Una via dedicata al Che e la figlia in una scuola. Ira Fi: "È un assassino"

La protesta di Forza Italia per la presenza a Campi Bisenzio di una delle figlie di Che Guevara: "Questo è puro indottrinamento"

Avete presente "Stagioni", la canzone di Francesco Guccini dedicata al Che? "Ci prese come un pugno, ci gelò di sconforto: sapere a brutto grugno, che Guevara era morto". Ecco: le stagioni passano, ma la nostalgia - canaglia - quella non ti lascia mai. Soprattutto quando c'è chi, nel 2019, decide di dedicare una via a quel "comandante" che ancora sventola su bandiere e magliette rosse in manifestazioni studentesche e di piazza.

Ne esistono già in Italia di vicoli intitolati al "compagno" Guevara. Per carità. Però stavolta la decisione ha scatenato l'ira di Forza Italia, che si oppone con tutta la forza non solo all'intitolazione di una via "all’assassino comunista", ma anche alle attività organizzate a latere dell'evento.

"Abbiamo tristemente appreso che il Sindaco di Campi Bisenzio porterà al Liceo Agnoletti la figlia di Che Guevara, Aleida, per una assemblea con tutti gli studenti", scrivono in una nota Stefano Cavedagna (Presidente Nazionale Forza Italia Giovani) e Simone Spezzano (Responsabile Formazione FI Giovani). L'iniziativa, spiegano, è prevista per il prossimo 11 marzo alle 10.15, quando "tutte le classi dell’istituto sospenderanno le lezioni per ascoltare la figlia del Che intervenire assieme al Sindaco per pontificare e lodare l’assassino comunista". La critica è feroce. "Questo è puro indottrinamento da parte della sinistra che costringe i ragazzini ad ascoltare discorsi ideologizzati - scrivono - Peraltro per un’ideologia perversa che ha fatto milioni di morti. E lo fanno esattamente come avrebbero fatto i comunisti, obbligandoli. E se un ragazzo non volesse seguire l’assemblea? Gli verrebbe segnata come assenza ingiustificata?". Forza Italia ora promette battaglia per quello che "ci appare come un evidente abuso nei confronti dei diritti dei ragazzi".

Commenti

Alessio2012

Mar, 26/02/2019 - 17:24

ANCORA CON QUESTO QUI. TRA 2000 ANNI ANCORA ROMPERANNO LE SCATOLE CON IL CHE.

SpellStone

Mar, 26/02/2019 - 18:08

chissa cosa sarebbe successo se beccavano Garibaldi come hanno fatto col Che? ;-)

cgf

Mar, 26/02/2019 - 18:13

uno dei più grandi aguzzini del XX secolo, anche Fidel non volle più saperne di lui e lo cacciò da Cuba, ma non si dice mai. I più furbi sono gli eredi, fanno milionate di dollari ogni anno col franchise. Provate stampare il facciotto di Ernesto senza autorizzazione, i loro avvocati vi mangiano tutto.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 26/02/2019 - 18:16

CHe fosse un assassino non ci sono dubbi. Che i sinistri lo usino per indotttrinare i giovani è altrettanto fuor di dubbio. Per loro gli eroi sono gli assassini?

scorpione2

Mar, 26/02/2019 - 18:21

ale' si vede che non sai la storia, daltronde cosa vuoi sapere che sei uno di quelli che hanno giurato sulla teste dei propri figli o nipoti che ruby era la nipote di mubarak, forse vorreste intitolare una strada al vostro eroe mangano lo stallone di arcore, non e' vero ale'.

sparviero51

Mar, 26/02/2019 - 18:23

ANCORA GIRANO CERTI "00" , PER DI PIÙ PAGATI CON SOLDI PUBBLICI . COMUNISTI DI MERXA !!!

Cheyenne

Mar, 26/02/2019 - 18:24

GUEVARA ERA UN CRIMINALE.PUNTO

claudioarmc

Mar, 26/02/2019 - 18:25

Solo un patetico terrorista comunista

Trinky

Mar, 26/02/2019 - 18:33

Beh. Campi Bisenzio è famoso per essere il posto più pidiota d'italia....

gpetricich

Mar, 26/02/2019 - 18:40

E' un assassino, come la quasi totalità dei sinistri: assassini o complici di assassini.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 26/02/2019 - 18:42

A Campi Bisenzio si capisce che lo sterco dei cani non lo raccolgono per metterlo nei sacchettino, ma gli intitolano le vie. A meno che in quella famigerata via ci facciamo la sede della raccolta differenziata, come a Milano l'hanno fatta sull'area della demolita sede del PNF in via Troya (Nomen omen).

