06

E quindi? Ha violato la legge tenendo un comportamento non congruo con l'affidamento ai servizi sociali? SI, quindi torna da dove arriva, il sig. Corona è ora che abbia delle responsabilità, facile andare in giro a fare il figo senza patente o altro. Corona potevi essere un genio per certi versi ma non lo sei, sei un pirla.