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 26/02/2019 - 18:45

Se in via Che Gue Vara il Comune di Campi Bisenzio vi istalla la raccolta dei rifiuti speciali o il depuratore delle acque luride il nome é appropriato.

paci.augusto

Mar, 26/02/2019 - 19:02

QUESTO LURIDO COMPAGNACCIO DI SINDACO ANDREBBE DENUNCIATO PER APOLOGIA DI REATO!!! INFATTI, IL LURIDO, INFAME ASSASSINO CHE GUEVARA E' UNO DEI PIU' EFFERATI ASSASSINI DEL PIU' CRIMINALE MOVIMENTO POLITICO DELLA STORIA DELL'UMANITA'. OLTRE 300MILIONI DI ASSASSINATI ( OGGI SARANNO ANCHE 350 ) ( sic????!!!!!)!!ERA L'UNICO, POICHE' I GURRIGLIERI DI FIDEL SI RIFIUTAVSNO DI FARLO, CHE ASSASSINAVA I MILITARI CUBANI PRIGIONIERI CON UN COLPO ALLA NUCA!!! SI TRATTAVA DI POVERACCI CHE SI ARRUOLAVANO PER POTER SFAMARE LE FAMIGLIE E I GUERRIGLIERI CUBANI NON SE LA SENTIVANO DI ASSASSINARLI COSI' CRUDELMENTE!!ALLORA, PROIVVEDEVA L'INFAME CHE!!!!

seccatissimo

Mar, 26/02/2019 - 19:04

x Leonida55 Mar, 26/02/2019 - 18:16 A me risulta e la storia lo conferma, che per i sinistri sinistrorsi molti acclarati assassini sono considerati eroi da venerare ! Che schifo! Vergogna !

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 26/02/2019 - 19:09

Io aggiungerei così alla via, VIA CHE GUEVARA E TUTTI I COMUNISTI DALL'ITALIA

maurizio50

Mar, 26/02/2019 - 19:10

L'ho detto più volte. Il peggio della Sinistra mondiale sta in ITALIA e il peggio della sinistra italiana sta in TOSCANA!!!!!

ziobeppe1951

Mar, 26/02/2019 - 19:17

Sccorpione2..18.21..Non sono uno che vota FI...certo però che il tuo è un “ragionamento” del c@zzo...confondere i morti del marxista-leninista -stalinista con le menzogne sul caso Ruby

Ritratto di navigatore

navigatore

Mar, 26/02/2019 - 19:18

documentarsi bene su chi era il GHEVARA, un arrogante comunista, dato in pasto al nemico da Fidel CASTRO, per gelosia di potere, a parte quello che fece in ANGOLA...quando gestiva il suo potere, documentarsi su sui morti innocenti , contrari alla sua ideologia comunista

steacanessa

Mar, 26/02/2019 - 19:20

Visto che i comunisti sono sempre all’opera? Per loro tutto fa brodo, assassini compresi.

Ritratto di navajo

navajo

Mar, 26/02/2019 - 19:24

Ma che volete che dicano i komunisti? per loro anche Stalin, l'assassino di circa 30 milioni di persone è un santo. come Pol Pot, Castro, Hoxha, Ceaucescu, Mao ecc.

GPTalamo

Mar, 26/02/2019 - 19:48

Ernesto Guevara era ateo e violento, per questo era diventato un guerrigliero efficiente. Stalin e Mao erano generali altrettanto atei e violenti. Sono questi gli idoli della sinistra, che uccidono il popolo nel nome del popolo.

lonesomewolf

Mar, 26/02/2019 - 19:58

che guevara (volutamente in minuscolo) e' stato un assassino della peggiore specie. Io lo so per diretta informazione...familiare. Uccideva col sigaro tra le sporche labbra, atteggiate a un sorriso sarcastico e spietato. Non commettete l'errore gravissimo di celebrarlo, in nessun modo. Meno che meno obbligando dei ragazzini a sentire la figlia. Nessuna strada in suo nome!! Dovremmo allora intitolare piazze e vie anche a Hitler, a Nerone o a belzebu'?!!

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Mar, 26/02/2019 - 20:53

"La rivoluzione non è un pranzo di gala; non è un'opera letteraria, un disegno, un ricamo; non la si può fare con altrettanta eleganza, tranquillità e delicatezza, o con altrettanta dolcezza, gentilezza, cortesia, riguardo e magnanimità. La rivoluzione è un atto di violenza con il quale una classe ne rovescia un'altra" (Mao Tse Tung)

Ritratto di LEGIONECRISTIANA

LEGIONECRISTIANA

Mar, 26/02/2019 - 20:53

Compagno Ernesto, sentirsi dare dell'assassino da questi scarti umani è un ennesimo onore al tuo coraggio e alla tua leggenda. Riposa in pace nel regno dei giusti.

PerQuelCheServe

Mar, 26/02/2019 - 20:55

@do-ut-des - MI ASSOCIO! :)

Ritratto di r.peddis

r.peddis

Mer, 27/02/2019 - 00:37

Da non dimenticare che otre a essere un vile ASSASSINIO fu il primo al mondo a istituire un campo di concentramento per GAY

timba

Mer, 27/02/2019 - 00:50

Scorpione. Forse sei tu che non sai la storia. Informati da chi non sia indottrinato e lobotomizzato chi fosse veramente il Che. Magari chiedilo ad un argentino e poi chiedi anche a un cubano chi fosse veramente Fidel. Detto questo in Italia nell'università, addirittura in Rai, possono andare tutti e dire ciò che vogliono: da Benigni a Fo, da Sofri a Curcio fino ad arrivare alla figlia del Che. Poi intitoliamo le aule a Giuliani e le strade al Che. Tutti, ovviamente se di sx. Infatti il Papa o, per dirne una, Fini all'università non possono andare a parlare. Immaginate solo cosa succederebbe se un giorno Salvini volesse andare a tenere un discorso in un ateneo… Ed alla Fallaci non si può intitolare una via una via. Papa, Fallaci, Fini Salvini sono fascisti. Mica anime candide eroi come i liquami di cui sopra... Eh...

dredd

Mer, 27/02/2019 - 06:43

Via che Guevara? Come esortazione può andare bene

brixia

Mer, 27/02/2019 - 07:57

che brutta razza i comunisti.

Ma.at

Mer, 27/02/2019 - 08:06

Bisognerebbe ricordare che il Che era un figlio di papà (aveva un aereo personale) che ingannava il tempo ammazzando gli altri e nascondendo il suo odio dietro alla politica come fanno tutti i comunisti vigliacchi.

bombacchio

Mer, 27/02/2019 - 08:26

Il "che" era un delinquente, un assassino, era un medico ma invece di curare i pazienti gli infilava il bisturi nella ferita e li uccideva, questo avveniva con i suoi compatrioti. Negli USA esistono 50 libri, alcuni ne parlano bene e altri male. Guevara, il "Cacagliatore" e si, perchè era balbuziente e continuava a dire cioè, in spagnolo "che", da qui il ridicolo nomignolo, che gli italiani lo considerano al livello di un titolo nobiliare. Alla vittoria Fidel Castro non sapeva cosa fargli fare, era un confusionario e così lo misero a capo delle banche, nella speranza che facesse meno danni possibili, non fu vero. Fidel, allora con una scusa lo spedì in Bolivia, dove vi era una delle tante guerre sudamericane, lo fece seguire da un sicario che lo uccise. Fidel, furbescamente, riempì l'isola di immagini del "che" e giustizia fu fatta.

lonesomewolf

Mer, 27/02/2019 - 19:21

franco - E' incredibile come ci siano ancora seguaci della morte, per fortuna meno di prima, che esaltano assassini volgari che hanno imbrattato la Storia, lasciando un impronta fecale in essa. Sostenitori della rivoluzione (e non della evoluzione) come risoluzione finale, con soppressione di vite umane sacrificate sull'altare di un'ideologia che faceva e fa acqua da tutte le parti; persone definite per esempio dagli stessi Cubani "tontos utiles"(tradotto: imbecilli utili). Eppure di questi imbecilli ne troviamo ancora qui e la', che osannano un criminale e desiderano intestargli una strada! Spero solo che gli Italiani, quelli veri che ancora amano la Patria e Dio, impediscano con ogni mezzo lecito questo obbrobbio. Non si puo' esaltare Hitler ne' Nerone ne' tanto meno Gnao ze tun...